[Guest post] I videogiochi più costosi, di Denis. Parte 2

Veniamo alla seconda tranche della classifica di videogiochi costati parecchio, stilata da Denis, che ha anche offerto le immagini a corredo.
Qua e là, o forse solo là, mi concederò il lusso di aggiungere una nota personale a una parte del discorso.

I Videogiochi più costosi, di Denis. Parte 2

Oggigiorno, produrre un videogioco presenta dei costi elevati e alcuni, facendo flop, hanno fatto chiudere le software house che li avevano prodotti; nei vostri stipetti pieni di videogiochi potreste “avere” milioni di dollari! Ho fatto un po’ di conti, vediamoli.
Il costo di produzione e marketing era in milioni di dollari: li ho convertiti in euro, ma sono solo indicativi, per via dell’anno di produzione e l’oscillazione dei cambi. Servono per dare un’idea.

20-Metal Gear Solid V: Phantom Pain

Gioco del 2015 per PS4, Xbox One, PS3 e Xbox 360. Si ricollega al primo gioco, uscito nel 1987.
Costato 72 milioni di euro in 8 anni di sviluppo (per un gioco incompleto, tra l’altro!) è stato segnato dal licenziamento a fine progetto di Hideo Kojiima, ideatore della serie, da parte di Konami e segna un punto nella storia videoludica moderna: gli alti costi di sviluppo non permettono tempi di lavorazione troppo lunghi ed è per questo che alcune Case fanno uscire sequel su sequel, come nel cinema, con saghe infinite, per per massimizzare i profitti. Ed è per questo che vedete sempre lo stesso film e giocate lo stesso gioco.

Metal Gear V, la cecchina muta Quiet e Venom Snake

Continua a leggere “[Guest post] I videogiochi più costosi, di Denis. Parte 2”