[Guest post] Mass Effect, di Denis

Il guest post di Denis, questa volta, ci parlerà del primo capitolo di una serie di giochi leggermente famosa e, fino all’uscita del finale della trilogia, anche osannata un po’ ovunque.
E come spesso accade, a causa del mio essere indietro di una generazione col livello tecnologico dei “giochini” (cit. nonnina archetipica) non ho ancora avuto modo di giocarci! ç_ç
Ma dato che le mie sventure ludiche non sono interessanti quanto il gioco in questione, diamo la parola a Denis e alle immagini che ci ha cortesemente fornito!

Trama (con l’aiuto di Wikipedia)

Anno 2183: gli esseri umani sono in grado di viaggiare nella Via Lattea grazie ad una tecnologia aliena (Mass Effect, o effetto massa) scoperta per caso durante l’esplorazione di Marte. Scoprono il portale galattico di Caronte ed entrano in contatto con numerose specie aliene, fondano colonie su mondi lontani e lottano per ritagliarsi un posto importante nello scacchiere interstellare, il cui fulcro politico è un’enorme stazione spaziale nota come Cittadella. Sulla Cittadella si riunisce il Consiglio, un governo i cui componenti provengono dalle tre razze politicamente e militarmente più rilevanti (asari, salarian e turian): alle altre specie degne di essere consultate, tra cui gli umani, è riservata un’ambasciata.

Il Mako in azione su Marte

Continua a leggere “[Guest post] Mass Effect, di Denis”

Lesbiche platoniche aliene

Non ho mai tentato la strada del clickbaiting, così ho voluto provare: com’è venuto?
Non è nemmeno un clickbaiting troppo bieco, dato che tutti gli elementi sono presenti nella serie animata di cui gracchierò oggi: Steven Universe, la prima serie di Cartoon Network ideata da una donna, stando a Wikipedia!

Steven Universe 101

A sinistra, Perla. In alto e al centro, Ametista. A destra, Garnet. In basso e al centro, Steven.
Fonte: Gioco Magazzino

La cittadina statunitense di Beach City è un posto particolare: vi vivono tre donne (Garnet, Perla e Ametista) ciascuna dotata di poteri magici e di una pietra preziosa incastonata nel proprio corpo. Le tre donne si definiscono appartenenti alla specie delle Gemme.
Con loro vive un ragazzino di nome Steven; anche lui ha una pietra, ma non ha il controllo dei poteri che ne derivano: compensa tale mancanza con un carattere solare, che lo fa ben volere da molti.
I quattro formano un gruppo che si fa chiamare Crystal Gems, dedito alla caccia e alla cattura di mostri mutanti che mettono in pericolo il mondo – e che sembrano avere una predilezione per Beach City.
Steven dovrà imparare presto a usare i suoi enormi poteri, perché un universo pieno di minacce peggiori dei mostri sta per insidiare la Terra…

Continua a leggere “Lesbiche platoniche aliene”