Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – La Maledizione del Titano, di Rick Riordan

“Continuò a tempestarmi di domande. Litigavo parecchio con Talia, visto che era la figlia di Zeus? (A questa non risposi.) Se la madre di Annabeth era Atena, la dea della saggezza, allora perché Annabeth aveva fatto una cosa così stupida come gettarsi giù da una scogliera? (Per questo cercai di non strangolarlo.) Annabeth era la mia ragazza? (A questo punto ero pronto a ficcarlo dentro un sacco e gettarlo ai lupi.)”
Percy Jackson, in La Maledizione del Titano

Terzo libro della saga! Si inizia a sentire nell’aria l’odore di formula: la struttura del libro è simile a quella dei due precedenti, dando leggere sensazioni di deja vu, ma forse è proprio per questo motivo, che l’autore ha inserito degli elementi diversi nella storia.

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – La Maledizione del Titano 101

Scansione

Percy è in missione con le amiche, e semidee, Annabeth e Talia: i tre devono intrufolarsi al ballo di una scuola militare per dare manforte all’amico Grover, che ha individuato due promettenti semidei da portare al Campo Mezzosangue.
Ma le cose non vanno mai lisce, per gli eroi: l’intervento di un mostro potente scombina tutti i loro piani e nonostante l’intervento di Artemide e delle sue Cacciatrici, il gruppo perde Annabeth, rapita dal mostro.
Artemide, trovata la traccia di un mostro ancora più pericoloso, la segue da sola, cadendo in un’astuta trappola: la maledizione del titano!
Artemide è una delle poche divinità che spinge per agire contro Crono (sottovalutato da molti altri dei) per far sì che la guerra non sia persa prima ancora di cominciare: se la dea non sarà presente per il solstizio d’inverno, giorno del consiglio degli dei sull’Olimpo, le conseguenze saranno nefaste per il mondo intero.
Riusciranno, i ragazzi del Campo Mezzosangue e le Cacciatrici, a collaborare per raggiungere la vittoria? E chi è il genitore divino dei due nuovi arrivati?

Continua a leggere “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – La Maledizione del Titano, di Rick Riordan”

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – Il Mare dei Mostri, di Rick Riordan

“Le famiglie sono un disastro. E le famiglie immortali sono un disastro eterno. A volte il meglio che possiamo fare è ricordarci l’un l’altro che siamo parenti, nel bene e nel male… e cercare di limitare al minimo le mutilazioni e le stragi.”
Ermes, in Il Mare dei Mostri

Eccoci al secondo libro della saga di Percy Jackson, alle prese con una nuova avventura epica: parallelamente alla ricerca di una reliquia dal grande potere, necessaria per la sopravvivenza del Campo Mezzosangue, vedremo delinearsi maggiormente il nuovo mondo di cui Percy è entrato a far parte.
Come bonus, avremo l’esplorazione di un altro aspetto delle famiglie allargate: i fratellastri!

Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – Il Mare dei Mostri 101

Scansione

Grazie al cambiamento delle fortune finanziarie della sua famiglia, Percy ha potuto permettersi di frequentare una prestigiosa scuola liberale dal livello di pericolo inesistente: non mancano bulli e stronzetti, ma sono decisamente più all’acqua di rose, rispetto a quelli delle scuole precedenti. E ha addirittura un amico, un ragazzino enorme e poco sveglio, chiamato Tyson!
Percy ritiene dunque di poter concludere l’anno senza farsi cacciare dalla scuola come al solito, ma le sue speranze sono malriposte: dopo un disastro mitologico, durante l’ultima partita di dodgeball dell’anno, deve fuggire assieme a Tyson, con l’aiuto dell’amica Annabeth.
Percy scopre ancora una volta che i guai non vengono mai soli: qualcuno ha avvelenato il pino di Talia, l’albero magico che protegge i confini del campo dai mostri, e per questo Chirone è stato sollevato dal suo incarico. In più, strani sogni tormentano le notti di Percy: l’amico Grover è in pericolo e Percy sa quanto possano essere importanti, i sogni di un semidio.
E per chiudere in bellezza, Percy scopre di avere un fratellastro, un ciclope bonaccione che lo mette in imbarazzo con gli altri semidei.
La soluzione a molti problemi sembra essere il recupero del Vello d’oro, una pelliccia d’ariete magica dal grande potere, capace di dare nuova forza agli elementi naturali…

Continua a leggere “Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – Il Mare dei Mostri, di Rick Riordan”

È Fantasy? È Mystery? È SF? È Lord Darcy, di Randall Garrett!

“La magia nera sta tutta nel simbolismo e nell’intenzione”
Sean O’Lochlainn, Lord Darcy (Fotoscopia)

Le storie di Lord Darcy sono una serie di racconti ambientati in una interessante ucronia, un pianeta Terra alternativo in cui un aristocratico investigatore indaga su misteri pieni di incognite: in questo mondo, la magia è una forza naturale quantificabile e rispondenti a leggi precise.
I racconti sono stati scritti nell’arco di quasi un ventennio (dal 1964 al 1979) e pur non mancando elementi interessanti e di pregio, questi sono un po’, o persino molto, annacquati da certi difetti. Ci si può rifugiare dietro l’immortale “i gusti sono gusti”, ma questa difesa non è sempre possibile…

Lord Darcy 101

garrett lord darcy
La copertina del primo volume
E forse, la mia peggiore scansione :P

Una bella fetta del pianeta è sotto il controllo dell’Inghilterra, che annovera tra i suoi territori la Francia e il Nuovo mondo ed è governato dalla dinastia dei Plantageneti. Le si contrappone la Polonia, che è riuscita a estendere il suo controllo sul nord Europa e su buona parte della Russia.
Negli anni ’60 e ’70 del 1900, l’investigatore Lord Darcy – al soldo di Sua Altezza Reale il Duca di Normandia – si occupa di risolvere i casi riguardanti certe morti insolite, talvolta provocati dalla difficile “guerra fredda” in corso tra Inghilterra e Polonia. Non di rado, interviene anche un elemento che noi definiremmo soprannaturale, ma che nel mondo di Lord Darcy è perfettamente inserito tra le leggi di natura: si parla della magia, che è stata resa affidabile e misurabile da secoli di progresso scientifico (sebbene ci sia ancora tanto da scoprire) fino al punto di essere usata anche nella vita di tutti i giorni, per garantire certe lussuose comodità.
Sempre affiancato dal mago irlandese Sean O’Lochlainn, maestro di taumaturgia forense, Lord Darcy si ritroverà – grazie al suo acume e alle sue abilità – a far luce su diverse morti tutt’altro che banali, avvenute in ambienti nobiliari anglo-francesi: lo aspettano situazioni un po’ fantasy, un po’ mystery e con frequenti intrusioni di elementi di spionaggio!

Continua a leggere “È Fantasy? È Mystery? È SF? È Lord Darcy, di Randall Garrett!”