[Guest Post] Wrestler ispiratisi a personaggi di fiction. Parte 1, di Denis

Del fatto che per un periodo io sia stato interessato al wrestling, ho già accennato in passato, ma non ho ancora rivelato – non qui – che sono un appassionato di cosplay (ma non ne faccio): quelli belli mi piacciono, ma quelli fatti male mi conquistano! Devono essere fatti male davvero, però: voglio costumi arrabattati dai cassonetti dei vestiti usati, indossati da gente che assomiglierebbe al personaggio voluto solo dopo una robusta reincarnazione…

Soprannominato Sailor Bubba, costui è l’archetipo dei cosplayer tragici, ma per lo meno, è una cosa voluta. Che io sappia, non è un wrestler.
(Fonte: Crunchyroll)

Meglio questo, che godere degli incidenti stradali altrui. O augurarli ai cosplayer scarsi – sì, accadono pure queste cose, quando il fandom si prende troppo sul serio, ma non divaghiamo e prepariamoci per una serie di guest post di Denis. Il tema è: wrestler che si ispirano a cinema, star della musica, fumetti etc., per dare vita a personaggi memorabili. In un verso o nell’altro.

A partire da questo momento, le immagini (e le loro fonti) sono state cercate da Denis, e anche i commenti sono tutti suoi. ;)

WRESTLER ISPIRATISI A PERSONAGGI DI FICTION. PARTE 1

Elvis Presley: Roy Wayne Ferris debutta nel 1986 con una gimmick ispirata agli imitatori di Elvis Presley, The Honky Tonk Man; la sua valletta Peggy Sue era in realtà Sherry Martel (r.i.p) che indossava una parrucca bionda.
Faceva la parte del cattivo (heel) rompendo chitarre in testa a fine match ed è suo il record di regno della cintura intercontinentale più lungo, ben 454 giorni, interrotto da Ultimate Warrior in un match di 31 secondi, a Summerslam 1988.
Suo cugino è Jerry “the king” Lawler, con cui non è in buoni rapporti.

Always in my mind
(Fonte: prowrestlingradio.com)

Tartarughe Ninja: la promotion messicana Alianza Universal de Lucha Libre crea una stable vestendo 4 luchador come le Tartarughe Ninja e chiamandola Los Tortuguillos Karatekas composta da Tortuguillo Karateka I, II, III, IV, mentre nella promotion International Wrestling Revolution Group creano un’altra stable, sempre di 4 elementi, chiamata Tortugas Ninja. Ecco i nomi: Donatello, Leonardo, Miguel Angel, Rafael e si affronteranno pure in un match 4 contro 4.
Anche questi erano gli anni ’90.

Los Tortuguillos Karatekas
(Fonte: http://www.luchawiki.com)

Sub Zero: a Raymond M. Lloyd tocca, nella WCW del’96, la gimmick ispirata al ninja Sub Zero del terzo capitolo del videogioco Mortal Kombat, tra lenti colorate di blu, entrata ad effetto con laser blu e neve finta.

Finish Him
(Fonte: http://www.kayfabenews.com)

Suicide Squad: Alexa Bliss, tra l’altro somigliante all’attrice Margot Robbie, ha portato in scena per un po’ un ring attire simile ad Harley Quinn.

Sono un bel fighino
(Fonte: http://www.thesportster.com)

Venerdi 13: verso la metà degli anni ’80, il wrestler Karl Moffat, nella Stampede wrestling della famiglia Hart, adotta la gimmick di Jason The Terrible, in pratica il Jason Voorhees della saga di Cristal Lake. Anche Jeff Cobb di Lucha Underground sembra ispirarsi a Jason nella gimmick di Matanza Cueto, anche se il costume senza maniche ricorda quelli dei tre videogiochi di SplatterHouse (’88,’92,’93).

Un’esperto di campeggi estivi
(Fonte: http://www.thesportster.com)

Jack Sparrow: nel 2006, in WWE, all’inglese Paul Burchil viene data la gimmick del pirata, ma si rivela fallimentare.
Il lottatore ha pure una sorella, Katie Lea Burchil, anche lei wrestler, apparsa recentemente a Impact nel ruolo di Katarina.

All’arrembaggio!
(Fonte: http://www.thesportster.com)

Continua…

Denis

23 pensieri su “[Guest Post] Wrestler ispiratisi a personaggi di fiction. Parte 1, di Denis

  1. Denis

    Scusa, Conte ha fatto due errorini se puoi corregili allora, Sherry Martel e il nome esatto e Katie Lea non Lee.
    Di ciccioni orrendi nel wrestling ci sono stati Bastion Boorger e il recentemente scomparso King Kong Bundy, omaccione dalla testa d’uovo e senza collo

  2. vanhelsing78

    Veramente interessante, il mondo del wrestling è sempre stato pieno di personaggi bizzarri. Ed è per questo che mi piace

  3. Denis

    Il wrestling messicano è pieno di maschere su Fight Network fanno a Impact li compaiono spesso wrestler messicani dalle maschere assurde come Psicho Clown, Puma King, El Hijio Del Fantasma e uno dei miei preferiti Pentagon Jr una specie di scheletro.

    1. Ero convinto che il cugino wrestler di Elvis si chiamasse Jerry Lee Lewis 😅
      Stupende le tartarughe!
      La tipa non mi pare assomigli molto alla Robbit, è uno scricciolo in confronto.
      L’ultimo non c’entra nulla con Jack Sparrow 😆
      Comunque fantasia portami via!

    2. Denis

      Honky Tonk Man e recentemente entrato nella Hall of Fame della WWE ma sul ring non era granchè e aveva pure la panza, dalla foto non si vede ma Alex Bliss ha gli occhi azzurri, non mi sembra che sia molto alta Margot Robbie, la gimmick del pirata e una vera cazzata semplicimente ci hanno preso spunto perchè la trilogia dei pirati dei caraibi e uscita in quegli anni 2002-2005

    3. Nemmeno sapevo che Elvis avesse un cugino wrestler :P
      La squadra di tartarughe è un’idea simpatica, fossi stato uno degli aventi diritto, li avrei sponsorizzati :D
      Harley l’avrei preferita giullare, l’ho detto spesso, mentre riguardo a Jack Squallor, la somiglianza è modesta, ma il riferimento è probabilmente quello, ai tempi, la serie dei Pirati sei Caraibi tirava un bel po’.

    1. Ahahah sì! :) :)
      stavo iniziando a scrivere un post, abortito, sulle armature fantasy… siamo in periodo di fiere del fumetto, meglio passare oltre. :D

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.