Guerra al Grande Nulla, di James Blish

«A mio avviso, Egtverchi tenta di sollevare la folla. Ti ricordi di quei ragazzi in uniforme? Ora ha abbandonato quel sistema, perché è convinto che la sua nuova idea sia migliore. Ha un pubblico di circa sessantacinque milioni di spettatori, metà dei quali forse sono adulti. Di questi, un’altra buona metà è costituita da individui più o meno mentecatti, ed è proprio su questo che lui, ora, conta. Intende trasformare quei milioni di individui in vere e proprie squadre di linciaggio.»
Michelis, in Guerra al Grande Nulla

Fruttero e Lucentini, viene riportato nella quarta di copertina di questo libro, definirono Guerra al Grande Nulla un “thriller teologico”. Personalmente, trovo che ci sia sì un certo livello di teologia, ma davvero poco thriller; è più che altro una storia che appaia la scienza e la religione, operando su un doppio binario che, perfino nel finale, mantiene una certa ambiguità.
Esiste Dio? Esiste il Diavolo? Se sì, che peso hanno sulla vita nel nostro universo fatto di materia?
Spoiler: scordatevi una risposta netta! :P

Guerra al Grande Nulla 101

Una scarsa voglia di scansionare copertine mi ha portato a prendere quella dell’ebook sul Mondadori Store.
Sapevatelo!

Lo sviluppo di tecniche avanzate di viaggio spaziale ha permesso all’uomo di raggiungere, in tempi brevi, dei luoghi che distano dalla Terra parecchi anni luce.
Uno di questi luoghi, che i terrestri hanno chiamato Lithia, è abitato da enormi rettiloidi autocoscienti, delle specie di uomini-serpente alti quattro metri, che oltre ad avere un’intelligenza vivace e una scienza avanzatissima (in certi ambiti) vivono per istinto una vita ordinata e altamente morale – secondo gli standard occidentali e pure cristiani.
Una spedizione di quattro scienziati, comprendenti anche un gesuita – padre Ramon, esperto biologo – trascorre del tempo su Lithia per decidere se la Terra debba avere col pianeta alieno dei rapporti di qualche tipo.
Tra intrighi e improvvise rivelazioni, padre Ramon arriva a una conclusione: Lithia è in realtà una trappola del “Supremo Nemico” di Dio, ordita ai danni della specie umana, e dovrebbe essere tenuto in quarantena.

Quando gli scienziati si apprestano a tornare al loro mondo natale, un lithiano di nome Chtexa, che ha stretto amicizia col gesuita, porge ai quattro un dono, con la richiesta di portarlo sulla Terra: un’urna predisposta per fare da incubatrice, contenente un embrione che diverrà la progenie del lithiano.
I veri guai per la Terra partiranno proprio da lì.

Continua a leggere “Guerra al Grande Nulla, di James Blish”

Castlevania: Lords of Shadow 2, per Playstation 3. Prima parte: una breve introduzione

Dopo aver vissuto le avventure di Gabriel Belmont, oggi vestiremo i panni – relativamente inediti, nella serie – di Dracula in persona!
Pur consapevole che tra i due Lords of Shadow ci sono alcuni giochi che devo ancora affrontare, devo dire che qualche cosa non mi torna, nell’evoluzione della storia tra il precedente capitolo e questo, ma si parla di pochi dettagli che non ho intenzione di anticipare. Un giorno vedrò di acquistare ciò che mi manca sul Playstation Store, magari i pezzi combaceranno tutti.
Ma ora veniamo al Dracula palestrato di questo “seguito del reboot”.

Castlevania: Lords of Shadow 2 101

Scansione

Dracula si è ormai insediato in quel castello diabolico che, presumibilmente, un tempo apparteneva a Carmilla, vampira maliarda e senza scrupoli. Usato garantito.
Mentre sta per finire il sangue contenuto nel suo calice, il nuovo Signore oscuro subisce l’attacco di un esercito di paladini, inviato dalla Confraternita della Luce: dopo un lungo combattimento contro nemici di ogni genere, Dracula sembra avere la meglio, eppure si risveglia nel suo castello ai giorni nostri, fortemente debilitato: una vecchia conoscenza lo avvisa del ritorno ormai prossimo di Satana, signore degli Inferi, che vorrebbe ridurre entrambi in schiavitù per… motivi di cui non parlerò. Oltre a dominare il mondo.
Il lungo sonno di Dracula ha attirato gli accoliti di Satana fuori dai loro covi, col fine di agevolare il ritorno del Diavolo sulla Terra: con l’aiuto del suo vecchio “amico”, ma anche della sua famiglia di quando era un mortale, Dracula – il male minore – dovrà riottenere i poteri perduti e, paradossalmente, fermare l’avanzata nel mondo di un pericolo peggiore del re dei vampiri.

Continua a leggere “Castlevania: Lords of Shadow 2, per Playstation 3. Prima parte: una breve introduzione”