XXV indiscrete domande cinematografiche, con le scene tagliate e tanti extra!

Durante una raffinata cena di gala, successiva al ballo delle debuttanti, il mio collega di nobiltà virtuale redbavon mi passò di nascosto, onde resistere al tedio della serata sì mondana e decadente, una fiaschetta di grappa in argento col tappo adorno di madreperla, e fini incisioni di un satiro che insidia una ninfa – o di un vecchio, laido politico che insidia una ninfetta… Devo ancora decifrare i simbolismi mitologici assieme al mio istruito tutore il dottor Pangloss: perdonate la mia mancanza, ma gli eventi successivi alla consegna della fiaschetta ancora squassano le mie nobili meningi!

Mentre ero intento a rimirare il pregiato capolavoro, ridendo sguaiatamente tra me e me per il sottile connubio tra satiri, satira e satiriasi, decisi di aprire la fiaschetta, sperando che non fosse realmente piena di grappa – avendo io fatto voto di non bere alcolici perché non ne amo il sapore: il tempo di liberare la fiaschetta, che lesto come una canaglia lesta salta fuori, dal recipiente stappato, un ofide a molla con in bocca un foglietto!
Sacripante di un BaVone! Era una rappresentazione di san Tag Tonio, recante sul retro venticinque ardite domande su un novello intrattenimento, il “fratello storpio e bastardo” del nobile teatro: il cinema tanto amato dai plebei, così mi racconta la servitù durante i miei svaghi nobiliari…
Tosto, l’insidioso BaVone Vosso mi abbandona con l’ingrato compito tra le mani, sostenendo di dover affrontare una battaglia aerea contro non so quale rappresentante della casata dei Borboni… mi dovrò accontentare della fiaschetta erotica come compensazione per l’affronto!

(Fonte: Sentieri selvaggi)

Tutto questo casino per dire che mi hanno taggato col catenazzo sulle domande cinematografiche! °O°

1. Il personaggio cinematografico che vorrei essere?

Mmmmh… forse Dio, in Una settimana da Dio. La combinazione di profonda saggezza e poteri inarrestabili solletica il mio delirio di onnipotenza e complesso del Messia desiderio di equilibrio.

2. Genere che amo e genere che odio?

Come tendenza generale, mi piace qualsiasi film sia di genere fantastico – fantascienza, fantasy e horror – purché sia realizzato con criterio. Soprattutto, non transigo su una buona storia e personaggi sensati: costruisci un brutto intreccio con personaggi cartonati e ti schiverò e schiferò, quindi soffierò e sbufferò su riprese spettacolari, attrici meravigliose e musiche impeccabili!
Genere che odio? Se la giocano in finale il western e i film di guerra.

3. Film in lingua originale o doppiati?

Decisamente doppiati, ma bene: ancora non sono in grado di afferrare qualsiasi frase in inglese o in francese, mi richiede molta concentrazione e rischio di non godermi il film. I sottotitoli? Accettabili, ma per leggere le frasi sul fondo dello schermo, seguo di meno l’azione.

4. L’ultimo film che ho comprato?

Se ricordo bene, The Lego Movie.

5. Sono mai andato al cinema da solo?

A stento sono andato al cinema!

6. Cosa ne penso dei Blu-Ray?

Meglio per i videogiochi che per i film: con un buon televisore, l’azione diventa fastidiosa da seguire, per me. Troppo fluida, è innaturale! :P

7. Che rapporto ho con il 3D?

Nessuno: vado di rado al cinema e quando capita, non ho voglia di farmi rapinare soldi extra per un effetto di cui non mi importa nulla. Lo farei volentieri, però, se chi sta alla cassa indossasse un collant sul viso. Apprezzo la sincerità, soprattutto quando mi fa ridere. XD

8. Cosa rende un film uno dei miei preferiti?

Un buon elemento fantastico e qualche risata, unito all’assenza di inutili inserti sessuali: se volessi vedere un porno, andrei a vedere Alla fata Morgana piace tanto la durlindana, tanto per stare sul fantasy. Lo citava spesso un amico, chissà se esiste davvero. Il mio amico, non il film.

9. Preferisci vedere i film da solo o in compagnia?

Se il film è brutto, voglio vederlo in compagnia, per dire un sacco di cavolate e ridere. Se il film è bello, da solo o con al massimo un’altra persona: più gente c’è, più mi vien voglia di fare il buffone.
Ma solo in casa: al cinema parlo poco e sottovoce, di solito i rompiballe sono seduti dietro di me.

10. Ultimo film che ho visto?

E qui arriva il momento truce, la Vergogna™! L’ultimo film visto al cinema è stato…
È stato…
E va bene, lo confesso, è stato Hansel & Gretel – Cacciatori di Streghe! Non arrestatemi, vi prego, ho delle attenuanti: biglietto e pop corn costavano la metà, ne sono uscito con circa sei euro di spesa! E poi mi sono divertito ad anticipare qualche passaggio della storia a un amico – il film era lievemente prevedibile… comunque, mi aspettavo il nulla e ho avuto qualcosa, il bilancio si è chiuso in positivo.
La cosa migliore, è stata l’uscita di una donna seduta dietro di me, intenta a dire a qualche amico

Eh, quando vedi la pubblicità in tivù, sembrano tutti bellissimi, questi film. Poi vai a vederli e ci rimani male…

La donna che sussurrava agli amici,
a Natale nei migliori cinema

Ora, mia gentile signora: cosa, di questo trailer, le ha fatto pensare che il film non sarebbe stato una cafonata surreale? In cosa sarebbe stato poco sincero? Così, per sapere se a essere vittima di una dissonanza cognitiva sia io oppure lei… dopo aver visto Biancaneve e il Cacciatore si sarà suicidata, povera donna!

11. Un film che mi ha fatto riflettere?

Vorrei fare una battuta su qualche film con gli specchi, come Mirrormask, ma eviterò. Così su due piedi, forse Fahrenheit 451: lettori e libri che bruciano, un vero film dell’orrore!

12. Un film che mi ha fatto ridere?

Saranno miliardi: per esempio, i primi Fantozzi, Una strega chiamata ElviraMystery MenLa signora ammazzatutti… Quelli che mi hanno scatenato più risate sono, però, i film brutti visti con gli amici: una gara continua a dire stronzate vergognose, ispirati dai liquami cinematografici prodotti da autori e attori scarsissimi!

13. Un film che mi ha fatto piangere?

Da bambino, durante un film, piangevo sempre alla rottura di un giocattolo (animismo infantile) o vedendo il maltrattamento di un animale – mai per il massacro di esseri umani, loro erano ovviamente attori, ero certo che non sarebbero morti in scena.

Da uccello gotico a uccello gotico: #credici, Conte Gracula!
(Fonte: MyMovies)

Oggi… non so, non mi capita di piangere durante un film, ma mai dire mai!

14. Un film orribile?

Da dove inizio? Prima di tutto, ci sono tanti film che piacciono a un sacco di gente ma non a me – molti Star Wars, 2001 Odissea nell’Ospizio, Pacific Rim, Shining… ma di veramente loffio continua a tornarmi in mente La terza Madre! Eppure, sono certo che non sia il peggiore che mi sia mai capitato…

15. Un film che non ho visto perché mi sono addormentato?

Il tocco della Medusa: avevo tredici anni o quattordici e l’avrei voluto vedere, ma l’hanno trasmesso a un orario adatto solo a prendere il tè con Dracula e stavo morendo per il  sonno, così mi sono detto “speriamo che lo diano di nuovo” e ho spento la TV.
Non l’ho mai più visto, GRRRR! ò_ó

16. Un film che non ho visto perché stavo facendo le “cosacce”?

Se vuoi fare le cosacce, TV spenta, punto! E al cinema credo che sia reato di oltraggio al pudore… chiederò al futuro avvocato della Geek League! Comunque, la risposta è: nessuno.

17. Il film più lungo che ho visto?

Non ricordo, sul serio. Potrebbe essere Gandhi, ma non l’ho visto tutto…

18. Il film che mi ha deluso?

Adesso serviamo il numero 18, in coda altri 130… tendenzialmente, se un film mi delude davvero, lo cancello dalla memoria. Ho solo 200 kb in testa, mi serve spazio.

19. Un film che so a memoria?

Nessuno. Sono spesso vittima dell’effetto Mandela, quello che piace tanto a Moz, e poi odio imparare a memoria le cose, non mi viene spontaneo.

20. Un film che ho visto al cinema perché mi ci hanno trascinato?

Karate Kid 2. Ero bambino, non andavo mai al cinema e quella domenica volevo stare a casa per guardare i cartoni su Rete 4, c’era la virago-sorella di He-Man in TV, ma niente: mia madre e una coppia di zii mi hanno costretto ad andare a veder Ralph Macchio, anche se non me ne fregava una beata minchia, e infatti non l’ho seguito e mi sono annoiato a morte.
Avete presente quei bambini che vogliono sempre le attenzioni dei genitori e odiano stare da soli? Ecco, io ero l’esatto contrario!

21. Il film più bello tratto da un libro?

Mi cogli decisamente in contropiede. Chiunque tu sia, creatore della catena. Non saprei proprio, sono certo che non sia Shadowhunters: non ho letto il libro, ma il film era… era… non era pensato per me, dai!

22. Il film più datato che ho visto?

Credo sia stato Nosferatu, quello del 1922.

23. Migliore colonna sonora?

Ho mai detto che non ho sensibilità per la musica? Non me ne viene in mente nemmeno uno: se le musiche non sono orribili, non sto a badarci troppo. Giusto se ne devo parlare qui, provo a starci più attento.

24. Migliore saga cinematografica?

Per me, Ritorno al futuro. Oppure Ghostbusters (due film bastano, per farne una saga? Il nuovo è un reboot e non l’ho ancora visto, perciò non è parte della saga, credo). Anche Il Signore degli Anelli non era male.

25. Migliore remake?

Non so cosa rispondere, non sto a badare al fatto che un film sia un remake o meno. Se la domanda fosse stata “Peggior Remake?”… no, niente, stessa cosa. :P

E qui finisce la catena

25 domande sono tante, ma ce l’ho fatta, in qualche modo. spero di non essere stato troppo tedioso, soprattutto con l’introduzione della fiaschetta :^P
Dovrei nominare sette unti da san Tag Tonio, ma dei molti a cui penso, buona parte sono già stati nominati… eccetto lei, forse: intempestivoviandante, che da un po’ di tempo a questa parte ha deciso di ampliare la sua collezione di esperienze cinematografiche recuperando titoli classici degli anni ’20.
Non so se troverà il tempo di partecipare a questo gioco, né se le faccia piacere: nel caso si getti nella mischia, leggerò con piacere le sue risposte. ;)

Annunci

44 pensieri su “XXV indiscrete domande cinematografiche, con le scene tagliate e tanti extra!

  1. Salgo sulla sedia – Oh! là dietro, non fate scherzi eh – batto le mani in 43 minuti ininterrotti di applausi! Mi sono sbellicato. Sei riuscito ad architettare un’intro del “ma dove cacchio vuole parare questo qui?!?”, in cui io spesso mi diletto. E ti ringrazio di avermi anche inserito come “attore”.
    Per il resto delle domande mi sono sbellicato. Anche se abbiamo gusti differenti, mi hai trascinato fino all’ultima risposta e mi sono sentito partecipe.
    Conte, i miei ossequi…Ah…e se gli effetti dei soli fumi della grappa sono questi, la prossima volta una cassa! Offre la casa.

    1. Vi ringrazio, Barone ;) l’intro mi è venuta quasi di getto, l’ho ritoccata pochissimo – in confronto, è stato più impegnativo rispondere alle domande, alcune erano un po’ fuori dalla mia area di comfort, forse per il mio modo di pensare rettiliano :P
      È stato divertente, però, e mi fa piacere che anche tu ti sia divertito ;) grazie per la tagghitudine!

  2. Dio è Nelson Mandela, eh! XD
    Comunque… sai che anche io ci rimanevo male per gli animali? Ho ancora impressa la scena del ciuchino gettato per le scale da Mangiafuoco… :o

    Moz-

    1. XD

      Gli animali tendono a essere la parte debole, nel rapporto con l’uomo. A meno che non si parli di un essere umano disarmato contro un grosso predatore…
      Forse la violenza sugli animali colpisce perché li percepiamo come indifesi – e coi bambini non capita a causa dei film con protagonisti dei bambini eroici e competenti. Vallo a sapere :P

  3. La fiaschetta mi piaceva.
    Pensa che i film, non comici, con le battute dove tutti ridono mi fanno smettere di vedere i film, non comici, con le battute dove tutti ridono.

    1. Un giorno proverò a disegnarla, la fiaschetta – ho già in mente i modelli per il satiro e la ninfetta, MWA HA HA HA HA! ^^

      Riguardo al tuo evitare i film, non comici, con le battute dove tutti ridono, ti capisco: io sento persino un po’ di imbarazzo per i personaggi – non come quando qualcuno viene scoperto a mentire o a tradire, ma comunque sento imbarazzo -_-

    2. Fidati: ci saranno dei momenti in cui senza soffriresti troppo.
      Io avevo seduta al mio fianco una signora di una certa età che rideva per ogni cosa ridicola pensata per fare ridere un bambino prescolastico.
      Quanto ho invocato l’oblio. Oltre a Yog-Sothtoth, ovviamente.

    3. Ecco sí. Molto dolby quella sera.
      Per It invece io ero come te e tutti gli amici della disgraziata (perché la natura non le ha donato un cervello), invece erano dolby: io con amici mi giravo per zittire la ragazzina, ma anche gli amici della suddetta cercavano di zittirla in ogni modo. Non si può piú andare al cinema in pratica.

  4. 6. come me.
    8. ahahah!
    9. i rompipalle maleducati sono sempre seduti dietro!
    16. anche farlo in macchina o in un parco ma chi se ne frega! 😁

    p.s. ‘sto tag ha rotto il cazzo, lo abbiamo accettato in troppi! Meglio il tuo sul superpotere inutile a cui prima o poi risponderò!

  5. rikynova83

    La tua risposta alla domanda 1 le batte tutte :D.

    2) Peccato per i western e peccato (come già detto in pvt) per i film horror\trash :D.

    4) Grande! Anche io ho Lego Movie originale.

    10) Ecco appunto, ogni tanto qualcosa di trash serve al morale!

    “Eh, quando vedi la pubblicità in tivù, sembrano tutti bellissimi, questi film. Poi vai a vederli e ci rimani male”: magia dei confezionatori di trailer!

    14) La terza madre di Argento è l’horror serio che diventa trash. Terribile.

    16) Mitico Kiral :D

    20) ahahah io pure non ho mai amato (Emanuele perdonami :D!) la saga di Karate kid..

    24) Ghostbusters ottima scelta! (Sì, il reboot lo escludiamo).

    1. La donna ingannata dai trailer la ricorderò per sempre: se mi concentro, mi torna in mente la sua voce, l’ha sparata davvero troppo grossa XD

      Dario… Dario… che cavolo gli sarà preso, un tempo era capace di imbastire un film con qualcosa di buono, anche in mezzo a trame imperfette, ma con la terza madre ha infilato dialoghi improbabili in una trama incoerente, effetti poco funzionali e Asia al peggio della sua recitazione. Mi dispiace, era uno dei simboli dell’horror italiano. :(

      Riguardo Karate Kid, il secondo nemmeno mi dispiace, da quando ho superato i venti: solo, non volevo buttarci una domenica da bambino :(

      Ghostbusters – il nuovo – un giorno lo guarderò pure, sono curioso!

    2. Pensa che ho rivisto il primo un annetto fa e l’ho apprezzato ancora di più di quando ero piccolo!

      L’ultimo Ghostbusters deve essere boicottato a prescindere!

    3. Boh, finché non lo vedo, Ghostbusters, non posso valutare: è stato criticato molto a priori per aver messo tizie al posto dei tizi e viceversa, idea un po’ pigra, non si può negare, però il mondo l’ha bocciato prima ancora che si vedesse un trailer… magari sarà brutto, ma sono curioso lo stesso :P

    4. E hanno fatto bene! Questo è peggio di un remake (che odio tutti, quelli moderni, senza averli visti), è un insulto alla cinematografica! Peggio di quella stronzata di Jumanji (me ne fotte se ne hanno parlato bene).
      Basta, non ti sono più amichetto!

  6. Ecco il futuro avvocato della GL, in soccorso per la domanda 16 XD
    Non è più reato, ma gli atti osceni in luogo pubblico, aperto o esposto al pubblico sono puniti con sanzione amministrativa da 5000 a 30000 euro!
    Inoltre scatta la reclusione da 4 mesi a 4 anni e 6 mesi se gli atti sono commessi in luoghi frequentati da minori!
    Quindi occhio a fare le zozzerie al cinema XD

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.