Lightning Returns: Final Fantasy XIII. Due gracchiate in libertà. Prima parte

Dopo tanti mesi, ho finalmente concluso – nei limiti del possibile – la Fabula Nova Crystallis. Certo, con l’ingresso in casa di una fiammante e compatta Playstation 4, in futuro potrò giocare anche Final Fantasy Type – 0, ma per ora siamo qui, a vedere la fine delle avventure di Lightning e dei suoi amici.

Premessa: ho deciso di giocare il gioco in inglese – così mi alleno un po’ a capire il parlato, pertanto farò uso dei termini di gioco in inglese, salvo distrazioni. :P

Lightning Returns: Final Fantasy XIII 101

Scansione

Sono passati 500 anni, dal viaggio attraverso le epoche di Sera e Noel: il tempo si è fermato, impedendo alle persone di crescere e invecchiare, ma anche di avere nuovi figli.
In questo scenario, Lightning si risveglia dal suo secolare sonno di cristallo, venendo arruolata per un compito vitale da un’entità quasi onnipotente: Bhunivelze, il creatore di mondi. In cambio dei propri sforzi, Lightning potrà riabbracciare sua sorella Sera.
In suo nome, Lightning dovrà assumere il ruolo di Savior (Salvatrice) e portare pace nei cuori di coloro che sono ancora in vita, così da permettere alle loro anime di giungere nel nuovo mondo, che il dio sta finendo di creare. Dovrà fare del suo meglio entro tredici giorni, perché allo scadere del tempo, il mondo attuale verrà fagocitato dal Caos e distrutto.
A complicare le cose, Lightning si ritroverà ad avere a che fare con l’ambigua Lumina, una ragazzina dotata di misteriosi poteri e con una certa passione per giocare brutti tiri, e il cui aspetto potrebbe essere quello di una giovane Sera.

Continua a leggere “Lightning Returns: Final Fantasy XIII. Due gracchiate in libertà. Prima parte”

L’epopea del Cavaliere ripetente

Nel caldo esagerato di questo agosto, torniamo a gracchiare di cartoni animati relativamente recenti. E per qualcuno, potrebbe trattarsi di un cartone “bollente” quanto quest’estate, data la quantità immonda di fan service con cui si è deciso di affogare quella che sarebbe stata, altrimenti, una discreta serie sportiva con inserti fantasy.
Se mi seguite da tempo, sapete già come io consideri questo genere di approccio alle storie: un’occasione sprecata, dovuta alla mancanza di fede nella bontà della propria storia!

L’epopea del Cavaliere ripetente 101

Copertina del DVD
(Fonte: Pinterest)

Siamo in una Terra simile alla nostra, in epoca moderna, ma in cui le persone potrebbero nascere con poteri magici. A Tokyo, la prestigiosa accademia Hagun si occupa di formare i Blazer, ovvero dei cavalieri-maghi capaci di usare i loro poteri a livelli elevatissimi.
I Blazer vengono classificati secondo una scala di valutazione basata sui loro poteri, più che sulla base delle capacità nella scherma; per questo motivo, l’abile (ma magicamente modesto) Ikki Kurogane viene classificato come un Rank F, il peggiore di tutti, e viene spesso canzonato come uno incapace di stare al proprio posto, dato che si ostina a frequentare l’accademia e aspira a partecipare al Festival delle Sette Stelle, la più importante competizione scolastica per i Blazer.
A seguito di alcuni cambiamenti nella gestione dell’accademia, e all’incontro-scontro con Stella Vermillion – bella principessa di un paese lontano – Ikki avrà la possibilità di competere per avvicinarsi a realizzare il proprio sogno.

Continua a leggere “L’epopea del Cavaliere ripetente”