Liebster Award 2016: la prima volta della voliera

logo liebster
(Fonte: Hendioke’s Lair)

Essendo un pischello nel mondo dei blog, è la prima volta che vengo nominato per un “catena di S. Antonio” Award: qui, in particolare, si parla del Liebster Award 2016, un premio dalle origini misteriose (come rivela un ottimo articolo di Webnauta, il blog di Barbara Businaro, che linkerò più in basso).
Prenderò le regole del 2016 proprio dall’articolo riportato su Webnauta

  1. Ringraziare i blog che ti hanno nominato e assegnato il premio.
  2. Scrivere qualche riga (max 300 parole) sul blog che preferite, spiegando perché vi piace e aggiungere il relativo link.
  3. Scrivere, a piacere, 11 cose di te.
  4. Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 follower.
  5. Formulare le 11 domande per i blogger che si nomineranno.
  6. Rispondere alle 11 domande poste dal blog o dai blogger che ti hanno nominato.
  7. Informare i blogger del premio assegnato.

A nominarmi è stato…

È stato Hendioke, un blogger che – assieme al mio simpatico “gemello diverso” Ysingrinus – mi ha fatto venire sempre più voglia di aprire questa voliera. Ora sapete a chi dare la colpa! :P
E dunque ti ringrazio, Hendioke, per la nomination, per il tuo apprezzamento al mio piccolo mostro-blog e per la promozione che hai scritto per la mia voliera! :D
Potrei essere fuori tempo massimo – oppure no, non ho visto date di scadenza – ma ho ricevuto solo oggi la nomination, perciò partecipo al gioco solo ora. Chi vuole, accetti le mie nomination e chi non vuole… spero che non sia infastidito. :^)

Promozione (Blogger, è arrivato l’arrotino!)

La mia promozione andrà a favore di un blog che certamente non ha bisogno di parole da parte mia, ma che mi piace molto per tanti motivi: I dolori della giovane libraia, che definire un lit-blog sarebbe riduttivo, talmente è pieno di contenuti divertenti (come le sue vignette) e interessanti considerazioni sulla società. E poi segnala e recensisce un sacco di libri interessanti!

E ora, una spaghettata di fatti miei!

  1. Da bambino, credevo che gli oggetti avessero un’anima (e il dubbio mi resta ancora oggi, devo dire…) perché qualcuno mi disse che mentre dormivo, i miei giocattoli si animavano e giocavano per i fatti loro. In seguito, vedere questo fenomeno in un cartone animato giapponese mi confermò che la storia era vera. “Cavoli, se lo dicono un cartone animato giapponese e un italiano che in Giappone non c’è mai stato, deve essere vero!”, pensavo.
    A causa di questa mia credenza sciamanica, sono sempre stato attento a non danneggiare gli oggetti attorno a me.
  2. Sono sempre stato uno che si stanca facilmente, sin da bambino, tranne che in una situazione: quando tira il vento! Il vento mi ricarica la barra del Mana – non mi rende instancabile, ma mi fa recuperare più in fretta.
  3. Ho sempre avuto un senso dell’umorismo tendente al macabro e al grottesco: da bambino, avrei voluto far parte della famiglia Addams!
  4. Non amo viaggiare: non amo la scomodità del viaggio, la frenesia del “Abbiamo solo tre giorni qui e dobbiamo vedere tutto, per dormire ci sarà tempo nel freddo abbraccio della tomba!!1!1!”. C’è da dire che ho sempre viaggiato in compagnie non congeniali ai miei interessi (famiglia, compagni di scuola) magari un giorno mi farò un bel viaggio da solo e cambierò idea!
  5. Spesso, i miei insegnanti ai tempi della scuola mi hanno fatto veramente incazzare, ma solo alle superiori ho iniziato a disprezzarli dal profondo dell’anima! Non dico tutti, eh, ma l’idea di rivedere alcuni dei miei insegnanti del liceo mi disgusta quasi quanto quella di cadere dentro una latrina. Tuffandomi con la testa.
  6. Mi piace l’idea di imparare a disegnare bene: ammiro chi sa disegnare e poi, alcune delle idee che mi vengono per certe storie richiedono di saper disegnare. Mi dispiacerebbe lasciare quelle idee nel limbo…
  7. Ho una predilezione per certi numeri: il 5, il 7e l’8. Non c’è alcun motivo, ma mi piacciono :^)
  8. È da alcuni anni che non uccido più nemmeno un insetto
  9. A differenza di altri nerd, guardo ancora la televisione – cartoni animati, serie tv, qualche film, programmi di approfondimento, alcuni talent. Mai reality.
  10. Ho scarsa sensibilità per la musica: mi piace ascoltare certi brani – e me ne fanno schifo altri – ma non la capisco. Per me è qualcosa di lovecraftiano!
  11. Detesto i fan service: se ne noto in una storia, inizio a cercare i suoi buchi di logica e le sue incoerenze!

Premiazioni tardive alla voliera

Ora dovrei… premiare 11 blogger – glissando sui follower, non sono tanto social: ne seguo settanta volte sette, quali dovrei scegliere? A questo giro, scelgo i seguenti (e linko anche un articolo, così ci pensa il pingback a informare i miei nominati. Sono pigro)

  1. Hendioke’s Lair
    Lo so, fare “specchio riflesso” non è elegante, ma sono curioso di vedere se risponderà alle mie malvagie domande. E poi ha un bel blog, pieno di recensioni dettagliate e approfondimenti su un sacco di cose che mi piacciono. :)
    Un suo articolo: la recensione di Frozen, il primo articolo di Hendioke che io abbia letto
  2. Discussioni concentriche
    So che non ama gli si estorcano informazioni, perciò se vuole può tacere – ché tanto il LPD non gli darà la caccia. Però ha un blog tutto matto con un sacco di commentatori simpatici, bei disegni e mini-recensioni di vecchi Urania!
    Un suo articolo: un racconto horror accompagnato dal disegno di un albero
  3. L’isola miraggio
    È un bel blog dedicato alla critica letteraria (narrativa, fumetti) e con alcune stroncature divertenti di roba che se lo merita. Peccato che non venga aggiornato da alcuni mesi… Torna tra noi, Arcano! ;)
    Un suo articolo: la recensione di Hunger Games
  4. L’antro atomico del Dottor Manhattan
    Non so se i premi-catena gli diano fastidio – quell’uomo ha scritto e scrive così tanto, che non ho ancora avuto modo di leggere tutti i suoi post! Il suo famosissimo blog (dedicato principalmente a fumetti, animazione, film, serie e videogiochi) è sia interessante che divertente e mi fa scoprire sempre qualche nuovo retroscena su oscure continuity dei fumetti e altre robe nerd.
    Un suo articolo: l’esilarante percu-recensione del mecha design di Gundam G
  5. Giramenti
    Il blog di Gaia Conventi, giallista e flagello dei tramisti. Molto divertente, pieno di recensioni schiette, retroscena del mondo editoriale, cose serie e cose divertenti.
    Un suo articolo: la trama più idiota dell’universo, un esempio di tramismo
  6. Fortezza nascosta
    Il divertente e interessante blog di Tenger, dedicato alla storia militare – specialmente orientale – alla narrativa, al cinema e al trash – voluto o meno.
    Un suo articolo: un modo speciale di concepire la storia
  7. BookBlister
    Il blog di Chiara Beretta Mazzotta, editor apprezzata e sincera, sempre pronta a far luce sui lati bui dell’editoria e a spiegare le caratteristiche dei diversi lavori in ambito editoriale. Un must, per gli scrittori dilettanti e non.
    Un suo articolo: della serie “Chi fa cosa?”, l’articolo su editor e agenzia editoriale
  8. Giochi dal nuraghe
    Un bel blog dedicato ai giochi di ruolo, ricco di approfondimenti su alcuni regolamenti particolari e con molti spunti per creare giochi adatti a ottenere certe esperienze di gioco, o per modificare sistemi di regole già esistenti con lo stesso obiettivo.
    Un suo articolo: il primo della serie “E se volessi giocare…” dedicato a Doctor Who
  9. Webnauta
    È un blog che devo ancora esplorare come si deve, ma da quello che ho visto emerge una notevole cura di ogni articolo, specialmente sul versante della documentazione necessaria per scriverlo e della citazione delle fonti!
    Un suo articolo: nemmeno a dirlo, è quello sul Liebster Award
  10. I libri di Sandra
    Il blog della scrittrice Sandra Faè, ovvero di una donna tanto gentile quanto determinata. Caratteristiche che condivide con chi commenta regolarmente i suoi post. :)
    Un suo articolo: quello su Sarah Kay, che mi ha fatto viaggiare indietro nel tempo
  11. Kalosf
    Fa un po’ strano, citare un blog ufficialmente – e si spera anche temporaneamente – chiuso. Ma essendo del blogger che mi ha regalato l’immagine che uso come gravatar (nel senso che mi ha dato il permesso di usarla) lo nomino. :DChi vuol vedere delle belle foto, si faccia un giro sul blog di Kalosf!
    Un suo articolo: il post di chiusura del blog, che ha la foto di un bel crepuscolo!

Ok, è stata una faticaccia – se nei prossimo anni dovessi essere nominato di nuovo, ridurrò tutti i numeri a cinque soltanto: ci sto mettendo una vita, per scrivere queste quattro(cento) righe!

Non esistono domande stupide… #credici!

Ora devo porre undici domande per i blogger che ho nominato – ammesso che vogliano rispondere… Vediamo un po’, cosa potrei chiedere?

  1. Cosa potrei chiedere? Qual è l’aspetto che preferisci dell’attività da blogger?
  2. Al contrario, qual è l’aspetto del blogging che proprio non ti piace? Ammesso che ci sia qualcosa che non ti piace…
  3. Qual è la più grande ingiustizia che tu abbia mai subito? Se non vuoi rispondere a questa domanda, qual è, secondo te, la più grande ingiustizia di questo mondo?
  4. Credi in qualcosa la cui esistenza non è dimostrabile? Se ti va, puoi dire anche in che cosa credi. ;)
  5. Quali sono: il primo libro (o il primo fumetto) che hai letto, il primo film che hai visto e il primo videogioco che hai giocato? Il primo che ricordi, se non il primo in assoluto.
  6. Secondo te, i manuali di scrittura creativa hanno un’utilità?
  7. Ti piace la cioccolata? Domanda tracobetto trabocchetto: serve a verificare se possiedi un’anima! :^)
  8. Ti trovi su un’isola deserta per un anno intero e hai solo una di queste cose o persone con te: un prefabbricato ricco di beni di conforto, Chuck Norris o McGyver. Cosa scegli?
  9. Scegli: un anno senza musica o un anno senza libri?
  10. Trovi che sia faticoso, partecipare a questi concorsi-catena per blog?
  11. Hai la certezza assoluta di aver risposto correttamente e sinceramente alle altre dieci domande?

Le domande poste da Hendioke

Ok, siamo alla fine. Rimangono le domande poste da chi mi ha nominato!

Domanda 1 Quali sono: il tuo libro preferito, il libro che ti ha cambiato la vita, il libro che più ti ha depresso e quello che semplicemente ti ha fatto rimpiangere il tempo speso a leggerlo?
Risposta 1 Non ho un libro preferito da decenni: l’ultimo è stato… il cofanetto di cinque libri della Newton con tutte le opere di Lovecraft! Il libro che mi ha cambiato la vita: La casa dell’alchimista, di Gustav Meyrink. È un incompiuto, ma riporta anche la scaletta del progetto proposto all’editore: mi ha un po’ cambiato la vita perché è stato un esempio di come si possa progettare una storia prima di scriverla.
Il libro che più mi ha depresso e quello che mi ha fatto rimpiangere il tempo speso a leggerlo sono lo stesso libro: La storia di Elsa Morante. Non ho nemmeno voglia di controllare se “storia” fosse in maiuscolo oppure no, per la noia che mi ha provocato: ci ho perso un’orribile estate da quindicenne, ho già dato troppo a quel mostro!

Domanda 2 Quali sono: il tuo film preferito, il film che ti ha fatto più ridere anche se non era pensato per far ridere e il film che ti ha colpito di più?
Risposta 2 Film preferito: mi viene in mente Ladyhawke, lo riguardo ogni volta che lo passano in tv! Il film involontariamente comico… La terza madre e Pacific Rim, a parimerito per insensatezza della storia e voragini di logica. Ma vince – dunque perde – di una lunghezza La terza madre: la recitazione di Asia Argento non mi è piaciuta per nulla.
Il film che mi ha colpito di più… forse Hot Fuzz della Cornetto Trilogy: un film che cambia visibilmente genere per due volte (da commedia brillante a thriller a western) senza diventare incoerente! Una prodezza del genere richiede del genio.

Domanda 3 Puoi scegliere fra avere una massa abnorme di soldi subito o un cospicuo vitalizio, che scegli?
Risposta 3 Scelgo il cospicuo vitalizio, grazie: mi accontento di “poco” e se serve, so risparmiare, perciò sarebbe come avere il cospicuo vitalizio e, in futuro, anche la massa abnorme di denaro!

Domanda 4 Qual è il tuo genere di videogiochi preferito e il tuo videogioco preferito di quel genere?
Risposta 4 Il genere è il JRPG, mentre il videogioco è una gara tra Final Fantasy VII e l’intera serie Shin Megami Tensei, spin-off Persona compreso.

Domanda 5 Sei in un deserto e una testuggine viene verso di te. Tu la rovesci sul dorso e lei non riesce più a girarsi. Il suo ventre sta arrostendo al sole e tu sei l’unica persona che può aiutarla, ma non la aiuti. Perché?
Risposta 5 Partiamo da un concetto: se l’ho rovesciata, è stato un incidente – forse sono inciampato su di lei – dato che ormai non ammazzo più nemmeno le zanzare! Se non la aiuto a girarsi, è perché tra me e lei c’è un ragno enorme grande quanto la mia testa, tipo quelli australiani.
Mi ricorderò per sempre di te, testuggine sventurata!

Domanda 6 Se dovessi costruire la tua base segreta e potessi costruirla ovunque dove la costruiresti?
Risposta 6 Mont Saint Michel: l’ho visto solo in foto, ma è affascinante!

mont-saint-michel
E di notte sembra pure più bello!
(Fonte: Vooila)

Domanda 7 Sei in una arena e devi combattere per la tua vita contro un avversario che non hai la minima idea di come possa essere, però puoi scegliere un’arma fra una selezione infinità. Che arma scegli?
Risposta 7 Una “pistola” capace di sparare a raffica dei micro-buchi neri e di cui possa decidere la durata. Dovrebbe andare bene per tutte le stagioni!

Domanda 8 C’è una canzone legata a un periodo particolare della tua vita? Se sì, qual è la canzone e qual è stato il momento (se non è particolarmente privato, ovvio, in caso contrario cercheremo di farci un’idea del momento partendo dalla canzone)?
Risposta 8 No, non c’è. Ho sempre una canzone in testa, 24/7, ma non è sempre la stessa.

Domanda 9 Serie TV preferita?
Risposta 9 Me ne piacciono molte, ma nessuna primeggia in modo costante (anche contando le serie animate). Nel caso fosse un trabocchetto per sapere se mi piaccia Games of Thrones, la risposta è no – credo di essere uno dei dieci nerd al mondo che non la consideri una bella serie tv. :P

Domanda 10 Mare, montagna, pianura o collina?
Risposta 10 Mare in autunno, inverno e primavera (non mi interessa più stare ammollo e non amo prendere il sole, perciò in estate lo trovo off-limits). La montagna devo provarla, la collina se è ventosa, idem per la pianura. Penso che sceglierò la collina.

Domanda 11 Preferiresti avere, dalle tue attività creative, successo e soldi in questa vita ma senza poi essere ricordate molto più in là dopo la tua morte o non avere né successo né soldi in questa vita ma una fama immortale dopo la morte?
Risposta 11 La fama immortale dopo la morte, sarei in buona compagnia. In vita, avrei già il vitalizio della domanda numero 3! :P

Concludendo

Santo cielo, che razza di ordalia! Sì, se dovesse ricapitare, opterò per una versione non kosher e più compressa! A ogni modo, è andata: chi vuole, si goda il suo Liebster Made in voliera!

Annunci

20 pensieri su “Liebster Award 2016: la prima volta della voliera

  1. Dunque, come sai non partecipo ma risponderò qui.
    Ma alla domanda della testuggine dovevi chiedere cos’è una testuggine, cosí alla contro domanda se avevi presente una tartaruga ti potevano rispondere stessa cosa.
    Il resto sarebbe stata storia.

  2. Wow, eccezion fatta per il mio hai segnalato un sacco di blog interessanti che ignoravo. Grazie mille! :D
    E mi ha anche fatto piacere leggere dei fatti tuoi (abbiamo un po’ di cose in comune, a partire dalla credenza sciamanica che gli oggetti abbiano un’anima) e come hai risposto alle mie domande ^^
    Oggi vedo di rispondere alle tue ;)

    1. I blog che segnalo io sono tutti interessanti, senza eccezioni ;)
      Ed è vero, abbiamo un po’ di cose in comune, l’ho notato dal tuo precedente post sul Liebster :)

      E ora, attendo le tue risposte – quando puoi, so che hai un sacco di cose da fare :)

  3. Accendere il cellulare la mattina e trovarsi tanti complimenti da leggere! Uao, grazie!
    L’articolo sul Liebster Award mi ha richiesto due giorni di lavoro, quasi tutto di ricerche sul web, tra siti inglesi e tedeschi. Ma del resto ero a casa con l’influenza e mi divertivo così, tra un aerosol e l’altro. :P
    Rispondo qui alle tue domande.
    Dell’attività di blogger mi piace l’interazione con le persone, che differenziano il blog da un sito qualunque.
    Non mi piace le ore perse a litigare con WordPress e il tema grafico.
    La più grande ingiustizia che si possa subire è l’abbandono senza spiegazione di un amico. E magari è da lì che derivano tutte le altre ingiustizie…
    La magia esiste, non so come provarvelo, ma esiste. :)
    Il primo libro credo fosse La piccola Lady Jane…o forse I pattini d’argento; il primo fumetto Topolino; il primo manga City Hunter; il primo videogioco Tomb Raider da computer con tasti freccia da tastiera (ma siccome ci veniva un colpo con il dinosauro, per pigiare sui comandi io e mia sorella usavamo una stecca da geometra da 80 cm, il più lontano dal monitor…); il primo film credo fosse Torna a casa Lassie!
    Manuali di scrittura creativa: l’utilità dipende da quanti libri uno ha letto. Leggere molto fa comunque assorbire stili e modalità che sono poi descritti nei manuali. Fissarsi troppo sui manuali, temo faccia perdere freschezza ed entusiasmo.
    Io sono fondente all’80%. Ho provato anche il 99%, ma no, un po’ di zucchero mi ci vuole! :D
    McGyver!!!!!
    Un anno senza libri. Dal momento che scrivo a suon di note, i libri me li scrivo io. ;)
    Assolutamente faticoso si, ma divertente.
    …forse sull’isola deserta è meglio l’A-Team??

    1. Salve, Barbara :D i complimenti che ti ho fatto sono tutti meritati, quindi goditeli :)
      All’articolo sui Liebster hai dedicato due giorni e dal mio punto di vista ne è valsa la pena, è ben scritto e completo. Mi è stato utile, anche per la prospettiva storica del premio :)

      Belle anche le tue risposte – in particolare, a me non devi dimostrare che la magia esiste, ci credo pure io, ma devo ancora capire bene cosa sia :P; poi, l’aneddoto su Tomb Raider è molto simpatico XD e mi fa piacere che apprezzi la cioccolata (anche se a quelle percentuali è più cacao; di sicuro non si rischia il diabete!): pensa che esiste gente che non apprezza cacao e cioccolata, è scioccante!

      Grazie per aver partecipato e alla prossima! :D

  4. Certo che gli oggetti hanno un’anima! Infatti hanno l’arte di sparire senza lasciar tracce quando ti servono e ricomparire da sé mesi dopo in posti assurdi dove mai avresti potuto cacciarli, è cosa nota :D
    Il vento, per esempio… non so se sia un oggetto ma credo che abbia un’anima :)

    1. Ha ha XD sì, questo fenomeno può essere un indizio della validità dell’animismo – l’unica alternativa è che gli oggetti vengano spostati dai folletti :P
      Il vento ha un’anima? Può essere, di certo nutre la mia! :)

  5. Pingback: Liebster Award 2016 – aggiornamento | Hendioke's Lair

  6. Le tue domande mi piacciono molto, quindi mi permetto di rispondere anche se non sono tra i nominati.

    Qual è l’aspetto che preferisci dell’attività da blogger?
    L’interazione con i miei commentatori. Senza di loro il mio blog sarebbe un posto (virtuale) spoglio, vuoto e triste.

    Al contrario, qual è l’aspetto del blogging che proprio non ti piace?
    I troll. E non piacciono neanche a te, come si deduce dalla vignetta di Lukas qui in basso. :)

    Qual è la più grande ingiustizia che tu abbia mai subito? Se non vuoi rispondere a questa domanda, qual è, secondo te, la più grande ingiustizia di questo mondo?
    Il fatto che non tutti abbiano le stesse opportunità.

    Credi in qualcosa la cui esistenza non è dimostrabile?
    Dio.

    Quali sono: il primo libro (o il primo fumetto) che hai letto, il primo film che hai visto e il primo videogioco che hai giocato? Il primo che ricordi, se non il primo in assoluto.
    Il primo libro è L’uovo di Ortone, del Dr. Seuss. Il primo fumetto è L’Uomo Ragno Deluxe n. 4, dell’Agosto ’95: il villain era Carnage, che è tuttora uno dei miei personaggi preferiti. Il primo film è Il re Leone. Il primo videogioco era uno sul wrestling, di più non ricordo.

    Secondo te, i manuali di scrittura creativa hanno un’utilità?
    Una volta ne comprai uno, e vi trovai dentro una tale accozzaglia di banalità che non resistetti all’impulso di lanciarlo per terra.

    Ti piace la cioccolata? Domanda trabocchetto: serve a verificare se possiedi un’anima! :^)
    Of course! :)

    Ti trovi su un’isola deserta per un anno intero e hai solo una di queste cose o persone con te: un prefabbricato ricco di beni di conforto, Chuck Norris o McGyver. Cosa scegli?
    Chuck Norris.

    Scegli: un anno senza musica o un anno senza libri?
    Un anno senza musica.

    Trovi che sia faticoso, partecipare a questi concorsi-catena per blog?
    No, anzi mi piacciono così tanto che ho partecipato spontaneamente.

    Hai la certezza assoluta di aver risposto correttamente e sinceramente alle altre dieci domande?
    Rileggo i commenti prima di pigiare “Commento all’articolo”, quindi sì. :)

    1. Come ho scritto da Hendioke, apprezzo la tua partecipazione straordinaria :)
      Chi lo desidera, può seguire l’esempio di wwayne, senza temere che qualche super-cookie crei un profilo dalle risposte per il Liebster ^_^

    2. Visto che il tempo ce l’ho, mi fa piacere rispondere ai commenti appena li leggo :) quando smetterò di essere disoccupato cronico, magari mi ci vorrà più tempo, ma per ora non corro il rischio :P e poi, perché aprire un blog, se uno non desidera un po’ di dialogo con chi ha voglia di leggere ciò che scrive? ;)
      Grazie anche per avermi segnalato un blog, appena avrò un momento, lo esplorerò volentieri! :D
      Alla prossima! ;)

  7. Va bene è giunto il momento, rispondo alle domande, qui, perché tanto rido della LPD e faccio un po’ come mi pare!

    1) La fama imperitura.
    2) I fans troppo molesti.
    3) Ancora nessuno ha deciso di pagarmi perché esisto.
    4) Ovviamente.
    5) Sicuramente un albo di Topolino, non posso ricordare il film ma vado indiero ai films sui misteri della Jungla nera perché mi piace e come gioco, escludendo quelli dello Spectrum dello MSX dico un classico Paper-boy.
    6) A seconda dello spessore possono portare in piano ciò che in piano non è.
    7) Ho un’anima. Sporca di cioccolato.
    8) Il prefabbricato per potermi godere la pace attorno a me.
    9) Un anno senza musica.
    10) No: non vi partecipo.
    11) Ovviamente!

    1. So quanto ti costano queste cose e ho apprezzato molto, ovviamente – specialmente la risposta sull’anima e sul cioccolato XD
      Anche tu hai il problema delle groupies quando sei in tournée di blogging? Sono così invadenti…
      :P

  8. Pingback: Un nuovo Liebster for me wow | ilibridisandra

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...