True Blog – Il diario della voliera, 7. Speciale sul primo complehalloween della voliera!

true blog

To’, come vola in fretta, il tempo, quando ti piovono addosso rotture di scatole di ogni genere! Sembra proprio non passare, eppure…
Eppure è già trascorso un anno intero, incredibile ma vero, da quando ho aperto le porte di questa gabbietta. Speravo di festeggiare in un autunno più sereno (la mia stagione preferita, quest’anno, è stata rovinata da alcune perdite di tempo di cui non ho voglia di parlare) ma come diceva sempre il padre di Gaius James Rover

Quando la vita ti dà dei cannoni, allora devi tirare delle cannonate.

Perciò, bando alla tristezza, ché voglio gracchiare – brevemente – di come sia stato questo anno di blogging. E speriamo di trovare il tempo per la mia tradizione personale di Ognissanti!

Divertente, utile e impegnativo

È stato un anno divertente perché mi ha spinto a (ri)fruire di una serie di storie che adoro: videogame, libri, fumetti…
Spesso, ho dovuto riprendere in mano storie già lette/giocate/viste per poterne parlare senza dire troppe sciocchezze – certe non le toccavo da anni e i miei ricordi avevano bisogno di essere aggiornati, perché negli anni sono cambiato tantissimo e, in misura minore, sono cambiati pure i miei gusti! :^)
È stato divertente anche perché ho potuto gracchiare con i commentatori – pochi ma favolosi – e questo era il motivo principale, anche se non l’unico, per cui ho voluto aprire un blog: interagire con persone simpatiche grazie alle cose che scrivo.

È stato utile perché mi ha spinto a scrivere con più metodo e costanza e ad analizzare con maggiore attenzione le storie che ho deciso di recensire, cosa che credo mi abbia anche migliorato un poco come scrittore. Mi ha anche fatto scoprire che mi piace osservare le differenti forme che la stessa storia assume, quando viene raccontata con diversi mezzi narrativi.
In più, mi ha sgrassato via parecchia pigrizia dalla testa: mi sono imposto di pubblicare almeno un articolo alla settimana ed è una cosa che non puoi fare, se non ne scrivi almeno uno ogni settimana. E monsieur La Palice segnaaaaa!

Infine, è stato impegnativo: è vero che non me l’ha ordinato il medico, di pubblicarne almeno uno ogni settimana, ma va a finire che ogni articolo mi richiede almeno due o tre ore solo per scriverlo, rivederlo e formattarlo come piace a me.
Senza contare il tempo che impiego per leggere/vedere/giocare ciò di cui voglio parlare, cercare le immagini, segnare le loro provenienze, controllare che le pagine che linko abbiano attinenza per davvero con l’articolo…

Traguardi, perché no?

Senza andare a vedere i soliti obiettivi che mi propongo a ogni uscita del diario della voliera – più o meno, ne avrò realizzato metà – vediamo ora qualche piccolo traguardo che ho raggiunto con la voliera in questo anno. :D

Liebster Award 2016
Non pensavo che qualcuno mi avrebbe nominato per un premio-catena, in fondo la voliera c’è da pochissimo. Eppure, Hendioke mi ha omaggiato di quest’occasione per far conoscere qualcosa di me e un po’ di blogger che apprezzo. :D

Immersione
Leggendo questo racconto a puntate scritto a quattro tentacoli da Zeus e Ysingrinus, mi è venuta voglia di provarci anch’io. E pian pianino l’ho fatto, con l’idea di schiaffarlo a puntate sulla voliera. Cosa che è poi avvenuta, fino alla sua conclusione naturale di poche settimane fa.
Sembrerà roba da poco, per chi a scrivere ci si impegni davvero, ma per me è stata una prova, concludere anche solo un racconto breve e semplice come quello: sono ancora immaturo e mi faccio distrarre da tante cose più facili o molto difficili – compreso il blog :P – perciò lo metto tra i traguardi della voliera!

Chiavi di ricerca

Alcuni blogger si divertono a elencare le chiavi di ricerca buffe che hanno portato al loro blog. Io, di queste chiavi buffe ne ho una sola

chi e tettona venditrice di orologi o gioielli in tv ?

A quale pagina avrà mai portato, questa chiave di ricerca? Ho fatto l’esperimento, scrivendolo su google: al libro-prequel di Descendants, ovvero L’Isola degli Sperduti!
Inutile dire che le tettone che spacciano orologi, in quel libro, non si sono mai viste…
Restando in tema di Descendants, è bello vedere che non sono il solo ad aver notato la stranezza del

personaggio in sedia a rotelle descendants

Già, almeno un’altra persona ci ha badato!

Un po’ di chiavi di ricerca normali, che hanno portato ad articoli della voliera in modo sensato, non sono mancate – ne salto alcune mal scritte, ma prive di comicità involontaria, ahimè!

  • voliera del conte
    Per me, ha senso!
  • il potere dei nomi
    L’articolo sui miei nickname. Molto autoreferenziale, lo ammetto. Nel caso l’internauta stesse cercando qualcosa sulla magia e sulla Kabbalah, gli/le chiedo scusa ;^)
  • gustav meyrink androgino
    Chi non conosce le opere di Meyrink, potrebbe pensare che sia una chiave buffa. Invece…
  • il ritorno all’isola degli sperduti
    Ha il suo senso, ma visto che il seguito di quel libro non è ancora uscito, temo che l’internauta non abbia trovato quel che cercava. I’m sorry! :^(
  • santa boschi banche
    Poche cose possono avere più senso. Sulla fiducia!
  • monastero di nemeton galles
    È bello sapere che ad apprezzare il videogame di Koudelka siamo in tanti!
  • colin wilson i vampiri dello spazio
    Semplice, diretta, efficace!
  • mosse speciali dungeon world pdf ita
    Anche qui, poco da fraintendere.
  • il diario della voliera
    Ok, qui si cercava proprio me!
  • a study in emerald recensione
    Dà una sensazione strana, sapere che qualcuno arriva qui cercando informazioni su una storia così recente :D
  • storia scooby doo da leggere
    Scooby-dooby-doooo! Spero ti sia piaciuta, la non-reccy della Mystery Incorporated ;^)
  • i petalosi fiori del male
    È un titolo di cui vado particolarmente orgoglioNE…
  • “il castello in aria” diana wynne jones epub
    Ahimè, non avevo informazioni sull’ebook…
  • castelli con voliera
    Non lo so, se cercasse me… Il dubbio mi attanaglia!
  • la ricerca della vita eterna breve riassunto 20 righe
    Quando qualcuno cerca sul tuo blog il modo di schivare un compito per casa… ecco, è in quel momento, che tu sei diventato un vero blogger!

Ma la chiave di ricerca più usata per arrivare qui è stata, senza alcun dubbio… Termini di ricerca sconosciuti! Sarei davvero curioso di sapere quali possano essere stati questi termini… ma pare che i motori di ricerca facciano i timidi per questioni di privacy, perciò non lo saprò mai! >:(

Concludendo

È stato un buon primo anno di blogging, per me. Spero che ce ne siano tanti altri e sempre migliori – anche se c’è da dire che un anno di blogging senza troll non lo si batte con facilità! ;)
Vi lascio con i miei migliori auguri per la vigilia di Ognissanti e per tutto ciò che seguirà!

zucche-per-aulin-ad-halloween
Per una festa di Halloween da far girare la testa!
(Fonte: contatto WhatsApp)
Annunci

True Blog – Il diario della voliera, 6 (che in realtà sarebbe 9, ma lasciamo 6)

true blog

Ed eccoci qua, all’ormai non più tanto consueto appuntamento con questo mio diario di viaggio nell’avventura delle bloggherie! Entro nel nono mese del blog, saltandone diversi per via di alcune piccole disavventure di connessione, che a fine aprile mi hanno impedito di scrivere il True Blog previsto; a maggio, idem con patate, dato che per buona parte del mese non ho avuto accesso alla rete. Infine, a giugno ci si è messa la vita e la pigrizia.
Casualmente, la mia assenza dalla rete è coincisa proprio con l’esposizione al pubblico ludibrio del mio Kavvingrinus! Legge di Murphy, brutta birbantella! E va be’, ormai è acqua passata…

Intanto faccio il punto della situazione: ho da poco superato i sessanta articoli – un miracolo, data la mia lentezza nello scrivere, accentuata dall’aumento della temperatura che mi rende letargico. Sono dunque il contrario dei rettili e nessuno mi potrà più dare della viscida serpe. :^)
Per ciò che riguarda gli obiettivi a breve termine del blog, ormai siamo pienamente nel medio-lungo, di termine: date le mie modeste capacità e la letargia estiva, sono impegnativi da perseguire. Eppure…

Eppure, un obiettivo è stato realizzato: il mio benedetto racconto a puntate ha finalmente visto la luce, in questa cupa voliera! Sarà un bene? Sarà un male? Sarà qualcosa di assolutamente neutro? Propendo per l’ultima ipotesi.
Intanto, eccoci agli obiettivi rimanenti

  • satira ai danni di certi bimbiminkia (ho idea di strutturarlo come una storia legata alle mega-mantidi, devo solo metterci mano. Spero di non dover aspettare il ritorno delle mie forze per – orrore! – settembre od ottobre)
  • cosette divulgative terra-terra (non era quello che pensavo – ho in testa un progetto ambizioso – ma ho almeno scritto una cosina introduttiva sul gioco di ruolo)
  • gdr scaricabile (ecco, qui sono totalmente immobile. Medito molto su come strutturare delle regole dignitose, ma ancora non c’è nulla di valido, a parte qualche seme di idea)

È tutto. Progressi lenti per ciò che riguarda ‘sti obiettivi (ma è un miracolo che mi sia finalmente deciso a postare il raccontino a puntate) rotture di balle extra-blog e caldo mi permettono solo di portare avanti la normale attività della voliera: straparlare di cose che conosco a malapena e delle storie che mi sono piaciute, sistemare meglio i menu, aggiungere mantidi ballerine tra i widget in fondo, le solite cose!

mantide religiosa
Quando lo homo sapiens non c’è, le mega-mantidi ballano!
(Fonte: Il Regno dei Fossili)

Mi sa che devo considerarmi fortunato, ad avere un po’ di voglia di scrivere almeno le mie non-recensioni :P
E ora speriamo di sopravvivere a luglio e ad agosto!

True Blog – Il diario della voliera, 5

true blog

Eccomi alla fine del quinto mese di bloggherie della cupa voliera. Come stiamo andando?
Piano: le solite cose da vita reale – e una certa dose di pigrizia – mi hanno impedito di star dietro al blog nel modo migliore. Una cosetta son riuscito a farla… ma andiamo con ordine!

Buona Pasqua a tutti!

E se non festeggiate la Pasqua…

Trascorrete una buona domenica!

Fatti gli auguri, passiamo al succo di True Blog: dei miei obiettivi a breve termine, ne ho finalmente completato uno. Non uno dei più succosi, ma comunque l’ho fatto: Le leggi della voliera sono finalmente al loro posto! Un chiodo in meno sulla mia bara da blogger.
Ora mi rimane una bella fetta del solito, cioè

  • racconto a puntate (questo mese non sono riuscito a revisionarlo nemmeno una volta: di questo passo, l’autrice di Glass no Kamen finirà il suo fumetto, iniziato almeno negli anni ’80, e io non avrò nemmeno pubblicato la prima puntata di Immersione)
  • satira ai danni di certi bimbiminkia (continuo ad accumulare materiale, ma non so se strutturarlo come un mockumentary o come un racconto)
  • cosette divulgative terra-terra (meno male che non punto al capolavoro, o mi servirebbero altre due reincarnazioni prima di iniziare)
  • gdr scaricabile (anche questa sarà lunga…)

Una cosetta divulgativa – non quello che avevo in mente, ma sarebbe già qualcosa – la sto preparando, ma devo prima capire come diavolo voglio sistemarla. Vedremo se aprile sarà un mese più fortunato per la produzione di contenuti. :-)
A ogni modo, nella voliera sono accadute altri fatti sorprendenti: sono stati qui un ospite tedesco e uno inglese! Non so da dove di preciso, né per quanto tempo.
Immagino che l’ospite tedesco sia capitato qui cercando qualcosa su Meyrink (l’articolo sulla sua vita è stato visualizzato più o meno in contemporanea) mentre quello inglese ha fatto coincidere la sua visita con un’occhiata all’articolo sul libro del Castello errante di Howl. Una coincidenza?
Chiederò ad Adam Kadmon.
Intanto, mi chiedo se ci siano arrivati dopo quattrocento pagine di risultati di ricerca di Google, se abbiano letto qualcosa – magari con un traduttore online – o se abbiano chiuso la pagina…

Infine, ho ricevuto il mio primo commento di spam: è stato molto garbato, niente pubblicità di prodotti pseudo-farmaceutici, mi ha dato consigli per migliorare il blog dal lato SEO e poi mi ha lanciato l’idea di acquisto di un plugin per WordPress.
Solo che non posso installare plugin, qui sul .com !

^_^ ;

Va be’, quel che c’era da scrivere l’ho scritto e per questo mese è tutto!
Buona giornata a chiunque legga – e anche a chi non legge, solo che non lo saprà mai :P