M.Me.R.P.: il gioco di ruolo di Mario Merola, dei Mario Brothers

MMeRP (Mario Merola Role Playing, da non confondere con MERP, Middle-earth Role PlayingIl gioco di ruolo del Signore degli Anelli) è un gioco di ruolo ideato dai Mario Brothers, ispirati dai film che hanno per protagonista la buonanima di Mario Merola.
Nonostante la mia ignoranza della materia prima, non posso negare di aver riso fino alle lacrime e al mal di pancia, la prima volta che ho letto questo regolamento. E anche oggi che scrivo questa non-recensione, devo ammettere che ho riso tantissimo! X°D

M.Me.R.P. 101

Screenshot

Ispirato nelle scarne regole a Cyberpunk 2020, M.Me.R.P. trasporta i gruppi abbastanza temerari da giocare questo gdr in una Napoli esagerata e improbabile: quella di una parodia dei film con protagonista l’attore e cantante Mario Merola – e una spruzzatina di Nino D’Angelo.
Classi del personaggio ispirate alla cultura popolare napoletana, armi di varia natura e perfino le tecniche di combattimento della Sacra Scuola di Mario danno vita a un mondo folle e divertente da leggere.

***** AVVISO *****

A differenza dei (pochi) giochi di ruolo di cui ho parlato in passato, M.Me.R.P. l’ho solo letto, mai provato.
Immagino che sia nato più che altro per far ridere chi lo legge, grazie all’abuso di espressioni dialettali, abilità e poteri magici folli; a giocarci seriamente, sospetto che potrebbe ingripparsi qua e là, mentre affrontandolo in modalità cazzeggio, o da ubriachi, potrebbe rendere alla grande. :^P

Continua a leggere “M.Me.R.P.: il gioco di ruolo di Mario Merola, dei Mario Brothers”

Convertiti e Credi al Vangelo: il lato scemo del Jukebox della voliera!

“Tu sai senz’altro che ce la farai, quindi non devi mollare mai
Con la lealtà e la sincerità, farai pace con il tuo papà”
Giorgia Cosplay D’Avena, in Convertiti e Credi al Vangelo

Correva il lontano 2001: Giorgia Vecchini AKA Giorgia Cosplay

Al valoroso guerriero piace ricordarla così! (cit. Guru Guru)
(Fonte: Giorgiacosplay su DeviantArt)

Dicevo: Giorgia Cosplay, per accompagnare un’esibizione in cosplay alla fumetteria Fat’s Dream di Bologna (la fonte pare non essere più disponibile, dovrete prenderla per buona) si lanciò nell’ardita impresa di creare una cover di Zankoku na tenshi no these, uno dei due brani della colonna sonora di Neon Genesis Evangelion – l’altro è Fly me to the Moon, arrangiato in 666 versioni diverse, manca solo quella di Fedez.
Ma torniamo a Giorgia Cosplay: l’idea fu quella di prendere la musica originale e abbinarle un testo in italiano. Certo, non un testo serio: piuttosto, la parodia di un tipico brano in stile Mediaset, nel pieno del periodo buonismo & censure™.
E cosa c’è di più rassicurante della religione, per una famiglia tradizionalista che non farebbe mai vedere un cartone giapponese brutto & cattivo™ alla propria tenera prole? Senza contare che Neon Gheon Evangelation – strafalcione da fumetteria, riportatomi dalla mia amica Confessora – fa dell’approccio liberale alla religione il proprio punto di forza…

Screenshot dal video (attualmente non disponibile)

Ecco come è nato il brano Convertiti e Credi al Vangelo (il video su Youtube non sembra più disponibile, mi spiace): Giorgia Vecchini propone un’imitazione credibile (anche se non sempre costante) del timbro e dello stile canoro di Cristina D’Avena, con una parodia della tipica, agghiacciante sigla Mediaset di un tempo, in cui possiamo trovare

  • nomi cambiati (per dire, Shinji diventa Simone)
  • buonismo a briglie sciolte (con la lealtà e la sincerità, Shinji Simone farà pace con quel farabutto del papà)
Non scappare, Shinji Simone: facciamo pace!
  • lirismi inconsulti (la tua vita è magia, piena di fantasia/profuma di stelle e poesia)

e tutto ciò che ha fatto tristemente parte della vita di un appassionato italiano dell’animazione giapponese negli anni ’90, in a not so loving memory of Lady Alessandra Valeri Manera & Co, prima che l’uso di internet, più o meno legale, ci mostrasse le opere originali come sono state concepite dai loro autori.
O almeno, più vicine alla loro idea iniziale…

Altre grandi cover à la Mediaset di Giorgia Cosplay

Ne conosco solo un’altra: Un deserto di sfide ed avventure per Ken il Mattiniero, che usa come base la musica di Tough Boy!
Non mi risulta abbia cantato altre parodie…

Sabrina, la streghetta della Archie Comics: un nuovo corso parallelo, o uno stand alone?

Non sono un grande esperto delle storie della Archie Comics – ne ho letto qualche storia da ragazzino, ho visto il cartone di Riverdale da bambino, ovviamente ho visto un tot di episodi della sitcom dedicata a Sabrina – ma l’anno scorso, non ricordo dove, mi sono imbattuto nella notizia della chiusura della testata Archie (al numero 666, LOL!) con conseguente rilancio delle serie, soprattutto a livello grafico.
Ma non si parla solo di disegni…
In fumetteria, ho trovato un albetto di anteprime – la Edizioni BD porterà le nuove serie della Archie in Italia – e tra esse, ho trovato varie cosette interessanti: a parte il coinvolgimento di Mark Waid come sceneggiatore nella testata ammiraglia Archie, poi uno spin off con gli zombie…

jughead-zombie
Me lo ricordavo più cazzone, costui!

mi ha seriamente attratto una reinterpretazione di Sabrina, la strega teenager. Già la copertina è davvero carina

sabrina-teenage-witch
Và, che figata di copertina!

ma la tavola che ho letto in anteprima, e di cui allego una scansione, mi ha quasi convinto a comprarlo!

sabrina-tavola
BAAAAAPHOMET. Ma come gli sarà venuto in mente? XD

A remare contro è il prezzo, per le mie tasche un po’ robusto (15 € non è detto che li avrò disponibili solo per Sabrina, nel budget fumetti) ma cavolo, è davvero promettente: adoro questo tipo di umorismo!
Do per scontato che sia almeno uno spin off, se non una parodia una tantum, e che ci saranno comunque storie sulla strega teenager di tenore più classico… però questa Sabrina mi piace un sacco! :D

Link

Un annuncio delle nuove serie Archie in Italia