Vampiri: La Masquerade, edizione 25 Edition. Parte 1: panoramica introduttiva

La copertina della mia copia – un manuale un po’ vissuto, ma ancora integro!

1991. Da suggestioni ispirate dai vampiri di Ann Rice e dal desiderio di un gioco di ruolo basato maggiormente sul dramma e sull’introspezione – piuttosto che sull’avventura pura e sul combattimento – nacque la prima edizione di Vampiri: La Masquerade.
Nonostante la rivoluzione fosse più presente nello spirito del gioco che nelle sue regole, Vampiri riuscì ad ampliare le prospettive del mondo dei giochi di ruolo, dato che

  • ebbe un successo di pubblico – e commerciale – non trascurabile
  • portò molte più ragazze e donne a interessarsi al gioco di ruolo, che ancora oggi viene visto come maschile (non sono d’accordo, ma date uno sguardo a questo vecchio pezzo satirico sul tema “ragazze e GDR: sospetto che cose del genere capitino per davvero!)
  • contribuì a spostare il peso delle ambientazioni dal fantasy medievaleggiante agli horror moderni – esistevano già giochi non fantasy, ma a leggere in giro (e la mia esperienza personale sembra confermarlo) il gioco di ruolo era percepito soprattutto come “fantasy alla D&D”
  • secondo me, è il padre non ufficiale della serie Charmed (in Italia, Streghe): nel 1996, la Spelling Television produsse una serie, Kindred: The Embraced, che fu cancellata dopo pochi episodi, e che era ispirata proprio a Vampiri. Ogni tanto mi chiedo se qualche idea non sia stata rimaneggiata proprio nella serie delle sorelle Halliwell…

Affondiamo i canini nella sostanza del gioco e vediamo come sia fatto il GDR di Vampiri: La Masquerade!

Continua a leggere “Vampiri: La Masquerade, edizione 25 Edition. Parte 1: panoramica introduttiva”

Mi rinfresco la memoria: Parasite Eve 2, anche stavolta per Playstation

È possibile che io ci stia prendendo gusto? Forse… devo dire che non mi dispiace, rinfrescarmi la memoria ogni tanto, specialmente quando il materiale di riferimento è così interessante!
Certo, una non-recensione con tutti i crismi sarebbe meglio, ma non sempre la vita è fatta di confetti e zucchero filato: ora non ho proprio la possibilità di rigiocare a Parasite Eve 2, anche se ne ho una copia in casa.
Prima di procedere con questa nuova puntata di Ricordi sepolti, rivediamo le “regole” della rubrica: è il momento del copia e incolla!

Ricordi sepolti AKA Mi rinfresco la memoria

Questo spazio è ispirato a una rubrica del sito I 400 calci, chiamata La memoria del pesce rosso: lì, un membro dello staff scrive di un film che non ha visto da un po’, senza cercare informazioni da nessuna parte e facendo considerazioni spiritose .
Io non sono spiritoso – non quando scrivo – perciò mi limiterò a riesumare i miei ricordi di una storia su cui, per qualche motivo, non posso mettere le mani: mi fu prestato il libro, il gioco o il fumetto; ne posseggo una copia, ma è stivata in una scatola dietro un’altra scatola etc.
Poiché la mia memoria fa schifo, per certe cose – nomi di persona, date etc. – non comporrò La scheda dedicata alla storia. Mi limiterò, quando serve, a cercare un’immagine a corredo del post, probabilmente una copertina.

Parasite Eve 2 101

parasite-eve-2-cover
Fonte: uno dei commenti in questo blog

È trascorso del tempo, da quando Aya ha affrontato la sua nemesi in cima al Chrysler Building: da allora, i suoi poteri mitocondriali sono ai minimi storici, ma questo non le impedisce di offrire il suo contributo alla lotta contro le terribili NMC (Neo Mitochondrion Creatures) come membro di un gruppo governativo: occasionalmente saltano fuori qua e là dei nuovi mostri, scatenando il panico e causando morti tra la gente comune.
Ogni tanto, invece, è solo un tizio travestito da papero per pubblicizzare un negozio…
True story, se la memoria mi assiste. :P

L’inizio della storia coincide con un incidente in un edificio chiamato Akropolis Tower, dove fa la sua comparsa un nuovo tipo di NMC: indagando sull’evento, tra un colpo di pistola e un po’ di combustione indotta, l’ente di cui è agente Aya decide che alla sigla NMC è il caso di aggiungere la A di Artificial. Sì, i mostri non sono frutto di un’evoluzione spontanea.
Aya sarà incaricata di seguire una pista calda – bollente quanto il deserto del Mojave – per scoprire chi stia giocando a fare Dio…

Continua a leggere “Mi rinfresco la memoria: Parasite Eve 2, anche stavolta per Playstation”