Generi letterari 101

È sempre stato pratico, classificare le cose secondo gli elementi che le costituiscono, ma è anche sempre stato utile?
In questo caso, parliamo di generi letterari: è un bene classificare le storie secondo le etichette che chiamiamo generi e sottogeneri?
E quando una storia ha gli elementi sia di un genere che di un altro?
E qualora una storia sembri appartenere a un genere ma sia così solo in superficie?
E…?

Una premessa

Non sono un #massimoesperto in niente, sono solo un appassionato di storie che cerca di approfondire un po’ l’argomento: se la pensi diversamente puoi commentare, argomentando la tua posizione e aiutandomi a migliorare. Ma fallo senza insultarmi, o ti scaraventerò nella cartella spam per tutti i secoli dei secoli. Amen. ;)

Generi letterari 101

Un genere letterario è una categoria che serve a classificare le storie secondo qualche criterio: di solito sulla base della tematica trattata dalla storia, o della sua “cornice estetica”, ma talvolta persino del suo target, ovvero dei lettori a cui si vuole venderla.
Infilare una storia in un genere ha due funzioni principali

  1. classificarla come prodotto commerciale per attirare all’acquisto e alla lettura un certo tipo di fruitori: ti piacciono le storie fantasy? Troverai quei libri nella sezione fantasy della libreria (probabilmente a fianco dei libri coi vampiri che brillano! XP )
  2. classificarla come prodotto culturale per indirizzare l’analisi di un critico, affinché aiuti a rivelarne pregi, difetti e livelli di lettura profondi

Continua a leggere “Generi letterari 101”