[Guest Post] Starship – In viaggio tra le stelle con Mike Resnick, di Lucius Etruscus. Prima puntata

Questa volta, la palla marcata Urania Mondadori tocca a Lucius!
Il nostro investigatore e zinefilo mi ha chiesto un po’ di spazio per parlare di un autore che, tra alti e bassi, ha riscoperto di recente, complice la pubblicazione italiana di un suo ciclo di romanzi, e io ho accettato – o in alternativa, il titolo di questo post è tremendamente bugiardo! :P
Scoprite voi quale delle due è quella giusta. :P

Lucius Etruscus
Starship – In viaggio tra le stelle con Mike Resnick

Lo scorso anno il Conte Gracula ha riportato alla luce una parte di me stesso che avevo quasi dimenticato: la mia parte “uranofila”. Sono diventato un appassionato di fantascienza da ragazzo e ho viaggiato per tanti anni nei suoi vari sotto-generi, ma ci sono stati periodi della mia vita in cui mi sono letteralmente cibato unicamente di “Urania” Mondadori, collana che ho amato con passione soprattutto nella sua versione “a quaderno”, quella con l’impaginazione a doppia colonna.
Come recita l’antico adagio, “chi ha il pane non ha i denti, chi ha i denti non ha il pane”, ed è vero in ogni ambito della vita: anche in quello librario. Quando a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta divenni un violento frequentatore di fumetterie e librerie dell’usato, vedevo quintali di “Urania” ovunque, senza che mi interessassero: appena me ne sono interessato, immediatamente è diventato più difficile trovarli. Non impossibile, è ovvio, ma più difficile rispetto a prima.
Quando nel 1996 “Urania” cambiò veste grafica e passò al formato “a libretto” – e osò addirittura tradurre un romanzo di Aliens non tratto dai film! – la collana attirò la mia attenzione e provai qualche suo titolo, non convincendomi particolarmente: erano molto “sperimentali”, così definivo qualsiasi cosa si allontanasse dalla fantascienza classica che adoravo. (Definizione in cui può rientrarci di tutto!) Di lì a poco provai qualche vecchio “Urania” in formato a quaderno e qualcosa mi scattò dentro: purtroppo non ricordo il primo romanzo di questa collana che mi ha fatto innamorare – anche se probabilmente è stato “La ragione dei granchi” (The Perfumed Planet, 1973) di Michael Elder – ma è stato un rapporto lungo e intenso.

Continua a leggere “[Guest Post] Starship – In viaggio tra le stelle con Mike Resnick, di Lucius Etruscus. Prima puntata”

Universo DC: Rinascita. Il non-reboot restauratore

“Nel vedere tutto questo… mi rendo conto che non sono dieci anni a esserci stati sottratti.
È l’amore.
Wally West, in Universo DC: Rinascita

Eccoci alla prima storia del nuovo, recente resettone della continuity DC: il mega-evento Rinascita ha lo scopo di rifondare l’universo supereroico della DC Comics, ripristinando buona parte dello status quo precedente alla saga Flashpoint, che traghettò le storie degli eroi DC nei cosiddetti new 52.

Universo DC: Rinascita 101

Un narratore esterno alla realtà, che in poche pagine si rivelerà essere Wally West, è alla ricerca di qualcuno: ormai si trova al di fuori dell’universo da tempo e sta per divenire parte della Forza della Velocità, la fonte dei poteri dei velocisti come lui.

dc-universe-rinascita
Ho fatto del mio meglio, per unire la prima e la quarta di copertina. Ma non essendo mio l’albo, non potevo rischiare di rovinarlo con la scansione :P

La sua unica speranza è trovare una persona che si ricordi di lui, affinché il loro rapporto lo ancori di nuovo al mondo e gli impedisca di perdersi al di fuori della realtà.
La sua ricerca offre al lettore la possibilità di esplorare il nuovo corso delle storie supereroiche targate DC: vecchie conoscenze hanno nuove vite, esuli di altri mondi del multiverso sembrano riempire certi vuoti e nuove-ma-vecchie minacce si profilano all’orizzonte.
Per finire, un inaspettato e potentissimo demiurgo lascia intravvedere la propria mano dietro agli eventi di questa Rinascita…

Continua a leggere “Universo DC: Rinascita. Il non-reboot restauratore”