Tra esper, fantasmi e ordalie: Enigma, di Kenji Sakaki

È da un po’ che non ciancio come si deve di un manga – e no, Arslan non vale – e allora perché non dedicare un po’ di byte a Enigma?
Questa miniserie racchiude in sé quello che in Bakuman. viene chiamato “il sapore della giovinezza”: sì, Enigma è un fumetto shonen praticamente da manuale (se il manuale è Bakuman.) ma la cosa buona è che è abbastanza breve da non incartarsi a ripetizione su se stesso e non accumula troppe incoerenze nel suo svolgimento: il risultato è una storia piena di stranezze, ottimistica e al tempo stesso ricca di elementi un po’ macabri.

Enigma 101

enigma copertina albo 1
Enigma, primo albo
(Fonte: scansione)

Nella città (fittizia) di Yuuyami, prefettura di Tokyo, un gruppo di sette tra ragazzi e ragazze viene rapito nel sonno e portato a scuola durante la notte: un individuo chiamato Enigma comunica con loro tramite gli altoparlanti, rivelando che conosce sia i loro desideri che i loro talenti segreti, quindi li sfida a uscire dalla scuola trovando le sette password che ha disseminato per l’edificio.
Ogni password permetterà a una sola persona di fuggire e in più è protetta da trabocchetti mortali. Coloro che fuggiranno, vedranno esaudito un loro desiderio.
Chi riuscirà a fuggire da questa folle escape room? Quali sono i talenti segreti dei ragazzi? E soprattutto, basterà superare questa prova per tornare alla vita di tutti i giorni?

Continua a leggere “Tra esper, fantasmi e ordalie: Enigma, di Kenji Sakaki”