Che sia… la prima fanart della voliera?

Di recente, il mio amico Wally ha letto il mio racconto per il prestigioso premio Kavvingrinus e gli è piaciuta l’idea delle mega-mantidi intelligenti.
Ispirato dalla mia superba prosa (#credici, come sempre) ha creato un foto-tarocco a tema mega-mantidi e me lo ha inviato.

mega-mantide-scienziato
Fonte: Wally (non quello della Pixar, quello è WALL•E)

Mi ha poi detto che preparerà altre cose sul genere – che non starebbero male, a corredo di altri raccontini sulle mie dolci mega-mantidi: roba che ho in testa da una vita, che la vita stessa mi ha impedito di liberare per il mondo. Per ora.
Vedremo… a ogni modo, se l’autore non è un fanatico, può essere definita una fanart? È la prima volta, che qualcuno deriva qualcosa da una mia trovata… :^P

True Blog – Il diario della voliera, 6 (che in realtà sarebbe 9, ma lasciamo 6)

true blog

Ed eccoci qua, all’ormai non più tanto consueto appuntamento con questo mio diario di viaggio nell’avventura delle bloggherie! Entro nel nono mese del blog, saltandone diversi per via di alcune piccole disavventure di connessione, che a fine aprile mi hanno impedito di scrivere il True Blog previsto; a maggio, idem con patate, dato che per buona parte del mese non ho avuto accesso alla rete. Infine, a giugno ci si è messa la vita e la pigrizia.
Casualmente, la mia assenza dalla rete è coincisa proprio con l’esposizione al pubblico ludibrio del mio Kavvingrinus! Legge di Murphy, brutta birbantella! E va be’, ormai è acqua passata…

Intanto faccio il punto della situazione: ho da poco superato i sessanta articoli – un miracolo, data la mia lentezza nello scrivere, accentuata dall’aumento della temperatura che mi rende letargico. Sono dunque il contrario dei rettili e nessuno mi potrà più dare della viscida serpe. :^)
Per ciò che riguarda gli obiettivi a breve termine del blog, ormai siamo pienamente nel medio-lungo, di termine: date le mie modeste capacità e la letargia estiva, sono impegnativi da perseguire. Eppure…

Eppure, un obiettivo è stato realizzato: il mio benedetto racconto a puntate ha finalmente visto la luce, in questa cupa voliera! Sarà un bene? Sarà un male? Sarà qualcosa di assolutamente neutro? Propendo per l’ultima ipotesi.
Intanto, eccoci agli obiettivi rimanenti

  • satira ai danni di certi bimbiminkia (ho idea di strutturarlo come una storia legata alle mega-mantidi, devo solo metterci mano. Spero di non dover aspettare il ritorno delle mie forze per – orrore! – settembre od ottobre)
  • cosette divulgative terra-terra (non era quello che pensavo – ho in testa un progetto ambizioso – ma ho almeno scritto una cosina introduttiva sul gioco di ruolo)
  • gdr scaricabile (ecco, qui sono totalmente immobile. Medito molto su come strutturare delle regole dignitose, ma ancora non c’è nulla di valido, a parte qualche seme di idea)

È tutto. Progressi lenti per ciò che riguarda ‘sti obiettivi (ma è un miracolo che mi sia finalmente deciso a postare il raccontino a puntate) rotture di balle extra-blog e caldo mi permettono solo di portare avanti la normale attività della voliera: straparlare di cose che conosco a malapena e delle storie che mi sono piaciute, sistemare meglio i menu, aggiungere mantidi ballerine tra i widget in fondo, le solite cose!

mantide religiosa
Quando lo homo sapiens non c’è, le mega-mantidi ballano!
(Fonte: Il Regno dei Fossili)

Mi sa che devo considerarmi fortunato, ad avere un po’ di voglia di scrivere almeno le mie non-recensioni :P
E ora speriamo di sopravvivere a luglio e ad agosto!

Kavvingrinus: il mio contributo

Era il non troppo lontano gennaio del 2016, quando un trio di blogger si impegnò in una gara: parlo del concorso informale Kavvingrinus, nato dall’unione dei nick dei tre partecipanti Kalosf, Avvocatolo e Ysingrinus.

Secondo le regole della sfida, i tre chiedono agli utentAmici che li seguono di condividere le loro storie di lettori di libri, così da poter decidere chi di loro ha i lettori con le storie più belle.
Il vincitore imporrà una penitenza ai due sconfitti, che potranno accettarla oppure chiudere il proprio blog – e diciamo che spero che quest’ultima cosa resti una boutanade senza seguito…
A ogni modo, ho partecipato anche io, inviando la mia storia di lettore a Ysingrinus nel mio consueto stile fuorviante: ho inserito la mia storia all’interno di un raccontino di fantascienza umoristica, così, tanto per spiazzarli un po’ ^_^ perché se non faccio lo scemo tra amici, non mi diverto! E siccome l’universo mi maltratta un po’, lo faccio in ritardo: quando è stato pubblicato il mio contributo, non disponevo di connessione. :P
Spero sia un po’ carino. Tra l’altro, forse uno dei miei progetti (teoricamente) a breve termine per il blog potrebbe rivedere protagoniste le mega-mantidi, a cui sono già affezionato! Così tante idee sceme, così poco tempo…

Continua a leggere “Kavvingrinus: il mio contributo”