Serie animate sul canale Yamato Animation. Due gracchiate in libertà, parte 1

Negli ultimi anni mi è capitato di vedere alcune serie sul canale Youtube di Yamato Animation: di alcune di queste ho gracchiato in passato, ma di molte altre no, a volte per pigrizia, a volte perché le ho seguite in periodi in cui dovevo fare un sacco di cose e ogni volta che mi metto a scrivere per il blog, beh… ci metto delle ore! :P
Per questo motivo, oggi ho deciso di buttare giù due righe su tutte quelle che ho visto, sulla base di ciò che ricordo, giusto per lasciarne traccia (o per dirla alla maniera di King’s Field IV, non voglio che spariscano dalla mia memoria “non lasciando alcuna tracchia“).
In futuro potrei parlare di più di alcune di queste serie, ammesso che siano ancora disponibili sul canale per fare un ripasso – alcune sono già svanite, probabilmente per questione di licenze.

Nota: dato che le serie non sono ospitate in via permanente sul canale, non inserirò link diretti – non ho voglia di tornare qui, tra un anno, per cancellare collegamenti non più validi. :P
Le immagini sono schermate catturate dai cartoni.

Continua a leggere “Serie animate sul canale Yamato Animation. Due gracchiate in libertà, parte 1”

[Guest post] I film mai fatti su Roger Rabbit, di Denis

Il cinema come luogo in cui vedere un film non è mai stato una costante: come credo di aver già scritto, da bambino non ho avuto molte possibilità e crescendo mi sono abituato ad aspettare il naturale avvento delle pellicole sulla TV.
O nei cestoni dei negozi in forma di DVD, al giorno d’oggi.
Tra le occasioni di andare al cinema che conto sulle dita di due mani – e forse avanzano pure delle dita – c’è però un film particolare: Chi ha incastrato Roger Rabbit.
Ero un bambino, non potevo capire alcune battute maliziose o i cliché delle storie con l’investigare indurito dalla vita, ma cavoli, quanto mi ha fatto sognare quel film: cartoni animati e persone reali nello stesso momeno! Speravo che succedesse per davvero…
Bene, oggi Denis ci porterà nel magico mondo del what if ancora una volta, parlandoci dei due film su Roger che non hanno mai visto la luce.
Vai Denis e occhio alla salamoia!
Continua a leggere “[Guest post] I film mai fatti su Roger Rabbit, di Denis”

Sembra Ghibli ma non è: Mary e il fiore della strega. Due gracchiate in libertà

La notte della Befana, Rai2 ha trasmesso questo film: è l’opera prima dello studio Ponoc, fondato da alcuni artisti fuoriusciti dallo studio Ghibli. Ed è per questo che il film “sembra Ghibli ma non è”.
Ora che la Voliera Inc. e il suo dannato cane (semi-cit.) si è liberata di questo mistero, parliamo del film nel(lo s)formato delle due gracchiate in libertà: anche se mentre scrivo sono fresco della sua visione, non l’ho visto che una sola volta, dunque starò persino più in superficie del solito! :P

Mary e il fiore della strega 101

Fonte: Millennials

Sul finire dell’estate, poco prima dell’inizio della scuola, Mary Smith è una ragazzina ospite della prozia Charlotte. Un’ospite molto annoiata, che per scacciare il tedio cerca di aiutare tutti nelle loro faccende… ma essendo Mary una ragazzina assai maldestra, il suo aiuto finisce per danneggiare le cose e stressare gli adulti.
Nel corso dei suoi pasticci, Mary fa la conoscenza di Peter: figlio di amici di famiglia, è un ragazzino sempre impegnato ad aiutare la madre nei suoi lavori e che si diverte a definire Mary una “scimmietta pel di carota”, con grande fastidio della (più o meno) rossocrinita bambina.
Essendo sola e senza amici, Mary fa la conoscenza di una coppia di gatti e li segue all’interno di un bosco, dove trova un fiore enigmatico che decide di portare a casa: un evento le farà scoprire che il fiore, chiamato volo notturno o fiore della strega, è in grado di darle dei poteri magici per circa mezza giornata.
Grazie ai suoi poteri e al gatto nero conosciuto quello stesso giorno, che la conduce verso una vecchia scopa magica, Mary finisce per fare il suo ingresso in una scuola di magia sopra le nubi, dove gli enormi poteri concessi dal fiore e i suoi capelli rossi la fanno passare per una strega formidabile e, per questi motivi, viene adulata dalla direttrice della scuola, che la crede un genio.
Ovviamente, non tutto è quello che sembra…

Continua a leggere “Sembra Ghibli ma non è: Mary e il fiore della strega. Due gracchiate in libertà”