The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel 3, per Playstation 4

Allerta spoiler!
Se non avete giocato i primi due giochi, vi aspettano blande anticipazioni, soprattutto in forma di screenshot;
diversamente, ogni specie di anticipazione è scongiurata.

Mi sono servite poco più di 120 ore di gioco, ma sono riuscito a finire Trails of Cold Steel 3. Adesso sta tutto nell’aspettare l’uscita dell’ultimo capitolo della tetralogia, così da annodare i pochi fili di trama che questo gioco non ha ancora allacciato tra loro.
Questo perché Trails 3 (si fa prima così) pur ponendosi come struttura sul solco del primo capitolo della serie, calca pesantemente l’acceleratore sulle rivelazioni dei misteri ancora irrisolti, tessendone alcuni nuovi tra una scoperta e l’altra.

E il mondo si tinge magicamente di Giacobbo!
(Traduzione: Per spiegarvi i retroscena tra il Clan delle Streghe e la Chiesa.)

Trails of Cold Steel 3 101

La mia edizione reca in dote un piccolo sketchbook spillato e un CD con cinque brani

Con un po’ di ritardo rispetto ai compagni, a causa delle missioni affidategli dall’Impero, anche Rean Schwarzer è riuscito a diplomarsi; eppure, nonostante sia depositario del potere del Divino Cavaliere Valimar, il giovane ha scelto di di diventare insegnante di storia presso il nascente ramo secondario della Thors Academy.
Questa volta, Rean sarà coinvolto nella Classe VII dal punto di vista dell’insegnamento, una prospettiva per lui inedita!
Ma chiunque si trovi nella Classe VII è destinato a non avere una vita tranquilla, a causa dei suoi famigerati viaggi di istruzione: per i nuovi studenti è anche peggio, dato che la loro immatricolazione è avvenuta dopo una feroce guerra civile, oltre a diverse annessioni forzate di regni indipendenti all’Impero di Erebonia.
Il nuovo anno scolastico non sarà privo di sorprese…

Continua a leggere “The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel 3, per Playstation 4”

Tales of Zestiria, per Playstation 3

Un messia e una sua seguace, accompagnati da un gruppo di spiriti elementali, compiono un viaggio per trovare le risposte ai loro dubbi e salvare il mondo dal Male: cosa c’è di più classico?
Da questo soggetto, si evolve in modo non banale una bella storia fantasy alla giapponese, avventurosa e divertente, in cui non mancano alcuni spunti di riflessione e delle soluzioni di storia che non concedono nulla al dualismo giusto/sbagliato.

Tales of Zestiria 101

Al centro, Sorey. Ai suoi lati, Rose a sinistra e Mikleo a destra. Dietro di loro, Alisha ed Edna. Ancora dietro, Dezel e Zaveid. Chiude il gruppo Lailah. (Fonte: ConsoleParadise)

Sorey è un giovane umano che ha vissuto tutta la propria vita in compagnia di persone chiamate serafini, invisibili alla maggior parte degli esseri umani e dotati di poteri legati alle forze della natura.
La vita in Elysia, il villaggio dei serafini, subisce uno scossone quando una ragazza umana, incapace di vederne gli abitanti, viene trovata da Sorey e dall’amico Mikleo nelle vicine rovine del Mabinogio: la giovane non può restare nel villaggio di Elysia, così i due vengono incaricati di scortarla fino alla sua città, Ladylake.
Per i due ragazzi sarà l’occasione di scoprire quanto il mondo in cui vivono possa essere grande e colmo di segreti da svelare… ma anche di pericoli da affrontare e scongiurare, per il bene di tutti.

Continua a leggere “Tales of Zestiria, per Playstation 3”