Cthulhu Realms, videogioco per Android

“Your mind appears to be more resistant to the effects of the artifacts.
Langham teorizes that, since you memorized the US Tax Code, you have some immunity to the madness of fear that grips most men.”
“La tua mente sembra essere più resistente agli effetti degli artefatti.
Langham ipotizza che, sin dal momento in cui hai memorizzato le leggi fiscali degli Stati Uniti, tu possegga qualche immunità verso la follia della paura che attanaglia la maggior parte degli uomini.”
Il narratore nella fase di debriefing in Cthulhu Realms

Leggendo questo articolo di Mastro birraio, ho scoperto l’esistenza di un gioco di carte del genere deckbuilding chiamato Star Realms; nell’articolo di Mastro birraio, ho scoperto anche che esiste in versione free to play per Android, così mi son detto: mi piacciono i giochi deckbuilding, diamo un’occhiata!
L’ho trovato subito, ma al suo fianco ho visto qualcosa che mi interessava di più, opera della stessa casa: Cthulhu Realms, praticamente lo stesso gioco ricolorato in salsa lovecraftiana!
Il risultato è che Star Realms non l’ho ancora provato, Cthulhu Realms sì. :P

Cthulhu Realms 101

Nella modalità Campaign (Campagna) il giocatore interpreta l’agente di un ente governativo di recente formazione, chiamato Internal Revenue Service – una specie di Agenzia delle Entrate – incaricato di indagare su un caso palese di frode ai danni del fisco: il magnate Jacob Blessington, nell’ultimo anno, ha dichiarato solo 14 dollari di tasse pur essendo più ricco di Creso! XD
Inutile dire che sin dal primo istante, sarà tutto un fiorire di mostri, libri proibiti e luoghi dalle geometrie non euclidee…

Continua a leggere “Cthulhu Realms, videogioco per Android”

Super Science Friends

“Comunist space zombies from the future!
Zombie comunisti spaziali dal futuro!”
Winston Churchill, Super Science Friends

Siano benedetti i progetti sovvenzionati col crowdfunding, specialmente quando vengono ideati da gente pazzerella nel modo giusto!
Super Science Friends è la storia di un gruppo di supereroi a metà strada tra la Justice League e la Lega degli Straordinari Gentleman, ma con eroi molto più cazzoni: Winston Churchill recluta scienziati famosi per proteggere l’Inghilterra dai raid nazisti!
Ma nel primo episodio si vedono ben pochi nazisti, dato che i Super Science Friends devono capire cosa si nasconda dietro la scomparsa delle mele inglesi nel 1666.
E pazienza, per quel gigantesco Hitlerbot che cerca di entrare nel quartier generale dal quadrante del Big Ben!

Super Science Friends 101

Il mondo è sconvolto dalla seconda guerra mondiale, anche se alcuni paesi nemmeno se ne accorgono e Winston Churchill, in cerca di un modo per difendere la corona britannica dalla lunghissima guerra-lampo contro la Germania, mette insieme un’eterogenea squadra di scienziati geniali perché il loro sapere sia al servizio delle forze del bene

  • il clone adolescente di Albert Einstein, capace di muoversi a velocità incredibili grazie alla sua conoscenza della teoria della relatività
  • Marie Curie, armata di uno spirito femminista indomabile ma soprattutto di un anello radioattivo dal potere distruttivo spettacolare
  • Charles Darwin, la cui comprensione dei fenomeni legati all’evoluzione gli consente di trasformarsi in qualsiasi animale
  • Nikola Tesla, amante dei piccioni e maestro dell’elettricità
  • Sigmund Freud, psicologo assatanato, che con una tirata di cocaina ottiene il potere telepatico di scatenare la libido altrui
  • l’alchimista babilonese e creatrice di profumi Tapputi, capace di produrre essenze che alterano le percezioni del nemico – e anche a tirare colpi di falcetto, se la cava piuttosto bene!

super science friends, la squadra
Da sinistra a destra: il clone di Einstein, Charles Darwin, Marie Curie, Nikola Tesla, Sigmund Freud, Tapputi
(Fonte: un indegno screenshot dal filmato originale)

Fanno da supporto al quartier generale il primo ministro Winston Churchill e l’intelligenza artificiale Z3, che una breve ricerca mi rivela essere praticamente il primo computer digitale programmabile (1941).

churchill
Se questa non diventa un meme asap, il mondo è marcio!
(Fonte: solito screenshot. Ho ricostruito il sottotitolo per motivi che non ho voglia di spiegare :P)

Continua a leggere “Super Science Friends”

Nextwave agenti di H.A.T.E.

ZOMG! Ci sono dei francesi in Canada?
Cioè… accanto a noi?!
Oh no!
Tabitha Smith, Nextwave (prima di fuggire agitando le braccia)

Una tizia che si trasforma in energia, una cacciatrice di mostri, un cafone coi superpoteri, un androide razzista e una mutante svampita entrano in un’aeronave più grande dentro che fuori e…
… e anziché avere la versione Marvel di una vecchia barzelletta, nasce un fumetto demenziale, parodistico e dissacrante in due volumi: Nextwave È quel che vuole il pubblico e Nextwave Guarire l’America.

Nextwave Agenti di H.A.T.E. 101

Nextwave è un gruppo di supereroi fuoriuscito da un’organizzazione segreta paragovernativa chiamata H.A.T.E. – parodia dello Shield – e guidata dal nevrotico Dirk Anger – parodia di… dai, che lo sai! ;)
I metodi della H.A.T.E. sono così ripugnanti, i suoi scopi tanto oscuri e il suo capo talmente imbecille e perverso, che il superscalcinato gruppo di Nextwave decide di abbandonare la baracca, rubando un velivolo sperimentale chiamato Shockwave Rider e andando a zonzo per l’America a sventare i piani di H.A.T.E.
E lo fa lasciandosi dietro così tanti danni collaterali, che la Damage Control non avrebbe respiro, se apparisse nella storia!

Continua a leggere “Nextwave agenti di H.A.T.E.”