[Guest post] Zone of the Enders HD Collection, di Denis

Il mio periodo di pausa continua, ma Denis è infaticabile e ci porta un altro articolo dedicato a un videogioco.
Questa volta si parla della riedizione in alta definizione di Zone of the Enders, storico gioco di robottoni uscito, se ricordo bene, per Playstation 2, “parecchie decinaia di anni fa” (cit. Fry di Futurama).
Come sempre, anche le immagini sono offerte da Denis.

Zone of the Enders HD Collection, di Denis

TITOLO: Zone of the Enders HD Collection
GENERE: Hack and Slash e Third Person Shooter
ANNO: 2012
CASA: Konami

Il gioco, in sostanza, è paragonabile a una versione videoludica di Gundam con il design di Evangelion.
Siamo nel 2172, l’umanità ha colonizzato vari pianeti, i coloni sono chiamati Enders e viene scoperto il Metatron, una nuova forma di energia.
Nel primo capitolo, usiamo un ragazzino complessato di 10 anni, di nome Leo Stenbuck.
Leo vede il Bahram, un’organizzazione militare anti-terrestre, attaccare la colonia in cui vive, con conseguente morte dei suoi amici, quindi riesce a entrare in un Orbital Frame (sono i robottoni) e fa subito la conoscenza di ADA, l’intelligenza artificiale con voce femminile del Jehuty, nome dell’Orbital Frame, e comincia la sua avventura.

Schermata in game del primo Z.O.E

Zone of the Enders: The 2nd Runner

Due anni dopo i fatti del primo capitolo, Dingo Egret, un ricercatore di Metatron, viene attaccato dal Bahram assieme ai suoi compagni di estrazione; Dingo trova un Orbital Frame con intelligenza artificiale e comincia la sua avventura tra le varie fazioni delle colonie.

ANUBIS

Due scene di 2nd Runner; qui c’è la rossa popputa Ken Marinaris con Dingo Egret

I giochi hanno una trama che ricorda Gundam e si presentano con un’ottima veste grafica e belle musiche; gli Orbital Frame sono ispirati ai mech di Evangelion, quindi longilinei, aggraziati nei movimenti e rapidi.
Hanno un’ottima risposta ai comandi e non posseggono piedi, praticamente sono sempre in volo.
Il combattimento si svolge in questo modo: attacchi di fuoco alla distanza e combo con la spada nel combattimento ravvicinato, con la possibilità di parare con lo scudo e usare uno scatto denominato Burst, si hanno armi secondarie intercambiabili, che si acquisiscono dopo aver sconfitto i Boss, e gli ambienti sono distruttibili.

United Nations Space Force

Scontro con un Boss

Mentre nel primo capitolo le scene d’intermezzo sono fatte con il motore grafico del gioco, nel secondo sono rese molto bene in stile anime per opera della Sunrise (City Hunter, Daitarn 3).
Il primo gioco soffre di una bassa longevità: fu uno dei primi titoli usciti su PS2, con un protagonista non molto carismatico.
Il secondo gioco migliora tutto: storia più interessante, personaggio principale più carismatico, miglioramenti grafici, aumento dei nemici su schermo, potenziamenti estesi e maggiore longevità; d’altronde le mani che l’hanno fatto sono quelle degli autori di Metal Gear, con produzione di Hideo Kojima e character designer di Yoji Shinkawa.
Esiste un capitolo per Gameboy Advance intitolato Zone of the Enders: The Fist of Mars e un film OAV di 50 minuti, intitolato ZONE OF THE ENDERS 2167: IDOLO, uscito anche in Italia.
In più, una serie animata televisiva di 26 episodi, intitolata ZONE OF THE ENDERS: DOLORES, I.
La saga muore nel 2003 dopo il secondo capitolo, a causa delle basse vendite: un peccato. Chissà cosa sarebbe successo, con un terzo capitolo in alta definizione su PS3.
La Collection è uscita nel 2012 per Xbox 360, PS3 e PS Vita, mentre il secondo capitolo è uscito pure su PS4 con supporto VR.
Nella mestizia di una saga robotica morta, mangio un panino assieme a Tomino, ripensando a mio fratello che, una volta, ha avuto a che fare con un Rottweiler di nome Zoe, senza puntini tra le lettere.

Hideaki Anno and Yoshiyuki Tomino Approved

Vuoi dire qualcosa? Gracchia pure!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.