Werewolf Tycoon, gioco free to play per Android (e altre piattaforme…)

“You are death on padded feet.
Sei la morte su zampe imbottite.”
Werewolf Tycoon

È notte fonda, la luna piena splende nel cielo, dieci volte più grande del quadrante del Big Ben. O_O°
Nel parco, una panchina viene illuminata a intermittenza dalla luce di un lampione. C’è qualcosa di strano, nel cespuglio dietro la panchina, ma l’ignaro passante non sembra notarlo.
Così, riesce a concedersi solo un fugace momento di panico, quando una bestia sanguinaria gli si avventa contro e lo mangia in un boccone!
Benvenuti in Werewolf Tycoon. Scopo del gioco: mietere il maggior numero possibile di vittime ogni notte, perché voi siete la morte su zampe imbottite! Awww! :3

werenews-01
Stampa sensazionalistica… CHECK!
Per i diversamente anglo-lettori: L’Obitorio quotidiano. Passanti impazziti al parco gridano al lupo. I passanti al parco sospettano che l’omicida sia un lupo mannaro. Un’affermazione risibile, ma la curiosità del pubblico cresce.

E anche perché senza almeno una vittima ogni notte, il lupacchiotto morirà di fame.
Notte dopo notte, dovrà mangiare. Ma se non lo farà, il giocatore riceverà comunque qualcosa. Dopo il game over…

werenews-03
Il tempo sembra non passare, quando ti diverti!
Traduzione alla buona: Luna piena ogni notte. Scienziati sconcertati. Alcuni esperti sospettano che faccia comodo alla storia.

Werewolf Tycoon 101

Il succo del gioco l’ho già detto, questa sezione non serve ad altro se non a ospitare lo screenshot della schermata dei titoli! Potrei dire che è gratuito, però… sarebbe pure vero!

werewolf-tycoon
La schermata dei titoli
Se sembra squilibrata verso sinistra, la colpa è mia: il modo in cui ho preso lo screenshot mi ha costretto a tagliarne un pezzetto…

Continua a leggere “Werewolf Tycoon, gioco free to play per Android (e altre piattaforme…)”

Ahrr, topi di sentina: brindiamo con del robusto Jolly Rover!

“Mio padre diceva sempre che quando la vita ti dà dei cannoni, allora devi tirare delle cannonate.”
Gaius James Rover, Jolly Rover

Un filo rosso lega il filone delle avventure grafiche alle storie di pirati, sin dai tempi della serie Monkey Island: umorismo demenziale, stereotipi pirateschi, personaggi e situazioni folli che rendono gli enigmi più difficili da risolvere – chiunque penserebbe di usare una scimmia come chiave inglese, non è del tutto sano di mente!
Questo Jolly Rover sarà all’altezza di un antenato tanto illustre? Scopriamolo insieme!

Jolly Rover 101

Il bassotto Gaius James Rover è figlio di un clown e aspira a seguire le orme del padre, ma la morte del genitore in un tragico incidente degno di un Darwin Award (in quale altro modo si può definire una palla di cannone nell’inguine?) lo costringe a vivere con uno zio benestante, divenuto ancora più ricco grazie alla produzione di un misto di rhum e tabacco chiamato Jolly Rover, creato per sbaglio da Gaius James.
All’inizio del gioco, James ha la possibilità di effettuare una consegna di Jolly Rover tenendo per sé tutti i soldi, ma una ciurma di pirati lo deruba del prezioso carico, costringendo il riluttante bassotto a entrare a far parte della filibusta del capitano Howell per vivere così una serie di folli ed esilaranti disavventure a base di pirati, isole di cannibali, voodoo, cracker, pezzi da otto e segreti di famiglia, fino a conoscere anche una bella cagnolina…

roba voodoo
Si parlava di voodoo…

Quante di queste cose andranno in porto senza naufragare?

Continua a leggere “Ahrr, topi di sentina: brindiamo con del robusto Jolly Rover!”