Un esperimento di traduzione: Birds of Prey, dalla serie animata Batman: The Brave and the Bold

Oggi torno a maltrattare l’inglese e l’italiano, e lo faccio con un brano che mi diverte molto, cantato in un episodio della serie Batman: The Brave and the Bold.
Nel corso dell’episodio, Catwoman, Black Canary e Huntress fanno irruzione in un club pieno di criminali e “improvvisano” un numero musicale, per non far partire un quarantotto, sotto lo sguardo impassibile di un Batman “in borghese”.
La canzone è orecchiabile e divertente, ma anche piena di doppi sensi, che pare abbiano fatto scattare il “salvavergine” di un po’ di guardiani morali, negli USA.

Fonte, risorse e metodo

Il testo viene da una pagina Fandom dedicata alla serie animata. Per chi volesse vedere la clip col numero musicale, può trovarla cliccando qui.
Il testo aveva alcuni errori: ho basato le correzioni sul testo riportato in questo video. Perché ho usato il testo sbagliato anziché ricopiare quello del video? Perché il copia e incolla è più veloce. E perché aveva un errore anche quello del video!
In mancanza di un testo ufficiale, cerco di prendere ciò che passa il convento. :P
Per alcune parole, ho consultato diversi traduttori online (Reverso, Cambridge, Collins e l’immancabile Google traduttore – che come vocabolario ha la sua utilità, finché ci si limita a singole parole ed espressioni semplici).
Ho lasciato in inglese i nomi dei personaggi e dei gruppi (come Birds of Prey, che significa “uccelli rapaci” ed è il nome di un gruppo di supertizie, di cui le tre protagoniste del numero hanno fatto parte o con cui hanno avuto rapporti).

Le tre cantanti “improvvisate”
(Fonte: spezzone su Youtube)

Continua a leggere “Un esperimento di traduzione: Birds of Prey, dalla serie animata Batman: The Brave and the Bold”

[Guest post] L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis

Riaprono i negozi (dove possibile) e si ritorna anche a bloggherie più naturali, per gli standard della voliera. Succede grazie a questo post di Denis – almeno per quanto riguarda il blog – che ci racconta di un progetto che io non conoscevo affatto, offrendoci anche alcune immagini!
Robottoni e maghette, da una prospettiva a cui, da bambino, non avrei mai pensato… °O°

L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis

Tra il 1985 e 1988, venne prodotta una parodia manga, fan made, che fondeva due serie animate: una è Jūsenki L-Gaim di Tomino (nota in inglese come Heavy Metal L-Gaim) del 1984, 54 episodi, ad opera della Sunrise; l’altra è L’incantevole Creamy (Creamy Mami, 52 episodi) del 1983, prodotta dallo Studio Pierrot.

Continua a leggere “[Guest post] L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis”

Miraculous – Le storie di Ladybug e Chat Noir

Pensavo da un po’ di scrivere qualcosa su questa serie; il recente post di Ema dedicato al confronto tra un brano di Nek e la sigla di Miraculous mi ha dato la spinta finale per farlo.
Già che ci sono, sperimenterò un “nuovo” formato di gracchiate: un’introduzione “leggera” all’argomento, che potrei decidere di ampliare con altri post a tema (come approfondimenti sull’ambientazione, sui personaggi o su altri aspetti di ciò di cui parlerò).

Fonte: Antonio Genna

Miraculous – Le storie di Ladybug e Chat Noir 101

Marinette è una ragazza vivace e allegra, dotata di talento e passione per design e moda, ma anche maldestra e insicura.
Adrien è un fotomodello adolescente, colto e pieno di abilità, ma piagato da una solitudine a cui è stato condannato dal padre iperprotettivo, dopo la recente scomparsa della moglie di quest’ultimo.
I ragazzi sono anche un duo di supereroi, grazie ad alcuni gioielli magici affidati loro da un vecchio saggio; all’insaputa delle rispettive identità, combattono nei panni di Ladybug e Chat Noir contro i nemici inviati dal misterioso Papillon e, come tutti i supereroi più giovani sin dai tempi dell’Uomo Ragno, si barcamenano tra la lotta al crimine e i problemi della vita di tutti i giorni: amore, scuola/lavoro, famiglia, amici…

Continua a leggere “Miraculous – Le storie di Ladybug e Chat Noir”