Lanterna Verde: la conclusione della run di Geoff Johns

Hal: Siamo mai stati davvero amici?
Sinestro: È questa la tragedia più grande, Jordan. Hal. Noi saremo sempre amici.”
Hal Jordan e Thaal Sinestro, in Lanterna verde

Guarda là, che baffetti da sparviero (cit.)

Oggi “partiamo da Adamo ed Eva”: da bambino, non potevo seguire le mie serie animate preferite in modo assiduo – ero spesso punito per scarso rendimento scolastico – così mi sono abituato a vedere quel che potevo, quando potevo farlo, e a crearmi uno schema dei segmenti di storia che conoscevo nel giusto ordine, tappando i buchi nei momenti di grazia.
Tutto ciò potrebbe fare di me il lettore definitivo della run (:P) di Proust sul “tempo perduto”, ma per ora ho letto solo Dalla parte di Swann.
Comunque, grazie a questo allenamento, non ho tanti problemi a parlare di saghe a fumetti che ho letto in ordine… non ortodosso, tra numeri esauriti, saghe troppo costose e sparse su dodicimila testate, e via dicendo.

È per questo che oggi si gracchierà della fine della run di Johns sulle Lanterne Verdi: in italiano, si parla di tre volumi che raccolgono gli albi originali di Green Lantern e qualche speciale, che sono certo prevedano di essere completati con altre serie come Nuovi Guardiani, dato che certi eventi sullo sfondo della storia principale sembrano rimandare a quei fatti.
Comunque, si legge bene anche da sola, questa storia sulla “strana coppia” Hal Jordan e Thaal Sinestro, impegnata in un road movie cosmico dalle conseguenze estremamente importanti, per lo status quo di Lanterne e affini!

Lanterna Verde (gran finale, aggiungerei io) 101

Sinestro, scelto da un anello del potere, è di nuovo una Lanterna Verde e i Guardiani di Oa paiono intenzionati a lasciargli il guinzaglio corto, questa volta: per ora, l’ex comandante del corpo che porta il suo nome è costretto a obbedire…
Parallelamente, Hal Jordan non se la passa benissimo, sulla Terra: sollevato dal proprio ruolo di Lanterna Verde, ha dei problemi a coniugare

  • ciò che era (un “poliziotto spaziale” dai poteri fichissimi)
  • ciò che è (un uomo normale, senza uno straccio di lavoro)
  • ciò che vorrebbe essere (una Lanterna Verde, e un uomo felice al fianco dell’amata Carol Ferris)

Quando Sinestro cerca Hal per costringerlo ad aiutarlo contro il suo vecchio Sinestro Corps, la situazione non migliora, non subito, ma le conseguenze del loro operato, e del loro burrascoso rapporto, saranno importantissime per l’intero universo!

La scheda

Testi: Geoff Johns
Disegni: Doug Mahnke, Szymon Kudranski, Dan Jurgens, Phil Jimenez, Ardyan Syaf, Renato Guedes, Jim Calafiore, Ethan Van Sciver (solo non si vedono i due leocorni!)
Traduzione: Stefano Mozzi
Editore originale: DC Comics (2011/2013)
Edizione italiana: RW Edizioni (2015)
Prezzo: 14,95 € (volume 1); 16, 95 € (volume 2); 24,95 € (volume 3, cartonato)

I disegni

Tantissimi artisti, tutti capaci, con stili affini che ben si amalgamano nella lunga storia: anatomie e sfondi dettagliati, volti espressivi e una certa varietà di inquadrature, con prospettive mai piatte (imho) conducono l’enorme affresco di Johns alla sua degna conclusione.

La storia

Come parlare di questa grandiosa saga, senza trascurare nessuna delle avventure che la compongono? Per ora, usiamo un aggettivo: emozionante!
Immaginate che tutti i corpi di Lanterne e affini facciano delle sostanziose apparizioni sulla scena. Tutti, di qualsiasi colore (o non-colore, direbbe qualcuno per il bianco e il nero) con un nutritissimo cast di personaggi vecchi e nuovi.
Immaginate di vedere la nascita dell’universo, secondo la prospettiva delle Lanterne: quando tutto è andato storto, con la Prima Lanterna Volthoom, ora intenta a ottenere la propria vendetta sui Guardiani che l’hanno tradito. Povero Volthoom: ha il numero 108, ma il tabellone riporta Adesso serviamo il numero 5

I Guardiani di Oa. Immaginateli come divinità stronze e anaffettive, intente a giocare ai demiurghi, che rinnegando il loro operato – vecchio di milioni di anni – hanno deciso che la soluzione più funzionale fosse una porcheria ogm priva di emozioni come il Terzo esercito!
Ora immaginate Sinestro che ruba la scena a Hal Jordan, frequentemente e sistematicamente. E poi immaginate Hal che se la scena se la mangia, quando è davvero importante farlo!

Nella vagonata di pagine di questi tre volumi, basta voltare pagina perché capiti qualcosa di importante: per dire, abbiamo anche la storia delle origini di Simon Baz come Lanterna Verde, molto più figo e simpatico di come appaia in Rinascita – non è un caso, se il Libro di Oa tramandi la sua figura con l’appellativo di taumaturgo, la cui volontà non si fa fermare da ciò che viene considerato impossibile!
Tanti personaggi avranno il proprio momento sotto i riflettori – Sinestro, in particolare, godrà di un forte approfondimento psicologico, diventando più profondo e umano di come appaia in quanto portatore di paura.

Giusto un appunto: le transizioni da un evento all’altro non sono sempre impeccabili, in alcuni casi sembra che ci sia la fretta di portare a casa il risultato – per esempio, quando Sinestro controlla una certa entità – così, capita che certi passaggi manchino di fluidità. A ogni modo, capitano così tante cose, con transizioni più naturali, che non ci ho badato granché (e comunque, imho).

Molti nodi verranno al pettine, portando a un finalone demiurgico che non esiterei a definire degno di un buon manga, in virtù di un continuo superamento dei propri limiti personali possibile solo per chi abbia non solo una volontà indomabile, ma anche amore, speranza, desiderio, paura, compassione… persino un po’ di rabbia, quando è necessario!
Un inno alla pienezza di chi ha la capacità di provare emozioni. Tutte le emozioni, alla faccia di qualsiasi anello colorato uno possa portare al dito!

Concludendo

Una bella conclusione da leggere tutto d’un fiato, che col suo sapore epico e il suo lieto fine, mai sbrodolato, mi ha rallegrato non poco la giornata. E anche quella dopo!
La mia unica perplessità riguarda l’inquadramento della storia in quel gigantesco colabrodo che gli autori DC chiamano continuity. Con l’avvento della Rinascita, mi chiedo: quanto di ciò che ho letto resterà canon? Per quanto tempo?
Questa conclusione lascia (lasciava?) l’universo DC in una condizione assai migliore, un invito all’ottimismo che si rifletteva nella felicità di molti personaggi – non di chi è causa del suo male, come Atrocitus – ma che mal si abbina alla prospettiva di creare nuove storie incentrate sul conflitto.
E la fine di questa saga mette un’ipoteca di secoli, persino millenni, sulla felicità dell’universo, rendendola certa nonostante i casini che possano capitare in una storia ricca di conflitto!
Credo dovremo solo aspettare che la Rinascita giunga a maturazione…

Annunci

17 pensieri su “Lanterna Verde: la conclusione della run di Geoff Johns

    1. Ha quel tipo di sviluppo dinamico, con scontro finale, arcineAmici costretti a collaborare e tutti che fanno la figura dei gran fighi…
      Mi chiedo se l’effetto manga sia voluto.

    2. Dubito, penso sia dovuto proprio al modo di scrivere di Johns che è piuttosto semplicistico se paragonato ad altri autori, non a caso non ha mai lavorato ad altro tipo di storie.

    1. Sinceramente, non ti so dire a quali spillati corrispondano. Il primo volume è intitolato Sinestro, questo lo ricordo, e inizia con Sinestro che recita il giuramento delle Lanterne Verdi

  1. Mi fai quasi tornare voglia di leggere il mondo lanterniano… ma no, ho chiuso! Dopo aver letto TUTTO quello che è uscito da GL Rebirth (quello vecchio, altrimenti avrei scritto DC Universe Rebirth GL) fino a Flashpoint, serie regolari, speciali, miniserie… amavo tutto ma riprendere oggi questo vasto universo sarebbe troppo per me, non ho più l’età.

    “Con l’avvento della Rinascita, mi chiedo: quanto di ciò che ho letto resterà canon? Per quanto tempo?”

    A quanto dicono, tutto, non trattandosi di un reboot, né di un ritorno alla vecchia continuity pre-Flashpoint. Che poi tanto alla fine per Lanterna Verde è cambiato poco.

    1. Se un po’ ti ho fatto venire la curiosità, ne son contento, anche se hai deciso di non soddisfarla: forse sono riuscito a mettere in luce i lati di questo finale che mi sono piaciuti 😉
      Comunque, capisco il voler chiudere le parentesi, specie quando costano tempo e denaro: io non ho mai letto così tanta roba DC come in questo periodo, per me è ancora una novità 😀
      La domanda sul canone riguarda il fatto che la conclusione suggerisce un universo più pacifico, dal lato delle Lanterne: per dire, anche Sinestro sembra aver optato per una condotta più sostenibile (senza fare spoiler) sebbene nella recente Rinascita non ci siano indizi che accadrà… vallo a sapere :P

    2. Io prendevo quasi tutto fino al 2011, il reboot mi ha salvato e ho abbandonato tutto. Ho ripreso con Rebirth e le letture aumentano di mese in mese, ho paura di tornare a quel periodo in cui prendevo più di quel che potessi leggere.
      Comunque la DC è in prova fino alla conclusione di Rinascita ma manca ancora poco meno di un anno (leggo in originale), aspetto con ansia Doomsday Clock. Portrei abbandonare tutto a seconda dell’esito della storia. Sono un estremista nerd, lo so 😆

      Riguardo la domanda scusa, avevo interpretato male 😜

    3. Non c’è nulla di cui debba scusarti ;)
      Mollare tutto a seconda dell’esito? Ci può stare, una brutta conclusione leva il gusto della storia, specialmente se in mezzo hai già trovato qualcosa che non ti garba (in Rinascita, ci sono alcune storie che ho trovato fiacchine, specialmente quelle sulla Justice League).

    4. Diciamo che sono talmente fissato con la continuity DC che se alla fine di tutto, con Manhattan e/o Mr. Oz, non tornano gli anni rubati, mi incazzo di brutto e mollo tutto!

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...