Il castello in aria, di Diana Wynne Jones

(…) tutto il giorno fu importunato da persone che, con lunghi e infiorettati discorsi, gli proponevano un ritratto della nonna dal quale non si sarebbero mai separati, se non per assoluta necessità di denaro; oppure il ritratto di un cammello del Sultano, vittorioso in diverse competizioni, dipinto che era per caso caduto da un carretto (…)
Il castello in aria

Tutti pronti per un altro salto nella magica terra di Ingary?
Mi spiace per voi, ma il tappeto volante è stato dirottato a sud del regno, verso i Sultanati di Rashput: questo sarà il punto di partenza del secondo libro ambientato nel mondo del mago Howl – ma ci sarà tempo anche per uno scalo a Ingary, una breve fermata prima di esplorare un misterioso castello nel cielo (e non parlo di Laputa).
In questo secondo libro avremo modo di rivedere alcune vecchie conoscenze, ma non accadrà nella prima metà della storia: il protagonista non è il mago Howl o la nuovamente giovane Sophie, ma un giovane commerciante di tappeti dalla fantasia sfrenata, che si mantiene gestendo una piccola bottega nel bazar della città di Zanzib.

Il castello in aria 101

il castello in aria copertina
Copertina de Il castello in aria
(Fonte: scansione)

Abdullah è un giovanotto di aspetto gradevole ma di estrazione… diciamo borghese, figlio della seconda moglie di un ricco commerciante di tappeti. Alla morte del padre – che lo ha sempre trattato in modo un po’ freddo – ha ricevuto in eredità abbastanza ricchezza da poter aprire una piccolissima bottega di tappeti nel bazar di Zanzib.
Ha ricevuto in eredità anche qualcosa da sua madre: una fantasia esagerata che lo porta a inventare per sé una vita da romanzo, finendo per costruire dei metaforici castelli in aria.
La sua vita cambia quando acquista un vecchio tappeto logoro da un maleducato viandante: il tappeto è infatti magico e può volare! Addormentandosi sul tappeto, Abdullah si risveglia nel pieno della notte in un giardino che sembra essere uscito dalle sue fantasticherie più sfrenate, dove fa la conoscenza di una fanciulla tanto bella da non sembrare vera, una principessa quasi uguale a quella che sposa nei suoi sogni.
Ma le inaspettate macchinazioni di un djinn e il realizzarsi di altre fantasie più avventurose getteranno scompiglio nella vita di Abdullah, che dovrà correre parecchi rischi, nel tentativo di rendere reale il suo sogno d’amore…

Continua a leggere “Il castello in aria, di Diana Wynne Jones”

Il castello errante di Howl, di Diana Wynne Jones

“- Neil! – chiamò Howl a voce alta.
– Non interromperlo, altrimenti muore – rispose uno dei due ragazzi.
Visto che si trattava di una questione di vita o di morte, Sophie e Michael arretrarono verso la porta. Howl invece, mantenendosi imperturbabile anche di fronte all’uccisione del proprio nipote, andò diritto alla parete e con un gesto secco (…)
Il castello errante di Howl
Attenzione: questa citazione incompleta nasconde un tranello.
Se Howl può essere un po’ trickster, perché io no? :P

Il castello errante di Howl è un bellissimo film, il mio preferito tra quelli dello studio Ghibli, ed è tratto da un romanzo davvero carino: non posso negare che, avendo visto il film prima di leggere il libro, io sia stato influenzato nell’immaginare i personaggi e i luoghi in un certo modo!
Oggi tocca al libro (il primo di tre, ma comprerò anche gli altri, spero prima e non poi) e in futuro mi dedicherò anche al film. :)

Il castello errante di Howl 101

howl copertina primo libro
La copertina
(Fonte: scansione)

Nel paese di Ingary, nella città di Market Chipping, vive una fanciulla di nome Sophie Hatter: abile sarta e cappellaia (nomen omen) lavora nella bottega di cappelli del padre, sotto la direzione della matrigna.
La sua vita procede senza scossoni, fino a quando irrompe nella bottega una signora elegante, intenzionata a comprare un cappellino nuovo: non trovandone uno adatto per sé, la donna rivela di essere la Strega delle Terre Desolate, una maga potente e famigerata per la sua crudeltà.
La Strega maledice la ragazza, facendola invecchiare di circa sessant’anni, e la vecchia Sophie abbandona la sua vita abituale: ormai è irriconoscibile, e se anche qualcuno capisse chi è, sarebbe solo una preoccupazione per quella persona!
Lasciata la città, si imbatte nel castello errante del mago Howl, un uomo dalla fama di stregone malvagio, che divora i cuori delle fanciulle in cui si imbatte: riesce a infiltrarcisi come donna delle pulizie, senza apparenti sospetti da parte di Howl.
Nel corso della sua avventura, Sophie scoprirà sia il motivo per cui la Strega delle Terre Desolate l’ha maledetta, sia la reale natura del mago Howl.
Ma, soprattutto, capirà di possedere una strana abilità…

Continua a leggere “Il castello errante di Howl, di Diana Wynne Jones”