[Tag] Il mio Natale ideale

All’inizio del mese, sono stato taggato da MikiMoz (e Cattivissimo Ema ha ribadito il concetto) per uno dei suoi classici listoni, questa volta a tema “Natale ideale”: una serie di luoghi, situazioni e cose che, nella fantasia, renderebbero il Natale perfetto. Nella realtà, chi lo sa, ma visto che la fantasia non ha un impatto diretto sul mondo (a meno che non abbiano ragione i venditori di libri sulla legge dell’attrazione e altre tiritere quantistiche) briglie sciolte alle renne e all’immaginazione!

Regole della tag

Gioiosamente saccheggiate dal post originale, ecco come funziona questa tag!

1- Elencare tutti gli elementi del nostro Natale ideale, in base ai vari macroargomenti forniti;
2- Avvisare Moz dell’eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento a
https://mikimoz.blogspot.com/2019/12/natale-ideale.html
3- taggare altri cinque bloggers, avvisandoli.

E iniziamo!

Continua a leggere “[Tag] Il mio Natale ideale”

Geek League, speciale natalizio: Geekmas

Si respira aria di festa, a Geek City: anche per i membri della Geek League, miracolosamente liberi da missioni e team up, sta per arrivare il Natale.
E la festa si fa ancora più grande, con l’arrivo di una tag di Riccardo, aka Riky Smash-knees, che invita l’intera League a parlare della magia del Natale.
Ma quando i nostri eroi si mettono al computer per partecipare alla tag, ecco che scatta una trappola: l’invito non veniva da Riki, ma da un nemico misterioso, che riporta ogni membro dell’intera squadra all’età di sei anni!
Chi mai salverà Geek City, ora che i suoi difensori sono troppo impegnati a scrivere le letterine per Babbo Natale?

Ha qui inizio lo speciale Geek League: Geekmas.
Punto di inizio ideale per nuovi lettori :P

Quando Plot Tyrant era solo Tyrant

Caro Gesù bambino,
ti scrivo questa letterina perché, quando ti racconto cosa vorrei per Natale con la telepatia, va sempre a finire che ci sono interferenze e mi arrivano cose tutte diverse da quelle che ho chiesto.
Va bene, mi piacciono anche le cose che mi arrivano per sbaglio, ma proviamo a migliorare…

Quest’anno sono stato bravo in un modo che avrebbe reso contento Einstein: sono stato relativamente bravo :P perciò vorrei chiederti un paio di regali (un paio alla sarda, si intende)

  • vorrei che i bulletti che mi rompono le scatole a scuola la smettessero e andassero a fare altro. In alternativa, potresti portarmi un libro che accende la mente, il Necronomicon, così ci potrei evocare qualcosa per sistemare i bulletti senza che tu debba muovere un dito  >:^)
  • vorrei anche una montagna di fumetti di Topolino, e un posto per nasconderli quando sono punito perché ho preso una nota a scuola, così non mi annoio per colpa di quelle punizioni imbecilli che mi toccano!
  • mi porteresti anche un’astronave, tipo il razzo gonfiabile della famiglia Mezil, perché voglio vedere Saturno dal vivo. Se non fa, va bene il radione dei Transformer, quello con la pantera e il falco. Lo so che è uno dei cattivi, ma ha le cassette migliori :P
  • mi fai spuntare il talento per il disegno?
  • un’ultima cosa: puoi convincere Pietro Sabatelli a pubblicare un post dei suoi?

Dai, non sono tante cose, hai visto?
Spero che tu possa esaudire qualcuno dei miei desideri, anche se non è tuo lavoro perché non sei Shazzan. Però, se mi vuoi portare anche il cammello alato, non mi offendo: tanto qui a Cagliari fa caldo quasi come in Africa, anche se non ci sono mai stato.
Intanto, ti auguro buon compleanno.

Tyrant

Fonte: SHPLF e un tocco di XnSketch

Gli altri post della Geek League sul Geekmas

[Tag] Il Natale del passato, del presente e del futuro

Una nuova vecchia tag, guarda un po’, non succedeva da tempo: il nominatore folle di questo giro è il malvagio Ema, mentre il mandante morale l’ideatore della tag è Riccardo, dal suo vecchio blog.
Come ogni tag, anche questa ha le sue regole

Natale si avvicina e per iniziare a respirare la giusta atmosfera, ho pensato di realizzare questo piccolo giochino. Il fantasma dei Natali passati, presenti e futuri ci viene a far visita…Racconterò così il Natale vissuto da bambino, il Natale oggi e quello che sarà il mio Natale futuro.

Al termine del gioco NOMINERO’ alcuni amici blogger. Le nomination sono libere: potete anche non farle, ma devono essere al MASSIMO SETTE (25, 2+5 = 7. Ahhaahhaahah). Inoltre, a vostro piacere, potete pubblicare una foto di un vostro Natale. Ultima regola: linkare il blog che vi ha nominato e tornare qui pubblicando nei commenti il vostro link del post.

Vediamo cosa ne viene fuori…

Il fantasma del Natale passato

Quando ero bambino, il Natale significava “a letto presto, o Gesù bambino non ti porta i regali” e così, prima della mezzanotte, mi ritrovavo già a cercare di dormire – sono sempre stato un gufetto insonne. :P
Una volta cresciuto un po’, mi sono guadagnato il diritto di restare sveglio e aprire i regali dopo la mezzanotte, anziché la mattina dopo; fino al momento di scartare i pacchi, e anche dopo, ci si ingozzava o si giocava a tombola o a sette e mezzo. Diventato maggiorenne, ho perso interesse per questi giochi, che considero d’azzardo anche se in palio ci sono pochi spiccioli… :P
La costante è sempre stata “Natale in famiglia”, con alcuni zii e cuginame vario, ma crescendo mi è sempre stata un po’ stretta, come formula: io e i miei parenti abbiamo poco in comune, oltre al DNA e col tempo, le differenze si sono accentuate sempre più, anche nei confronti dei cugini con un’età simile alla mia.

Il fantasma del Natale presente

Non prevedo grandi variazioni alla formula: parentado, cibo a palate, chiacchiere che probabilmente mi interesseranno il giusto. Poi si apriranno i regali e il parentame giocherà a carte o a tombola, mentre io mi farò i fatti miei progettando una storia per giochi di ruolo nella mia testa, o dando uno sguardo a blog vari grazie al furbofono! :P
Come ho scritto da altre parti, la magia è cambiata, piuttosto che svanire: da bambino mi sembrava che il Natale fosse un mistero di quelli belli, mentre oggi di mistero ce n’è ben poco e la magia che sento viene da dentro di me, dal contrasto tra il freddo fuori casa e il caldo all’interno, dal buio della notte rischiarato dalle luminarie, dal fantasticare selvaggio a cui mi dedico e dal fruire di una bella storia – che si tratti di un buon film o di un bel libro, poco cambia.
Di certo, non trovo la magia nei preparativi frenetici della festa in famiglia: tutti nervosi, diecimila cose da fare, sempre in ritardo e nemmeno un momento di pace per tirare il fiato, come se festeggiare fosse una missione e non un piacere…  -_-

Il fantasma del Natale futuro

Non riesco a immaginare i miei Natali del futuro, ma so sperare come saranno: tranquilli e divertenti!
Mi immagino un Natale meno forzato, una festa più spontanea e serena, a incorniciare una vita con qualche successo in più e tante seccature in meno.

Se loro festeggiano come si deve, perché non io?
(Fonte: The Other Press)

Nomination

Adesso dovrei nominare un po’ di gente, vediamo a chi passerò la benedizione di san Tag Tonio

  • redbavon, che magari ci offrirà la prospettiva di un Natale in mezzo ai pargoli
  • Delux, che potrebbe mostrarci il lato più moderno del Natale – di sicuro più moderno del mio, che sono diversamente giovane :P
  • wwayne, che immagino alle prese con film belli e brutti anche a Natale, ma  chissà se saranno storie a tema :P

Un appunto

Potrebbe sembrare che il Natale non mi piaccia, ma in realtà lo adoro! Quello che non amo sono certi aspetti con cui viene vissuto nella mia famiglia, tutto lì. :P