Game of Thrones, il videogioco della Telltale per Playstation 4. Due gracchiate in libertà

Fonte: Amazon

Questa non sarà una delle mie arroganti non-recensioni, piuttosto sarà una mia arrogante gracchiata in libertà sul videogioco a episodi Game of Thrones, della defunta Telltale.
Non ho avuto la possibilità di affrontarlo con comodo, prendendo appunti etc., perché l’ho giocato assieme a un amico – che qua e là ha sabotato la partita, dato che odiava certi personaggi XD – e dunque, ecco il perché della chiacchierata veloce e a briglie sciolte.

Grafica

Ambienti e personaggi hanno una resa in video molto… pittorica, mi vien da dire: i colori non sono  esageratamente accesi e questo offre una buona atmosfera.
I personaggi sono espressivi e, da una ricerca superficiale, sembrano avere l’aspetto dei loro doppiatori più o meno.
A volte, durante i riassunti della puntata precedente, le sequenze mostrate presentano una scattosità assente in precedenza, nel momento in cui ci si trovava in quelle situazioni.

Ambientazione

Non conoscendo a menadito il mondo in fieri di Mr. Martin, non mi addentrerò troppo in dettagli.
La storia si sviluppa in diversi luoghi, visti o meno nella serie televisiva

  • la fortezza di Ironrath, dimora della famiglia Forrester
  • la Barriera sorvegliata dai Guardiani della Notte (e ciò che sta oltre)
  • la regione di Essos
  • Alto Giardino

La storia inizia durante quella simpatica festa nota come le “nozze rosse”: dopo quei fatti, la famiglia Forrester, tradizionalmente associata agli Stark, si ritrova nei guai…

Continua a leggere “Game of Thrones, il videogioco della Telltale per Playstation 4. Due gracchiate in libertà”

Murdered: Soul Suspect, per Playstation 3

Lasciare delle questioni irrisolte non è mai una cosa bella: se sei vivo, il passato ti viene a cercare, ma se sei morto… preparati ad affrontare tutte le difficoltà insite nell’essere un fantasma, compreso il fatto che uno spettro non è al riparo da pericoli maggiori della morte!

Murdered: Soul Suspect 101

Fonte: Amazon

La città di Salem è piagata dalla presenza di un omicida seriale, soprannominato Bell Killer perché firma i suoi delitti col disegno di una campana.
Il detective Ronan, seguendo una traccia del killer, si confronta col criminale, ma ha la peggio.  E muore. Ma come disse Lucio Dalla, “La morte è solo l’inizio del secondo tempo“.
Ronan diventa un fantasma, ancorato al mondo dal suo desiderio di fermare il Bell Killer: prima dovrà capire le peculiarità del suo nuovo stato, come i poteri e le limitazioni che ha acquisito, ma soprattutto i pericoli che corre.
Per Ronan non sarà tanto facile, chiudere i conti in sospeso con la propria complicata vita da mortale, ma dovrà farcela, se vuole procedere verso il “luogo” in cui tutte le anime dovrebbero andare…

Continua a leggere “Murdered: Soul Suspect, per Playstation 3”