Il settimo figlio: una discreta confezione, con dentro…

Non molto, temo.
Andiamo con ordine: questa non sarà una non-recensione come altre, non sono stato a prendere appunti mentre lo passavano in tv e dunque, niente citazione iniziale o altri dettagli. Mi limiterò a scrivere perché il film non mi ha convinto.
Ma un 101 ce lo concediamo, và!

Il settimo figlio 101

settimo-figlio-locandina
Fonte: My movies

Tom è un guardiano di porci, ma non uno qualsiasi: è il settimo figlio di un settimo figlio, cosa che ne dovrebbe fare un ottimo cacciatore di mostri e streghe.
Un vecchio mago e cacciatore di streghe, perso in battaglia il suo ultimo apprendista, va a comprare Tom dalla sua famiglia: il giovane – che non ne può più di dare il pastone ai maiali e conosce il vecchio mago, grazie alle proprie visioni premonitrici – decide di seguirlo senza fare storie. Con lui, si addestra a diventare una macchina di morte per tutte le creature che vivono nelle tenebre.
Durante questo tirocinio, troverà il tempo per allacciare una relazione con Alice, figlia di una strega e di un essere umano, e scoprire perché il suo maestro Gregory ce l’abbia tanto con le streghe.

Continua a leggere “Il settimo figlio: una discreta confezione, con dentro…”

Mary Poppins, il classico Disney

“Vento dell’est, la nebbia è là,
qualcosa di strano tra poco accadrà.
Troppo difficile capire cos’è,
ma penso che un’ospite arrivi per me.”
Bert, in Mary Poppins

Una cosa bella delle feste, è che la TV si concede di trasmettere qualche classico senza tempo.
Grazie a questo bizzarro fenomeno stagionale, ho potuto dedicarmi al ripasso di un film che adoro sin da quando lo vidi da pulcino: chi è capace di leggere i titoli dei post ha già capito che oggi gracchierò di Mary Poppins, un classico Disney ispirato a uno dei libri di P. L. Travers, al secolo Helen Lyndon Goff (o così mi suggerisce Wikipedia).
Sperando di poter leggere il prima possibile i libri dedicati alle avventure di questo personaggio, prendiamoci tutti per mano e saltiamo dentro il disegno di Bert il film!

Mary Poppins 101

mary-poppins-locandina
Fonte: Movieplayer

A Londra, la benestante famiglia Banks sta attraversando una piccola crisi: papà Banks è oberato di lavoro e mamma Banks è troppo impegnata con la sua crociata da suffragetta. Come risultato, i loro figli (Jane e Michael) sono venuti su un po’ troppo pestiferi, provocando la fuga a ripetizione di diverse bambinaie.
Ma il vento dell’est sta per soffiare: porterà in casa Banks la tata giusta, l’eccentrica – e al tempo stesso ricca di contegno vittoriano – Mary Poppins, che tra una canzone e un prodigio rimetterà a posto ciò che non va nella famiglia Banks.
Con l’aiuto di un allegro tuttofare di nome Bert.

Continua a leggere “Mary Poppins, il classico Disney”

Una strega chiamata Elvira

“E adesso, ragazzi, la vostra Elvira, la ragazza che ha le poppe giuste al posto giusto, vi ricorda: fatelo poco, ma fatelo bene!”
Elvira, in Una strega chiamata Elvira

Un post di Davide Mana mi ha ricordato l’esistenza di un personaggio spettacolare: Elvira, la signora delle tenebre! È strano che mi sia scivolata via dalla memoria perché, anche se Una strega di nome Elvira non viene trasmesso di frequente in TV, è un’icona così famosa che nei Simpson compare una sua parodia, ogni tanto.

elvira-programma
Elvira, l’originale.
booberella
La parodia di Elvira nei Simpson, Booberella. In italiano, Popparella
(Fonte: qui)

E va beh, siamo in periodo di Halloween, perciò una commedia horror dal forte spirito trash sta bene, qui sulla voliera!

Una strega di nome Elvira 101

Elvira lavora come presentatrice di film horror di serie B per una piccola televisione, ma aspira a uno show all’Hotel Flamingo di Las Vegas: così, non accettando le molestie del nuovo, viscido padrone della televisione per cui lavora e confidando in un futuro migliore, decide di lasciare l’incarico.
Non senza prima regalare una figura di palta al nuovo padrone…
Elvira è convinta di avere le spalle coperte, ma non è così: da Las Vegas, le chiedono di contribuire alla produzione dello show con 50000$ – che la donna non possiede. Fortunatamente, riceve comunicazione della morte della prozia Morgana Talbot, che l’ha nominata sua erede: dovrà viaggiare fino alla cittadina di Fallwell, nel Massachusetts, per partecipare alla lettura del testamento.
È proprio a Fallwell, che Elvira troverà risposte sul proprio passato, l’amore di un belloccio imbranato e un sacco di disavventure…

Continua a leggere “Una strega chiamata Elvira”