[Guest post] Videogiochi mai usciti

Oggi, Denis ci accompagna in una passeggiata lungo la spiaggia dei sogni videoludici infranti: giochi annunciati, magari arrivati anche in fasi di sviluppo avanzate, eppure mai pubblicati, usualmente per motivi commerciali che non sempre riesco a capire.
Largo a Denis, e alle immagini da lui fornite, con la carrellata di cancellazioni! Immagino già la sofferenza di qualcuno – ma anche il suo sollievo – nel leggere di certi titoli…

Videogiochi mai usciti

Police Academy/Scuola di Polizia: sarebbe dovuto uscire nel 1990, sviluppato dalla Tengen (oh mamma). Sarebbe stato un gioco platform con possibilità di switch tra due personaggi, impegnati a salvare il pesce rosso del Comandante Lassard. Si sarebbe partiti usando Tackleberry, poi la popputa Callahan e via gli altri.
Non uscì mai, penso per il disastro del settimo film.

Twin Peaks: la rivista di videogiochi GamePro, nel marzo del 1991, annunciò la prossima uscita del gioco tratto dalla mitica serie di David Linch e Mark Frost.
Sarebbe stato un gioco di ruolo, basato sulla seconda stagione della serie, con finali differenti in base al personaggio scelto.
Nel 2010 uscì Deadly Premonition, ispirato alla serie, per Xbox 360 e dopo qualche tempo pure su PS3 (tra un po’ uscirà il seguito in esclusiva per Nintendo Switch): un titolo che ho nella mia collezione e direi che il Game Designer Swery65 ha tirato fuori un gioco fatto con pochi soldi, ma personaggi incredibili. Un ottimo omaggio a Twin Peaks.

Un disegno per la creazione di un livello di Star Wars 1313

Star Wars 1313: un promettente gioco in singolo su Guerre Stellari, per Xbox One e PS4, in cui si sarebbe usato il cacciatore di taglie Boba Fett. Fu cancellato dopo l’acquisizione della Lucasarts da parte della Disney; sarebbe stato un action game sul modello di Uncharted, quindi un gioco d’azione in terza persona con scene scriptate, e avrebbe avuto anche uno sviluppo verticale dei livelli grazie al jetpack. Dieci livelli in cui cacciare i criminali, con dialoghi con personaggi non giocanti, tematiche più adulte come prostituzione e terrorismo, il tutto ambientato nella metropoli sotterranea 1313, con un misterioso livello aggiuntivo, il 1314. Alcuni elementi, tra cui il costume, li riprende la serie The Mandalorian.
Ho un gioco simile per PS2: è Stars Wars Bounty Killer, in cui si usa il papà di Boba, Jango Fett. C’è lo sviluppo in verticale dei livelli, si taggano i nemici con il visore per vedere se hanno una taglia sulla testa e alcuni valgono di più se li catturate da vivi. Quando prendete il jetpack, bisogna stare attenti a non finire il carburante. Mi chiedo se, di fatto, Star Wars 1313, previsto per il 2014, non dovesse esserne il seguito.

Alien Crucible immagine di gioco un po’ Mass Effect, un pò Prometheus. Tutto figo, ma non lo vedremo mai.

Alien Crucible: nel 2006 la Sega, detentrice dei diritti su Alien per i videogiochi, commissionò all’Obsidian lo sviluppo di questo gioco, che sarebbe stato un rpg in terza persona con party di 3 personaggi, morte permanente dei personaggi, se uno fosse stato preso dal facehugger, si sarebbe potuto ucciderlo subito o criogenizzarlo per cercare di estrarre il chestbuster, e duranti i dialoghi, ci sarebbe stato il rischio di essere attaccati dagli Alien.
Come in Rainbow Six, si sarebbe potuto ordinare a un compagno di squadra di aprire una porta e all’altro di tirare una bomba e ci sarebbero stati i diversi tipi di Alien: Droni, Regine, Scout, Soldati e altre creature ostili. Le munizioni e le risorse sarebbero state scarse e ci sarebbe stata pure una parte gestionale con costruzione di basi, edifici e armi upgradibili, ci sarebbe stata la scelta delle classi e i vari personaggi avrebbero aumentato il loro livello.
La trama avrebbe dovuto svolgersi sul pianeta Caldera, dopo una chiamata di soccorso della colonia lì presente e si sarebbe dovuto indagare anche sul collegamento tra gli Ingegneri (misteriosa razza aliena) e gli xenomorfi: nei concept dei disegni c’è pure la nave a forma d’anello, insomma, avrebbe pure anticipato Prometheus. Lo scopo del gioco sarebbe stata la fuga da Caldera.
Ma nel 2009 la Sega cassò il progetto, per incomprensioni e difficili rapporti con l’Obsidian, e commissionò alla Rebellion Alien vs Predator, uno sparatutto in prima persona uscito nel 2010 e diviso in tre campagne: Marine, Alien e Predator.
L’Obisidian, nel 2010, rilasciò Fallout New Vegas e recentemente The Outer Worlds.

Botte, balli e pupe a Las Vegas.

This is Vegas: la Midway fece sviluppare al suo studio interno, la Surreal Software, questo open world in stile G.T.A. con focus sui giochi d’azzardo e corse clandestine. Ricordo che all’epoca, sulla rivista Game Republic, c’era la copertina dedicata a questo gioco e una preview. Ma successe l’imponderabile: la Midway fallì nel 2009, venne acquisita dalla Warner Bros Interactive Entertainment e nonostante il gioco fosse quasi completato, venne cassato, nonostante il suo sviluppo fosse costato 43 milioni di dollari!
La Surreal Software ha creato bei giochi survival horror come i due The Suffering, di cui ho il primo, con mostri disegnati dallo Stan Winston Studios.

Direttamente dall’Inferno, prima parte: un cenobita e la casalinga annoiata.
Direttamente dall’Inferno, seconda parte: un nano sui trampoli e una cowgirl.

Thrill Kill: nel 1998, sarebbe dovuto uscire questo picchiaduro 3D per PS1, prodotto dalla Virgin: 4 lottatori su schermo, alta dose di splatter e personaggi deviati tra cui un chirurgo plastico, un bifolco cannibale, un giudice corrotto e una casalinga sadomaso, il tutto ambientato all’Inferno, in cui il demone Marruka si annoia e indice un torneo (più Mortal Kombat di così) tra le anime dannate. Praticamente siete già morti e finiti all’inferno per omicidi commessi in vita. La thrill kill sarebbe la “fatality” del personaggio.
La EA, nello stesso anno, comprò la Virgin e per paura di polemiche non fece mai uscire il gioco.
E dire che la EA farà uscire Dead Space 10 anni dopo: un gioco violento e splatter per Xbox 360 e PS3, che si rifà a Resident Evil 4 come impostazione e come ambientazione ad Alien.

Ciance non richieste della Gracula

Il videogioco su Scuola di polizia (il cartone animato per bimbi, addirittura!) sarebbe stato superfluo e quello su Twin Peaks… rischioso, probabilmente, salvo allegare un joypad cosparso di LSD con ogni copia del gioco, per iniziare a creare la giusta atmosfera. :P
Di tutti questi titoli, conosco solo Thrill Kill, avendo potuto giocare a una sua beta venuta da chissà dove – era il tempo delle Playstation modificate e qualcuno portò il gioco in un negozio che non esiste più da lustri. Era divertente, nella sua grezzaggine, e la sua cancellazione mi infastidì un po’, ai bei tempi della mia post-adolescenza. Anche perché poco tempo dopo uscì un gioco di impostazione simile su un gruppo di rapper picchiatori o qualcosa del genere… vabbé, ne è passata di acqua sotto i ponti!

38 pensieri su “[Guest post] Videogiochi mai usciti

  1. Denis

    Scuola di Polizia non so se era riferito alla serie animata ma ho trovato solo questa immagine, ma come platform su Nintendo 8 bit usci Blues Brothers, il gioco a cui ti riferisci Conte è Wu Tang Clan dell’ononimo gruppo rap e usa proprio lo stesso motore grafico di Thrill Kill!

    1. Denis

      Pensa che Game Republic c’era tutta un’anteprima su Star Wars 1313, la Disney la cassato per l’alto costo nel produrre videogiochi e se noti dell’ultima trilogia a fatto solo Lego Guerre Stellari Il risveglio della forza.

    1. Denis

      Pensa che proprio oggi in un cestone dell’ Esselunga pieno di dvd ho trovato il cofanetto di Guerre Stellari la trilogia classica e c’era scritto tutto a 4,90 euro, ma alla cassa sparano 20 euro e poi mi hanno fatto andare con un’altra commessa a suddetto cestone e aspettare 10 minuti, prima di risolvere, infine me la hanno dato a 4,90 euro.( ho usato la Forza^_^)
      Be tieni conto che adesso è uscito Star Wars Fallen Order e la EA era da anni che non faceva un vero gioco single player

    2. O magari peggiore, chi lo sa… :P
      Non ho mai giocato un gioco di Star Wars, non seguendo la religione di Lucas, ma immagino che ci siano giochi belli e giochi meno belli.

  2. Denis

    Lucas aveva la Lucasarts per fare i videogiochi sono famosi per le avventure grafiche: Monkey Island , Loom e simulatori di volo per Pc come Tie Fighter e i giochi su Indiana Jones.
    Poi ovvio Conte non bisogna prendere troppo sul serio un mondo di fantasia.

    1. Denis

      Alien Crucible sicuramente era un gioco promettente la Obsidian ha fatto ottimi giochi di ruolo e pure ben scritti a livello di trama e dialoghi

    2. Certo fa un po’ strano: spendi per produrre un gioco e a un certo punto, ti accorgi/decidi che è meglio buttare tutto nella monnezza.
      Ancora più strano quando si tratta di licenze note, che farebbero vendere per il nome anche un clone di campo minato :P

    3. Se questi anni mi hanno insegnato qualcosa, è che se non vuoi puntare su nuove idee, ripeschi le vecchie. Non escludo che questo possa implicare ripulire dei vecchi progetti – anche se è più facile che vengano smontati e riassemblati in qualche gioco di Frankenstein :P

  3. Denis

    Secondo me è cosi la Sega aveva bisogno subito che il gioco uscisse entro il 2010 per non perdere i diritti di Alien e l’Obsidian non ci stava nei tempi, cosi lascia in mano alla Rebellion perchè e più semplice fare uno sparatutto 3d che un gioco di ruolo, per Star Wars 1313 l’ideatore del gioco voluto piuttosto anche che un ‘altra casa continuasse lo sviluppo, la Visceral ( Dead Space e Dante Inferno ) e dire che George Lucas era entusiasta del progetto, purtroppo la Disney cassò tutto.
    Per This is Vegas, la Warner forse non l’ha completato e speso in pubblicità perchè nel 2010 usci Read Dead Redemption della Rockstar, oppure perchè gli interessava solo Mortal Kombat e il catologo dei vecchi titoli e togliersi una casa rivale.
    Ma c’è pure un caso inverso True Crime Hong Kong scaricato dall’Activision perchè non ritenuto valido contro Gta, preso dalla Square Enix fatto completare e rinominato Sleeping Dogs.

  4. Bel post!

    Non sapevo di nessuno di questi e francamente mi importa poco che siano saltati 😁
    Scuola di Polizia è come se fosse uscito, ci sono alternative simili di quegli anni.

    p.s. il nano sui trampoli fa paura!

    1. Thrill Kill era un trashone divertente, un piccolo cult anche nella sua versione incompleta e instabile ^^
      Cattivo gusto voluto e reinterpretazioni delle skin dei personaggi abbastanza fantasiose (tipo il cannibale che mena con una gamba mozzata: nell’altra skin, ha una gamba di legno, ergo la gamba mozzata è la sua!)

    2. Denis

      In effetti il piccolo Nintendo 8 bit era pieno di platform 2d, ne ricordo uno chiamato Mr Gimmick che su Ebay è andato via a 500 euro in una asta.
      Comunque la lista dei titoli Nes 8 bit che ho visto ha un numero enorme di giochi mai usciti

  5. Ottima carrellata e se ne potrebbero citare a mazzi di giochi annunciati in pompa magna e poi svaniti nel nulla. Io cito invece una console 16 bit pubblicizzata sulle riviste come un “messia”, la Konix Multisystem. Le novità in effetti erano interessanti per l’epoca: l’origine europea (era un’azienda del Galles che produceva joystick), le console erano tutte giapponesi (dopo gli 8 bit, prima di vedere una console USA di un qualche successo bisognerà attendere la Xbox); il controller era configurabile come volante, manubrio o cloche. Esteticamente improponibile da mettere nel salotto “buono”, praticamente invendibile a una donna, di sicura attrazione solo per un videogiocatore incallito.
    La stampa la accolse con una marea di annunci e pompo’ hype a livelli assurdi.
    Dalla rete sembra che siano stati prodotti un certo numero di prototipi ed erano anche stati annunciati un buon numero di videogiochi, non è mai stata commercializzata. Spari’ dalle riviste con la consueta “professionalità” della stampa dell’epoca. Nemmeno due righe per scusarsi della cantonata e della bufala che ci avevano propinato.
    D’altronde pare che ci fosse tra i collaboratori di Konix un certo Jeff Minter, che ha costruito la sua fame di prestigioso autore di videogiochi con bit e pixel mischiato ad allucinogeni (Tempest pubblicato su qualsiasi piattaforma) e usando anche sputacchiosi lama (non è un errore di battitura). Mai capito perché è così stimato Jeff Minter. Sarà un eccezionale programmatore, ma i suoi giochi mi attirano quanto la briscola in dotazione ai dannati mobili Ikea.

    1. Conte, è normale che ti sia sconosciuta. Sono più vecchio di te e all’epoca dei 16 bit ero un assiduo lettore di riviste di videogiochi. La Konix fu una totale farsa, i primi esperimenti di “hype”.
      Visto che sei un amante di fumettie e manga, segnalo la recente scoperta di un prototipo di videogioco per Sega Mega Drive ispirato ad Akira .
      https://hiddenpalace.org/Akira_(Prototype)

      Per chi è curioso di conoscere “i videogiochi mai nati” segnalo The Hidden Palace
      https://hiddenpalace.org
      Ha anche un canale YouTube:
      https://www.youtube.com/channel/UCpFW3JHmKnXWuLr_LYZ8WqQ/featured

    2. Denis

      Mai sentito il Konix dalla descrizione mi ha fatto venire in mente il telecomando della Wii che si può mettere in un volante di plastica per i giochi di guida oppure nellla pistola di plastica, insomma in qualche modo l’idea e rimasta.
      Di certo chi ha il prototipo può farsi qualche soldino come con il prototipo originale della Playstation che univa Supernes e lettore cd rom che la Nintendo non volle dalla Sony per via dei giochi pg 18, poi si sa come è finita.
      Si Jeff Minter l’ho sentito aveva fatto anche Tempest 2000 per il disgraziato Jaguar della Atari.

    3. Beh come soprammobile fa la sia figuraccia 😂😂😂 Senza giochi la console è un pezzo di plastica e circuiti. È pure vero che spacciano per “rarità” e sparano prezzi assurdi per videogiochi semplicemente “vecchi”.

    4. Konix Multi-System era certamente avveniristica e la citazione della Wii è pertinente (per quanto la Konix utilizzava dei meccanismi idraulici e la il Wiimote un giroscopio). La hype generata dalla stampa fu davvero clamorosa per svanire altrettato di botto nel nulla. Immagina un concorrente europeo per Nintendo e Sega con una grafica evoluta e controlli fuori parametro! Avevano perfino creato un prototipo di sedile con force feed-back!

      Se ti interesa qui c’è una fonte autorevole di tutta la storia, completa di foto, video, riviste e perfino un emulatore che fa girare dei giochi (mai pubblicati)
      http://www.konixmultisystem.co.uk

  6. Denis

    Di console fallimentari mi ricordo il Pippin, il N-Cage della Nokia, l’Ouya, il 3DO che un negoziante mi voleva rifilare, il Gizmondo, il Virtual Boy della Nintendo, conosco pure uno che c’è l’ha.

  7. Che figata Thrill Kill! Non smettevo più di giocarci, sarebbe l’unico gioco per cui potrei sbattermi a cercare un emulatore. Anche perché per chi, come me, era piuttosto scarso nei picchiaduro, non era affatto difficile!

  8. Denis

    La rom di Thrill Kill si trova gratuitamente, della Ps1 non ho mai provato Bloody Roar che mi incuriosiva e di del tipo splatter ho Mortal Kombat Decepton per Xbox.

  9. La rivista Game Republic è un post che ho in canna, pensa te!
    Comunque, peccto per Twin Peaks, chissà cosa ne sarebbe venuto fuori (probabilmente sì, era necessario farsi di qualcosa per giocare… Ma quale poteva essere la trama? :o)
    Mentre Scuola di Polizia mi sembra strano sia per il settimo film, visto che l’immagine fa riferimento alla serie animata. Poteva essere tipo il gioco arcade dei Simpsons, vai a capire.
    Thrill Kill lo ricordo perché se ne parlava sulle riviste (stavolta PSM XD) non sapevo non fosse uscito, o forse avevo rimosso questa cosa… insomma, era troppo fine anni ’90 come cosa :)

    Moz-

    1. Denis

      L’ho letto per anni quella rivista, poi e sparita, tutti i numeri che avevo li ho venduti su Ebay come anche Tutto Wrestling Magazine altra rivista sparita ma almeno c’è il sito, Twin Peaks purtroppo non ho trovato nessuna immagine, per me era un semplice rpg con gli omini deformed, la trama ruotava sulla seconda stagione, comunque Deadly Premonition e proprio il videogioco più simile a Twin Peaks mai fatto.
      Scuola di Polizia ho trovato solo questa immagine e nessuna del gioco quindi effettivamente non so se e del gioco,è un’immagine del blog dove l’ho presa.
      Semplicemente la EA l’ho ritirato perchè L’America e troppo puritana se succede qualcosa e colpa dei videogiochi non della libera circolazione di armi, ottimo il post di Sailor Moon che hai fatto ma non lo mai seguita la serie, tra l’altro esiste il videogioco sul Super Nintendo solo jap e pure quello di Ranma 1/2.

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.