Final Fantasy XIII, per Playstation 3. Seconda parte: combattimento, sviluppo del personaggio e considerazioni finali

Dopo la prima parte di questa non-recensione, dedicata soprattutto alla storia e ai personaggi di Final Fantasy XIII, vediamo come funzioni il gioco in termini più “meccanici”.

Esplorazione

Un elemento assai criticato di questo gioco è l’approccio all’esplorazione: si va avanti sui “binari”, con rare biforcazioni che danno su vicoli ciechi, la cui sola funzione è, di solito, far trovare uno scrigno con un tesoro.
Nelle fasi avanzate della storia, sarà possibile visitare un luogo che offrirà una libertà di esplorazione un po’ maggiore, e il “dungeon finale” offrirà una vaga illusione di non-linearità.
Anche la formazione del gruppo in battaglia, per buona parte della storia, è decisa dal gioco, che obbligherà il giocatore a usare da uno a tre personaggi specifici.

Continua a leggere “Final Fantasy XIII, per Playstation 3. Seconda parte: combattimento, sviluppo del personaggio e considerazioni finali”

Final Fantasy XIII, per Playstation 3. Prima parte: ambientazione, storia e due ciance sul livello tecnico

Dopo tanti anni, sono riuscito ad affrontare Final Fantasy XIII: criticato negativamente per certi passi falsi, questo capitolo della serie sperimenta una strada piuttosto diversa dal solito, pur pescando da elementi mitologici della serie noti agli appassionati.
Al grido di “dopo Zestiria, non ci casco più“, ho deciso di dividere questa non-recensione in due parti, dato che le parole si accumulavano e non ho trovato il modo di essere più sintetico, senza sacrificare gli argomenti di cui volevo parlare! :P

Final Fantasy XIII 101

Scansione della copertina

Nella città di Bodhum scoppia il finimondo, quando il Sanctum ne proclama l’epurazione: la città ospita un impuro portatore di sventura, un Fal’Cie – una sorta di divinità biomeccanica – del mondo di Pulse. C’è inoltre il pericolo che il Fal’Cie  possa aver eletto uno o più L’Cie, campioni umani capaci di utilizzare la magia e invocare gli Esper, esseri dotati di poteri sovrumani.
I timori del Sanctum non sono infondati: una ragazza, Serah, è stata scelta da Anima, Fal’Cie di Pulse.
Lighting e Snow, rispettivamente la sorella e il fidanzato di Serah, sfidano il pericolo dell’epurazione per trovarla, ciascuno per conto proprio. Il corso degli eventi porterà i due, assieme ad altre persone, a venire trasformati in L’Cie e a doversi fare carico di una controversa missione…

Continua a leggere “Final Fantasy XIII, per Playstation 3. Prima parte: ambientazione, storia e due ciance sul livello tecnico”

Koudelka, il manga di Yuji Iwahara

“Oh, Koudelka…
E pensare che, se solo lo volessi, il mondo sarebbe tuo.
Perché rifiuti di essere ciò che sei?”
La donna fantasma, in Koudelka

Finalmente, dopo tanto tempo trascorso dal “Mi rinfresco la memoria” dedicato al videogioco, ecco la non-recensione di Koudelka, il manga!
Ambientato poco dopo il videogame, vediamo la nostra esper Koudelka alle prese con medici crudeli, rapitori di prostitute, spiriti e magia nera… giusto in tempo per una nuova gita al monastero di Nemeton!

Koudelka 101

koudelka-manga
Scansione

Koudelka è in fuga dal manicomio di Nemeton – non una grande sfida, dati i suoi poteri – ma qualcosa va storto: la ragazza perde la memoria, dopo una brutta caduta, e perde anche la consapevolezza delle proprie doti psichiche.
Facendo amicizia con un ragazzino di nome Joshua, figlio orfano di una prostituta d’alto bordo, Koudelka fuggirà con lui dai propri inseguitori – i membri della Royal Medical Science Society – e si ritroverà a Londra, dove grazie alla compagnia di Joshua si legherà alle tenutarie di un pub-bordello, ex colleghe della madre del ragazzo.
Intanto, qualcuno sta rapendo delle prostitute, specialmente quelle incinte…
Quali saranno, i piani della Royal Medical Science Society per Koudelka? Chi rapisce le prostitute? Infine, chi è lo spirito femminile che spinge Koudelka all’azione e a ricordare la sua reale natura?

Continua a leggere “Koudelka, il manga di Yuji Iwahara”