Silent Hill, il film

“La madre è Dio, agli occhi di un figlio”
Cybil Bennett, in Silent Hill

Fonte: HorrorNews.net

Quando uscì il primo film ispirato alla serie di videogiochi Silent Hill, ho sperato e tremato al tempo stesso: i film tratti dai videogiochi presentano sempre delle magagne, dovute anche alle difficoltà di traghettare la storia da un mezzo narrativo a un altro.
Dopo averlo visto, mi sono rincuorato, perché nonostante alcuni pesanti difetti, si capisce che chi ha creato quest’opera conosce i giochi della serie: infatti, pur tradendo la storia del primo gioco e creando un film tutto al femminile (i personaggi chiave sono tutti donne) il film preserva spirito e atmosfere della serie, aggiungendo blandi elementi di critica verso la fede cieca dei fanatici.
E in più, il personaggio di Sean Bean non muore! °O°

Silent Hill 101

I coniugi Rose e Cristopher Da Silva sono una coppia felice, assieme alla loro figlia adottiva Sharon, ma la ragazzina, che ha problemi di sonnambulismo e fa continuamente incubi su una città chiamata Silent Hill, finisce per dividere la coppia sul modo di affrontare il problema.
Rose decide di portare la bambina a Silent Hill, mentre Chris cerca prima di impedirlo, poi di ritrovare moglie e figlia, che paiono scomparse nel nulla.

Continua a leggere “Silent Hill, il film”

Annunci

Il settimo figlio: una discreta confezione, con dentro…

Non molto, temo.
Andiamo con ordine: questa non sarà una non-recensione come altre, non sono stato a prendere appunti mentre lo passavano in tv e dunque, niente citazione iniziale o altri dettagli. Mi limiterò a scrivere perché il film non mi ha convinto.
Ma un 101 ce lo concediamo, và!

Il settimo figlio 101

settimo-figlio-locandina
Fonte: My movies

Tom è un guardiano di porci, ma non uno qualsiasi: è il settimo figlio di un settimo figlio, cosa che ne dovrebbe fare un ottimo cacciatore di mostri e streghe.
Un vecchio mago e cacciatore di streghe, perso in battaglia il suo ultimo apprendista, va a comprare Tom dalla sua famiglia: il giovane – che non ne può più di dare il pastone ai maiali e conosce il vecchio mago, grazie alle proprie visioni premonitrici – decide di seguirlo senza fare storie. Con lui, si addestra a diventare una macchina di morte per tutte le creature che vivono nelle tenebre.
Durante questo tirocinio, troverà il tempo per allacciare una relazione con Alice, figlia di una strega e di un essere umano, e scoprire perché il suo maestro Gregory ce l’abbia tanto con le streghe.

Continua a leggere “Il settimo figlio: una discreta confezione, con dentro…”

Mary Poppins, il classico Disney

“Vento dell’est, la nebbia è là,
qualcosa di strano tra poco accadrà.
Troppo difficile capire cos’è,
ma penso che un’ospite arrivi per me.”
Bert, in Mary Poppins

Una cosa bella delle feste, è che la TV si concede di trasmettere qualche classico senza tempo.
Grazie a questo bizzarro fenomeno stagionale, ho potuto dedicarmi al ripasso di un film che adoro sin da quando lo vidi da pulcino: chi è capace di leggere i titoli dei post ha già capito che oggi gracchierò di Mary Poppins, un classico Disney ispirato a uno dei libri di P. L. Travers, al secolo Helen Lyndon Goff (o così mi suggerisce Wikipedia).
Sperando di poter leggere il prima possibile i libri dedicati alle avventure di questo personaggio, prendiamoci tutti per mano e saltiamo dentro il disegno di Bert il film!

Mary Poppins 101

mary-poppins-locandina
Fonte: Movieplayer

A Londra, la benestante famiglia Banks sta attraversando una piccola crisi: papà Banks è oberato di lavoro e mamma Banks è troppo impegnata con la sua crociata da suffragetta. Come risultato, i loro figli (Jane e Michael) sono venuti su un po’ troppo pestiferi, provocando la fuga a ripetizione di diverse bambinaie.
Ma il vento dell’est sta per soffiare: porterà in casa Banks la tata giusta, l’eccentrica – e al tempo stesso ricca di contegno vittoriano – Mary Poppins, che tra una canzone e un prodigio rimetterà a posto ciò che non va nella famiglia Banks.
Con l’aiuto di un allegro tuttofare di nome Bert.

Continua a leggere “Mary Poppins, il classico Disney”