Un’estate con la Strega dell’Ovest, di Kaho Nashiki

Complice un’offerta interessante – due libri a 9,90 € o qualcosa del genere – ho deciso di provare questa novella, opera prima di Kaho Nashiki, e devo dire che non mi è dispiaciuta, pur lasciandomi un vago retrogusto di “avrebbe potuto essere anche migliore”.

Un’estate con la Strega dell’Ovest 101

Scansione

Mai, figlia di genitori lavoratori – poco presenti per necessità, ma mai privi di affetto nei suoi confronti – è una ragazzina che, all’inizio delle medie, annuncia di non voler più andare a scuola: le difficoltà a relazionarsi con i compagni e l’asma di stagione la spingono verso l’insofferenza più totale per l’ambiente scolastico.
Mai viene accontentata dalla madre e, con suo grande piacere, viene organizzato tutto perché possa trascorrere alcune settimane a casa della nonna materna, una signora inglese che vive in montagna, sempre in Giappone.
Sarà proprio lì che la bambina scoprirà che il soprannome della nonna, “Strega dell’Ovest”, non è un nomignolo scherzoso…

Nota: non è un libro fantasy, né horror e nel caso che la nonna sia davvero una strega, lo nasconde molto bene, per quanto è tenue il soprannaturale nella storia.

Continua a leggere “Un’estate con la Strega dell’Ovest, di Kaho Nashiki”

Condurre una gondola su Marte: Aria (e Aqua), di Kozue Amano

“Dobbiamo godere di ciò che viviamo ora, non lasciarci imbrigliare dalla nostalgia dei ricordi…
Non è stato bello solo il passato, anche il presente lo è!”

Alicia Florence, in Aria

Spesso, consideriamo le storie coinvolgenti solo quando presentano dei conflitti profondi e interessanti, con scelte difficili e conseguenze drammatiche, eroi caduti e malvagi redenti.
Ma una storia può essere piacevole anche se i conflitti sono assenti, presentando personaggi sereni e situazioni ricche di lirismo: qualcuno classifica queste storie come appartenenti al “genere consolatore” e non c’è dubbio che il fumetto giapponese Aria, con i suoi slice of life inseriti in una blanda cornice fantascientifica, ne faccia parte.

Aria 101

Fonte: scansione

Anno 2301. La Terra è diventata un pianeta comodo, razionalizzato a livello logistico e con un clima mite e uniforme, gestito alla perfezione da avanzate stazioni meteorologiche.
Non a tutti piace questa precisione. Non ad Akari Mizunashi, che ha deciso di andare a vivere su Marte: una volta terraformato, il pianeta rosso è diventato adatto alla vita umana e animale, ma lo scioglimento dei ghiacci lo ha coperto d’acqua per buona parte – e per questo motivo è stato ribattezzato Aqua.
Le terre emerse risultanti sono state “lottizzate” dalle nazioni per riprodurre alcuni tipici paesaggi terrestri, ormai scomparsi: una di queste regioni è la città di Neo Venezia, ovvero la Venezia italiana, trasferita su Marte Aqua per evitarne l’inabissamento sulla Terra.
A Neo Venezia, si lavora molto con le gondole, ma esiste solo un mestiere disponibile per le donne che ne conducono una: l’undine, cioè il vecchio mestiere del gondoliere.
Questa è la storia di Akari Mizunashi, che vuol diventare un’undine su Aqua!

Continua a leggere “Condurre una gondola su Marte: Aria (e Aqua), di Kozue Amano”

Spirit of Wonder, di Kenji Tsuruta

“La cosa che mi fa molto piacere… è che tu, papà e gli altri… abbiate creduto in quella teoria che non è interessata a nessuno…”
Windy Lindoverberg, in Spirit of Wonder

spirit of wonder manga
La copertina del volume, in una delle mie più riuscite scansioni!

Quando si pensa alla fantascienza, viene in mente qualcosa di rigoroso, freddo e preciso. Ma non è sempre così: esiste anche una fantascienza più leggera, che ispira un senso di meraviglia grazie a invenzioni e scoperte che sono poco plausibili – dal punto di vista della realtà – ma che in compenso possono essere ricche di poesia.

È questo il caso di Spirit of Wonder, il manga di Kenji Tsuruta, un delirio in bianco e nero dal livello di conflitto contenuto e disegnato in modo stupendo.

Spirit of Wonder 101

Spirit of Wonder ha come tema le meraviglie della scienza: persone geniali inventano strumenti capaci di compiere veri e propri miracoli, talvolta con la ricerca di un “facile” guadagno o di un beneficio per il mondo e altre volte, solo per ottenere il sorriso di una persona cara o riparare a un’ingiustizia del destino.
Ecco dunque

  • il mondo del 2006, invaso dalle acque a causa di sconvolgimenti climatici
  • la famiglia Dolittle e la sua speciale cameriera
  • il professor Skelmersdale, creatore di piccoli universi
  • i paradossi temporali del professor Drosselmeier e del suo assistente Wilhem
  • la folle impresa del Club dei giovani scienziati, desiderosi di raggiungere Marte grazie a una teoria sull’etere che la scienza moderna considera scorretta
  • le manipolazioni del tempo cronologico del professor Abbott
  • gli azzardi della genetica del professor Omaezaki
  • infine, la manesca locandiera China, sempre alle prese coi suoi affittuari insolventi e le loro strampalate, quanto spettacolari, invenzioni

Continua a leggere “Spirit of Wonder, di Kenji Tsuruta”