Lucidate la frusta, affrontiamo Castlevania: Lords of Shadow, per Playstation 3. Prima parte: storia e ambientazione

Castlevania ha sempre generato qualche perplessità, in molti fan, durante i suoi rari flirt con le tre dimensioni – mi chiedo se sia dovuto alla tendenza conservatrice del fandom di… qualsiasi cosa, perché io, Castlevania per Playstation 2, li ho trovati discreti.
Non eccelsi ma piacevoli.
Come va, allora, con il reboot Lords of Shadow?
Benino, ma non benissimo: il gioco è realizzato con una buona cura, è fluido e dinamico, ma per me, poco ispirato nella costruzione di certi livelli e in altri particolari.
Ma non mettiamo la carrozza di Dracula davanti ai lupi mannari e procediamo con ordine.

Castlevania: Lords of Shadow 101

Scansione

Anno mille e dintorni, il mondo è sconvolto dall’avanzata delle tenebre: intere regioni dell’Europa sono preda della morsa di esseri soprannaturali e maligni, quali lupi mannari, vampiri e creature goblinoidi di varia natura.
La causa è una, in particolare : una misteriosa potenza ha operato un incantesimo che ha isolato il mondo terreno dal Regno dei Cieli, allontanando l’influenza di Dio e permettendo a creature violente e maligne di prosperare.
L’ultimo bastione a difesa dell’umanità è la Confraternita della Luce, un ordine di paladini esperti nel combattimento armato e nell’uso della magia; numerosi confratelli hanno sacrificato la loro vita, intrufolandosi nei territori dominati dai mostri nel tentativo di arginare l’avanzata del Male, ma ottenendo risultati di poco conto.
Fino a oggi.
Un giovane confratello dotato di grande talento, Gabriel Belmont, ha visto morire sua moglie Marie per opera dei mostri e ha deciso di chiudere i conti con le tenebre, una volta per tutte.
Armato di un’antica reliquia – la croce da battaglia, trasformata dall’alchimista Gandolfi in una letale frusta – forte della magia della luce e di quella delle tenebre, Gabriel è pronto a ridurre in pezzi i mostri che piagano il mondo.
Ma prima, dovrà scoprire alcune scomode, atroci verità…

Continua a leggere “Lucidate la frusta, affrontiamo Castlevania: Lords of Shadow, per Playstation 3. Prima parte: storia e ambientazione”

Scooby-Doo! Mystery Incorporated

Scooby-Doo! Dove sei tu?”
Shaggy, Scooby-Doo! Mystery Incorporated

Da bambino ero un grande fan di Scooby-Doo, dato che nelle sue storie c’erano

  • un cagnone buffo
  • una gang di amici più o meno svitati
  • misteri quasi soprannaturali (peccato per il “quasi”)
  • gag comiche
  • colpi di scena

Crescendo, però, ho notato sempre di più un elemento che non apprezzo all’interno di un ciclo di storie: una prevedibile routine! A causa di ciò, nella prima adolescenza ho iniziato ad allontanarmi dalla serie – e così, Scooby e i suoi sono diventati come quegli amici che vengono retrocessi a conoscenti: li vedi ogni tanto e scopri che a volte, anche loro hanno qualcosa di nuovo da dire, ma meno di quanto ti saresti aspettato dopo aver visto che ora vanno in giro con la Warner Bros dei nuovi amici.

Qualche anno fa, i vecchi amici sono tornati a cercarti: dicono più o meno le stesse cose di prima, ma in modo più spiritoso. Hanno anche nuove battute da sfoggiare, hanno imparato a usare le citazioni, si esibiscono nello humour nero…
Questi vecchi amici hanno scoperto di poter usare il loro passato per dire qualcosa di nuovo e ti raccontano delle storie in cui a volte il mostro è vero, e alcune persone possono morire davvero in modo orribile! O.O

Scooby-Doo-Mystery-Incorporated
Eccoli qua, i nostri impavidi eroi!
(Fonte: qui)

Scooby-Doo! Mystery Incorporated 101

Crystal Cove è il luogo più infestato della Terra, al punto che la sua intera economia è basata sul turismo dell’orrore e del soprannaturale: sin dalla fondazione, la città è stata teatro di eventi misteriosi e catastrofi (in)naturali!
Un gruppo di due ragazze, due ragazzi e un cane parlante decide di raccogliere l’eredità di alcuni studenti investigatori della scorsa generazione: i membri della prima Mystery Incorporated, scomparsa non si sa dove né perché.
Quelli della nuova Mystery Inc. vogliono scoprire cosa ci sia dietro la scomparsa dei loro predecessori e quale sia la natura di un favoloso tesoro nascosto da qualche parte in città; nel farlo, si scontreranno con gli interessi economici della città – che a ogni mistero svelato, potrebbe perdere attrattiva agli occhi dei turisti – imbattendosi in uno schema ricorrente nella storia di Crystal Cove: in passato ci sono state diverse squadre di risolutori di misteri, composte da quattro persone e un animale parlante!
Ma un’amicizia così profonda, può davvero essere stata pilotata da qualcuno? E perché?
E quale segreto è celato nella fondazione di Crystal Cove, legando tra loro molti fatti misteriosi accaduti nei secoli fino ai giorni nostri?

Continua a leggere “Scooby-Doo! Mystery Incorporated”