Atelier of Witch Hat, di Kamome Shirahama. I primi cinque volumi

La concezione più comune di “talento” è quella di dote innata: che sia enorme o minuscola, si tende a pensare che con una predisposizione ci si debba nascere – diversamente, non si potranno ottenere dei risultati apprezzabili in un ambito.
Personalmente e per puro interesse personale, non credo a questo determinismo genetico: non ho mai avuto una propensione spontanea verso alcunché e la mia modesta predisposizione verso certe attività l’ho dovuta acquisire col tempo. :P
Ma tutto questo cosa c’entra, col fumetto di oggi?
Lo vedremo tra poco…

Atelier of Witch Hat 101

Coco è una bambina vivace, apprendista e figlia di una sarta, ma il suo sogno è un altro: da quando un uomo mascherato le vendette un libro di magia illustrato e una bacchetta magica (rivelatasi una penna) lei vuol diventare una maga.
Solo che, nel suo mondo, si è maghi dalla nascita o si è “normali”.
Un giorno, Coco riesce a osservare un mago mentre, ben nascosto, usa la magia: per lanciare un incantesimo, è sufficiente disegnare dei simboli all’interno di un cerchio. E dato che il suo libro illustrato è pieno di strani cerchi e simboli, Coco si dedica ai suoi primi esperimenti con la magia!
Uno degli incantesimi porterà a esiti drammatici, che al tempo stesso spingeranno Coco dentro quel mondo magico che la bambina ha sempre sognato.

Continua a leggere “Atelier of Witch Hat, di Kamome Shirahama. I primi cinque volumi”

Pesca un’altra carta, Gracula: Card Captor Sakura, il fondamento del multiverso delle Clamp

Perché parlare adesso di Card Captor Sakura?
Prima di tutto, perché no? E poi, questo mese verrà pubblicato in Italia il suo seguito, Card Captor Sakura: Clear Card.
Infine, è da prima che questo blog nascesse, che voglio parlare del multiverso delle Clamp e delle opere principali su cui si fonda: le storie delle Clamp mi sono sempre piaciute, nonostante gli sviluppi un po’ pasticciati delle trame.

Card Captor Sakura 101

Scansione

La vita di Sakura, una normale bambina che frequenta le scuole elementari, cambia drasticamente quando mette le mani su un libro, conservato nella biblioteca del padre: il libro è in realtà uno scrigno che sigilla alcune carte magiche, simili nell’aspetto ai tarocchi e create da un potente mago del passato, di nome Clow Reed (o Leed, nella prima edizione italiana).
Ora che le carte non sono più sigillate, hanno preso una forma fisica e usano i loro poteri in libertà, causando problemi alle persone.
Con l’aiuto della bestia del sigillo, Kerberos – i cui poteri sono ridotti a causa della dispersione delle carte – Sakura dovrà andare a caccia delle carte di Clow e catturarle tutte, prima che una “catastrofe” si abbatta su alcune persone.

Continua a leggere “Pesca un’altra carta, Gracula: Card Captor Sakura, il fondamento del multiverso delle Clamp”