[Guest post] I film mai fatti su Roger Rabbit, di Denis

Il cinema come luogo in cui vedere un film non è mai stato una costante: come credo di aver già scritto, da bambino non ho avuto molte possibilità e crescendo mi sono abituato ad aspettare il naturale avvento delle pellicole sulla TV.
O nei cestoni dei negozi in forma di DVD, al giorno d’oggi.
Tra le occasioni di andare al cinema che conto sulle dita di due mani – e forse avanzano pure delle dita – c’è però un film particolare: Chi ha incastrato Roger Rabbit.
Ero un bambino, non potevo capire alcune battute maliziose o i cliché delle storie con l’investigare indurito dalla vita, ma cavoli, quanto mi ha fatto sognare quel film: cartoni animati e persone reali nello stesso momeno! Speravo che succedesse per davvero…
Bene, oggi Denis ci porterà nel magico mondo del what if ancora una volta, parlandoci dei due film su Roger che non hanno mai visto la luce.
Vai Denis e occhio alla salamoia!

I film mai fatti su Roger Rabbit, di Denis

Il Pitch test del 1998

Dopo il film Chi ha incastrato Roger Rabbit, vennero pianificati diversi progetti per dei prequel, tutti diretti al mercato home video.

Roger Rabbit 2: The Toon Platoon

La prima idea per un prequel era Roger Rabbit 2: The Toon Platoon.
Ambientata durante la seconda guerra mondiale tra il 1941e il 1943, la storia avrebbe coinvolto un giovane Roger Rabbit che salvava Jessica Rabbit dai nazisti e si sarebbe conclusa con la rivelazione che il padre di Roger è Bugs Bunny. L’esercito americano avrebbe usato i cartoni animati perché indistruttibili (idea geniale).
Tuttavia, Steven Spielberg decise di annullare il progetto dopo aver lavorato a Schindler’s List, ritenendo che i ritratti umoristici dei nazisti sarebbero stati irrispettosi per le vittime dell’Olocausto.
Alla fine degli anni ’90, l’idea di un prequel di Roger Rabbit è stata riportata in vita, con Steven Spielberg a capo progetto.

Bozzetto del film in cgi per la presentazione del 1998

Nota del Conte Gracula: con un po’ di fantasia, señor Spielbergo avrebbe potuto usare il film per ridicolizzare le tesi dei nazisti, magari facendo dichiarare al cartone più idiota sulla scena che quelle idee sono troppo stupide anche solo per commentarle. :P
Ma bisogna dire che con quello spunto sarebbe forse uscito uno di quei cartoni di propaganda degli anni ’40, coi personaggi che prendono a sberle Hitler e cose simili.
E poi, lo scandalo: Roger figlio di Bugs? Perché non l’avrebbe riconosciuto? È scappato mollandolo alla madre? E a proposito, chi sarebbe stata la madre? :P

Chi ha scoperto Roger Rabbit?

Non coinvolgendo più i nazisti, questa nuova idea prequel sarebbe stata chiamata Chi ha scoperto Roger Rabbit? e la storia avrebbe ruotato attorno all’ascesa alla celebrità di Roger, a Broadway e a Hollywood. Questo nuovo progetto avrebbe avuto CGI insieme all’atteso live-action mescolato con l’animazione tradizionale. L’animazione sarebbe stata sviluppata da Jim Pentecost, che ha prodotto Pocahontas.

Tokyo Disney Sea
Magic Lamp Theater

A causa di un budget previsto che era semplicemente troppo alto e della allora “politica attuale dello studio”, anche questo progetto è stato interrotto.
Un “pitch test” di animazione di 10 secondi del 1998, segnato come Chi ha incastrato Roger Rabbit 2, è trapelato online. Il corto era semplicemente caratterizzato da un impennato Roger Rabbit. È stato rivelato che fu diretto dal veterano animatore Eric Goldberg, che ha confermato l’annullamento del progetto e ha specificato che la nuova tecnica di animazione 3D che ha sviluppato per questo test è stata poi utilizzata per il Magic Lamp Theater, un’attrazione 3D nel parco a tema Tokyo Disney Sea. Qualsiasi altro materiale che avrebbe potuto essere prodotto per entrambi i progetti è sconosciuto.
Si può dire che Roger Rabbit sia stato un personaggio da one shot: per una serie di motivi non è mai stato sfruttato più di tanto, i motivi sono probabilmente il PG 13 e trovare una storia adeguata, nonché il cambio dei gusti del pubblico.
Eccovi i link diretti alle sceneggiature dei due prequel mai fatti: Roger Rabbit 2: The Toon Platoon e Chi ha scoperto Roger Rabbit?.

Altra nota della gracula: è vero, è praticamente un personaggio one shot, ma un paio di corti dedicati a Roger sono usciti (io ne vidi uno al cinema, forse prima di Tesoro mi si sono ristretti i ragazzi o di Cenerentola).

21 pensieri su “[Guest post] I film mai fatti su Roger Rabbit, di Denis

  1. Un articolo davvero interessante e divertente. In realtà capisco molto bene il pensiero di Spielberg e soprattutto anch’io penso che con quell’idea si sarebbe realizzato un altro film di propaganda e negli anni ’40 ce ne erano una quantità assurda. Rivedere Roger Rabbit ancora una volta? Non sarebbe stato male ma quell’unico film rimane ancora un caposaldo e sono felice che non abbiano portato avanti dei progetti così poco decisi e pensati. Un articolo davvero interessante!

    1. Denis

      Penso che abbiano aspettato troppo tempo e forse Roger Rabbit è più un personaggio da contorno oppure spalla, sicuramente è più ricordata sua moglie Jessica.

    2. Se gli USA ci hanno insegnato qualcosa, è che la brama di guadagno fa resuscitare ogni proprietà intellettuale XD
      Non escluderei una rielaborazione del concetto, anche se oggi il personaggio di Jessica sarebbe un po’ oltre il borderline per la fascia di pubblico infantile (la più redditizia).

    3. Jessica Rabbit è impossibile dimenticarsela per mille mila motivi. Roger Rabbit invece è nato come personaggio di cartoni brevi di certo non per un film. Infatti nella pellicola era più la spalla di Bob Hoskins.

    4. Jessica è anche un personaggio che richiede un contesto specifico, essendo l’estremizzazione della femme fatale dei vecchi detective.
      Roger nelle storie brevi può starci, ma con un po’ di reinterpretazione, anche grafica, e slapstick più moderata, potrebbe forse reggere situazioni di più ampio respiro.

    5. Denis ne sarà contento.
      Riguardo ai film, indubbiamente è necessario un po’ di lavoro quando ti approcci a qualcosa di così leggendario. Senza contare che l’essenza di Roger sta anche nell’interazione Disney/Warner, deve essere un bel ginepraio dal punto di vista dei diritti…

    6. Conoscendo la Disney sarà stata una fatica e ora come ora, visto il potere enorme che ha la casa di Topolino, dubito che potremo vedere un nuovo lavoro su Roger Rabbit.

  2. Peccato davvero che nessuno di questi film sia stato realizzato. Mi sarebbe piaciuto quello contro i nazisti, cosa che Spielberg potrebbe recuperare ora visto che i tempi sono cambiati. Peccato davvero visto che “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” ha fatto praticamente la storia del suo genere

    1. Proprio perché i tempi sono cambiati, oggi sarebbe un concetto un po’ rischioso, da maneggiare con grande cura. Magari creando apposta una fazione che ricalchi il concetto dei nazisti senza citarli in modo esplicito.
      Chiariamoci, non è che non si possa toccare il tema, ma in un periodo come il nostro, in cui si fanno le gare di purezza morale mentre si combinano le peggiori cose appena uno si gira, immagino già i detrattori dell’idea di inserire i nazisti in una storia umoristica e i merdoni in rete (Jojo Rabbit a parte, non ho letto di grandi proteste in merito al bambino che ha Hitler come amico immaginario).

    2. Denis

      Secondo me bisogna aspettare tempi migliori con la cancel culture è praticamente impossibile fare un film del genere, per la Disney hanno pure cacciato Gina Carano dalla serie Mandolarian per un tweet, forse la Warner farebbe anche film più adulto ma come dice The Butcher il problema sono anche i diritti dei personaggi, oggi purtroppo qualunque cosa può essere scambiato per un’insulto anche tre puntini alla fine della frase.

  3. Articolo interessantissimo, grazie! I progetti avevano senz’altro delle buone idee alla base ma a dire il vero sono contenta che non li abbiano realizzati, Chi ha Incastrato Roger Rabbit è un film davvero perfetto, non se ne sarebbe mai potuto replicare il successo né il fascino. E non voglio sapere niente sull’albero genealogico di Roger, per carità!

    1. Il film ebbe un successo strepitoso (per validissimi motivi) perciò non è strano che abbiano puntato a dargli dei seguiti.
      Tutto sommato, trovo più strano che alla fine ci abbiano rinunciato :P

      Comunque, un unico film va benissimo, non tutto deve generare una lunga catena di seguiti.

    2. Denis

      Si un caso di film irreplicabile, hai ragione.
      Meglio cosi che replicare stancamente la formula per tot seguiti, ma adesso è peggio fanno seguiti di film a 20-30 anni di distanza , anche se non capisco il perchè dubito che un fan aspetti cosi tanto.

  4. Ma quello coi nazisti sarebbe stato figo, anche se ovviamente era difficile tenere le atmosfere di Cartoonia e via dicendo.
    Ma… solo io immagino che sia comunque ora di un Roger Rabbit 2?
    Figo il fatto di Bugs Bunny come padre… anche se oggi eviterei.

    Moz-

    1. Denis

      Ma per fare Bugs Bunny padre doveva essere grigio Roger Rabbit oppure avere mamma una coniglia bianca poi non sarebbe possibile essendo nato nel 1940 il personaggio di Bugs Bunny, il il film del 1988 dovrebbe svolgersi negli anni ’50 semmai poteva essere il contrario.
      Potevano forse fare una serie animata da prequel nei ’90

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.