Il primo numero di Card Captor Sakura Clear Card, di CLAMP

“Quando tutte le carte saranno riunite, non sarà la fine, ma un inizio…
Sarà l’inizio della fine.”

Ed eccoci qua, pronti a indossare leziosi costumi da battaglia e a lucidare i nostri strumenti magici, per dare ancora una volta la caccia alle carte magiche che, con i loro poteri, combinano pasticci di ogni genere!
Come dite? Le carte di Clow sono già state catturate e trasformate tutte?
È vero, ma c’è sempre un nuovo mazzo in attesa, da qualche parte, soprattutto se le vecchie carte si… scoloriscono, diciamo.

Card Captor Sakura Clear Card 101

Scansione

La storia riprende quasi dal finale di Card Captor Sakura: la protagonista sta per iniziare le scuole medie e, lungo il tragitto, incontra la persona che più di tutte desiderava vedere, di ritorno dai suoi misteriosi doveri all’estero.
La vita scorre tranquilla e perfetta, finalmente, ma proprio quando Sakura riflette sul fatto che non ha più avuto bisogno di ricorrere alla magia, fa uno strano sogno, in cui le sue carte magiche diventano trasparenti e vanno in frantumi, di fronte a una figura misteriosa in abito da mago.
Al risveglio, le carte magiche sono ancora al suo posto, integre… ma totalmente trasparenti.
È l’inizio di una nuova ordalia per Sakura Kinomoto, la giovane maga col potere più grande a questo mondo!

La scheda

Titolo originale: Card Captor Sakura Clear Card Hen
Storia e disegni: Clamp (Nanase Okawa, Mokona, Tsubai Nekoi, Satsuki Igarashi)
Traduzione: Yupa
Editore originale: Kodansha Ltd. (2016)
Edizione italiana: Edizioni Star Comics (2019)
Prezzo: 4,50€

Disegni

Nel corso degli anni, i disegni prodotti dallo studio CLAMP hanno cambiato stile diverse volte – anche perché diversi aspetti del disegno sono gestiti da un diverso membro in base all’opera, per come si sono organizzate le quattro autrici.
Soprattutto, da Card Captor Sakura a opere come Tsubasa RESERVoir Chronicle c’è un abisso di differenza – Tsubasa ha uno stile più… gommoso, diciamo.
Per Clear Card, le CLAMP hanno optato per un parziale ritorno al passato, con un tratto che ricorda quello di Card Captor Sakura, ma con leggere influenze da Tsubasa (per esempio, ci sono dei momenti in cui le spalle dei personaggi appaiono un po’ strette, rispetto alla testa, come in Tsubasa, dove i personaggi appaiono parecchio più longilinei).

Rispetto alla vecchia serie, in Clear Card sono lievemente aumentati di numero gli sfondi, pur essendo preminenti le vignette in cui compaiono effetti astratti, “infiorescenze metafisiche” (come la mia amica Confessora definisce gli sfondi fioriti) e retini vari.
In questo primo numero, ci sono state due scene d’azione: la prima è movimentata e molto rapida, dalla conclusione un po’ affrettata, mentre la seconda, più “rilassata”, ricorda il tenore delle scene d’azione della vecchia serie, con la protagonista che cerca di capire la natura della minaccia di turno per risolvere la crisi.

Personaggi

Al momento, i personaggi sono quelli della vecchia serie – nessun nuovo arrivato, per ora, ma avendo visto la prima stagione animata sul canale Yamato, se le cose andranno nello stesso modo, dovrebbero arrivarealmeno due/tre nuovi personaggi fissi nel cast.
Anche le relazioni tra i personaggi sono invariate dai tempi del vecchio manga.

Storia

Attenzione: la densità degli eventi, in questo primo numero, è bassa: il poco che scriverò, potrebbe coincidere con la totalità del volume, o quasi.
Penso che la lettura di questa serie potrebbe dare più soddisfazioni leggendo due o tre volumi di seguito, ma essendone usciti pochi in patria, nel momento in cui scrivo, siamo destinati a una pubblicazione italiana un po’ lenta…

Il volume è un po’ sottile, poco più di 150 pagine, dunque non presenta molti capitoli. Quattro pagine all’inizio sono dedicate a fornire un po’ di contesto ai nuovi lettori, e a quelli vecchi e smemorati, fornendoci poche informazioni su storia e personaggi della vecchia serie.

Una nuova, misteriosa minaccia legata alle carte si manifesta nella vita di Sakura, dopo alcuni anni dal finale della vecchia serie: a seguito di uno strano sogno, le carte magiche di Sakura diventano trasparenti e inutilizzabili.
In compenso, la ragazza ottiene un nuovo strumento magico e un nuovo cerchio, proprio all’interno dei suoi sogni: il nuovo scettro le permetterà di porre un sigillo alle minacce magiche che si manifestano attorno a lei, trasformandole nelle sue nuove carte.

Il vecchio cerchio magico di Sakura
Il nuovo cerchio magico di Sakura
(Fonte: qui)

In tutto questo, qualcuno sembra sapere più di quanto dica: Shaoran (qui traslitterato Syaoran) ed Eriol, in contatto tra loro, nascondono a Sakura ciò che sanno, probabilmente a fin di bene (situazione già vista nella vecchia serie).
Shaoran non manca di mostrare uno sguardo preoccupato, quando nessuno lo osserva: Eriol deve avergli contagiato la sua attitudine per la manipolazione a fin di bene! :P

Concludendo

Card Captor Sakura Clear Card si presenta come un “more of the same”, un bis della vecchia serie, almeno per il momento: sembra un po’ un reboot del vecchio manga, pur essendone semplicemente il seguito.
Complice il “basso” numero di pagine, capitano poche cose (con due scene d’azione principali) e si inizia a costruire un’atmosfera fatta di domande, come capita spesso con le storie delle CLAMP.
Probabilmente, le risposte saranno un po’ complicate… :P

I personaggi seguono schemi di comportamento già visti – qualcuno, come Shaoran, presenta un tratto caratteriale nuovo: nascondere le proprie preoccupazioni. Sicuramente sa qualcosa della nuova minaccia, ma non ne parla per non influenzare la motivazione di Sakura e permetterle di trionfare alla sua maniera.
Clear Card ha un inizio lento (la cosa a me non crea problemi, ma chiunque preferisse maggior movimento, probabilmente farebbe bene a leggere più di un volume alla volta) e un certo effetto deja vu, almeno per ora.
Il prossimo numero dovrebbe uscire ad agosto: per allora, vedremo se cambierà qualcosa.

Link

La pagina dell’editore dedicata al fumetto

Annunci

4 pensieri su “Il primo numero di Card Captor Sakura Clear Card, di CLAMP

    1. Le Clamp hanno quasi sempre idee strane e interessanti.
      Dal cartone di Clear Card emerge un’idea di intrigo (ho un sospetto sul tema che verrà toccato) ma non so quante differenze ci saranno col manga…

  1. Infiorescenze metafisiche… ahaha! Bellissimo!
    Ancora non lo leggo, ma devo: ho amato la serie originale.
    Certo, non mi aspetto chissà cosa ma sarà come ritrovare vecchi amici.

    Moz-

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.