[Guest post] L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis

Riaprono i negozi (dove possibile) e si ritorna anche a bloggherie più naturali, per gli standard della voliera. Succede grazie a questo post di Denis – almeno per quanto riguarda il blog – che ci racconta di un progetto che io non conoscevo affatto, offrendoci anche alcune immagini!
Robottoni e maghette, da una prospettiva a cui, da bambino, non avrei mai pensato… °O°

L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis

Tra il 1985 e 1988, venne prodotta una parodia manga, fan made, che fondeva due serie animate: una è Jūsenki L-Gaim di Tomino (nota in inglese come Heavy Metal L-Gaim) del 1984, 54 episodi, ad opera della Sunrise; l’altra è L’incantevole Creamy (Creamy Mami, 52 episodi) del 1983, prodotta dallo Studio Pierrot.

Continua a leggere “[Guest post] L’Incantevole Creamy incontra Tomino, di Denis”

Pesca un’altra carta, Gracula: Card Captor Sakura, il fondamento del multiverso delle Clamp

Perché parlare adesso di Card Captor Sakura?
Prima di tutto, perché no? E poi, questo mese verrà pubblicato in Italia il suo seguito, Card Captor Sakura: Clear Card.
Infine, è da prima che questo blog nascesse, che voglio parlare del multiverso delle Clamp e delle opere principali su cui si fonda: le storie delle Clamp mi sono sempre piaciute, nonostante gli sviluppi un po’ pasticciati delle trame.

Card Captor Sakura 101

Scansione

La vita di Sakura, una normale bambina che frequenta le scuole elementari, cambia drasticamente quando mette le mani su un libro, conservato nella biblioteca del padre: il libro è in realtà uno scrigno che sigilla alcune carte magiche, simili nell’aspetto ai tarocchi e create da un potente mago del passato, di nome Clow Reed (o Leed, nella prima edizione italiana).
Ora che le carte non sono più sigillate, hanno preso una forma fisica e usano i loro poteri in libertà, causando problemi alle persone.
Con l’aiuto della bestia del sigillo, Kerberos – i cui poteri sono ridotti a causa della dispersione delle carte – Sakura dovrà andare a caccia delle carte di Clow e catturarle tutte, prima che una “catastrofe” si abbatta su alcune persone.

Continua a leggere “Pesca un’altra carta, Gracula: Card Captor Sakura, il fondamento del multiverso delle Clamp”

Pretty Guardian Sailor Moon, di Naoko Takeuchi

“Io… Sailor Moon…
… ti punirò in nome della Luna!”
Sailor Moon, in Pretty Guardian Sailor Moon

sailor-moon-gp-cover
La cover del primo volume GP
(Fonte: Wikipedia, non ho avuto il tempo di una scansione :P)

La prima volta che ho visto un episodio della serie animata di Sailor Moon, ho pensato di trovarmi davanti a una parodia: mostri che sembravano usciti da un episodio a caso dei Power Rangers, invettive accompagnate da nomi famosi (“La Navratilova ti caccerebbe dal campo” disse Sailor Moon, a un mostro dai… poteri tennistici) e un notevole numero di gag buffe o sceme accompagnate da un uso strategico della tecnica Super Deformed.
Superato l’equivoco, ho capito che la parodia non era lo spirito della serie, ma ho comunque continuato a seguirla, divertendomi molto. E di certo non sono stato l’unico al mondo, dato il successo planetario che ha reso la serie una leggenda, fondando un genere che unisce majokko, shojo e super sentai e che ha generato una pletora di cloni più o meno sfacciati.
Oggi non siamo qui per parlare della serie animata di Sailor Moon, ma del suo manga, in un’edizione riveduta e corretta da Naoko Takeuchi, la sua autrice.

Pretty Guardian Sailor Moon 101

Nella Tokyo del 199X, alcune studentesse delle medie scoprono di essere la reincarnazione di abitanti del regno della Luna e di possedere dei poteri speciali, grazie alla benedizione dei corpi celesti del sistema solare: una di loro, Usagi Tsukino, è addirittura la reincarnazione della principessa di quel regno, cancellato nel tempo del mito da un potere maligno. In quanto erede del regno, possiede una gemma magica chiamata Cristallo d’argento illusorio, dotata di un potere rigenerativo e distruttivo senza limiti e bramata da ogni forza del Male™ alla ricerca del potere assoluto.
Le belle protagoniste possono trasformarsi in guerriere vestite alla marinara che, grazie ai loro poteri, sono in grado di affrontare i pericolosi mostri inviati dal nemico di turno, sempre alla ricerca del Cristallo d’argento illusorio.

Continua a leggere “Pretty Guardian Sailor Moon, di Naoko Takeuchi”