Il Sole del Padrone splende per tutti i fantasmi coreani: Master’s Sun

Dopo Strong Woman Do Bong-Soon, torniamo a parlare di drama coreani, approfittando del fatto che sono fresco di visione di una serie e prima di lanciarmi su una nuova, suggerita dall’inossidabile amica-fanatica della Corea del Sud (prima o poi, dovrò chiedere a queste benedette amiche di scegliere un nom de guerre, per quando le devo citare qui sulla voliera).
Questa volta parliamo di Master’s Sun, una divertente commedia con risvolti sia sentimentali che lievemente horror: infatti, la sua protagonista vede la gente morta!

Master’s Sun 101

No, non è una serie sui vampiri!
(Fonte: Wikipedia)

Tae Gong-Shil era una giovane promettente, dalla carriera scolastica brillante e versata nel tennis, al punto da venire soprannominata “il Grande Sole” – con grande cordoglio della sua rivale negli studi, l’arcineAmica Tae Yi-Ryung, chiamata “il Piccolo Sole”.
Ma questo era il passato: dopo un incidente che l’ha costretta in ospedale per alcuni anni, Tae Gong-Shil ha ottenuto suo malgrado la capacità di vedere e sentire i fantasmi, i quali sembrano in grado di percepire la sua natura speciale e la ossessionano giorno e notte, terrorizzandola fino a renderla un’emarginata – immaginiamo di vedere una donna che piagnucola e parla all’aria…

Durante una serata di pioggia battente, Gong-Shil si imbatte in un uomo molto particolare: il giovane – e avido – Joo Joong-Won, proprietario di un centro commerciale e di una catena di alberghi di lusso. La particolarità di Joong-Won è che se lui e Gong-Shil si sfiorano, i fantasmi nei dintorni spariscono dalla vista della donna per un po’, lasciandole un attimo di respiro.
Tutto ciò rende Joong-Won molto interessante per Gong-Shil, che inizia a importunare l’uomo perché diventi il suo rifugio dai fantasmi. Fantasmi a cui Joong-Won, inizialmente, non crede…

Continua a leggere “Il Sole del Padrone splende per tutti i fantasmi coreani: Master’s Sun”

Una virago coreana e pucciosa: Strong Woman Do Bong-Soon

Una mia amica, appassionata di serie TV e film coreani, mi ha fatto conoscere Strong Woman Do Bong-Soon sul canale streaming Viki: è una serie costituita da un divertente mischione di generi – non sempre funzionalissimo – che parla di una ragazza spaventosamente forte, alle prese con mafiosi, rapimenti seriali e amori non corrisposti.
Una serie di buon successo, in Corea del sud, che secondo me potrebbe avere il suo pubblico anche qui in Italia.

Strong Woman Do Bong-Soon 101

Da sinistra: Do Bong-Soon, In Guk-Doo e Ahn Min-Hyuk
(Fonte: T&G Italian Fansub)

Nella famiglia di Do Bong-Soon, tutte le donne ereditano un dono divino: una forza fisica smisurata! Questo potere non è privo di limiti: qualora la forza venisse usata per fare del male a un innocente, verrebbe revocata.
Bong-Soon ha diversi problemi: non sempre riesce a gestire questa sua forza, è disoccupata e per questo tormentata dalla sua vanagloriosa madre – che ha perso la forza in giovinezza, per aver taglieggiato i suoi coetanei – e per finire, prova un amore non ricambiato per un suo amico d’infanzia, il poliziotto dai modi bruschi In Guk-Doo.
La vita di Bong-Soon vedrà una svolta quando la forza della donna sarà scoperta da Ahn Min-Hyuk, il giovane CEO della Ainsoft: l’uomo è bersaglio di molestie telefoniche e minacce da parte di uno sconosciuto, e Bong-Soon potrebbe essere una valida guardia del corpo. La donna accetta, ma a una condizione…

Continua a leggere “Una virago coreana e pucciosa: Strong Woman Do Bong-Soon”