Mi rinfresco la memoria: Gargoyles, la serie animata Disney

Così tanti videogiochi in così poco tempo… parliamo un po’ di animazione.
Sarà una vita, che non vedo questo cartone, ho proprio voglia di rinfrescarmi la memoria!
Gargoyles è una delle serie animate che hanno segnato la mia adolescenza – farei prima a dire la mia vita: è la mia serie animata preferita assieme a La leggenda di Aang – facendomi pensare “quanto avrei voluto avere IO quest’idea”: un mondo che unisce mitologie di ogni parte del mondo, reminiscenze shakespeariane, urban fantasy e fantascienza in una storia così complessa, che perderne un episodio mi faceva venire voglia di prendere in mano una bella bionda e scalare un palazzo!
Ma dato che sono pigro, non l’ho mai fatto. :^P

gargoyle-il-risveglio-degli-eroi
Credo provenga da uno dei fumetti (sbav!)
(Fonte: Gioco Magazzino)

Bando alle ciance: il buon vecchio copia e incolla delle regole della non-rubrica, poi si va!

Ricordi sepolti AKA Mi rinfresco la memoria

Questo spazio è ispirato a una rubrica del sito I 400 calci, chiamata La memoria del pesce rosso: lì, un membro dello staff scrive di un film che non ha visto da un po’, senza cercare informazioni da nessuna parte e facendo considerazioni spiritose .
Io non sono spiritoso – non quando scrivo – perciò mi limiterò a riesumare i miei ricordi di una storia su cui, per qualche motivo, non posso mettere le mani: mi fu prestato il libro, il gioco o il fumetto; ne posseggo una copia, ma è stivata in una scatola dietro un’altra scatola etc.
Poiché la mia memoria fa schifo, per certe cose – nomi di persona, date etc. – non comporrò La scheda dedicata alla storia. Mi limiterò a cercare un’immagine a corredo del post, probabilmente una copertina.

Gargoyles 101

Un miliardario di nome Xanatos ha comprato un castello scozzese su cui aleggia una leggenda: quando il castello si ergerà al di sopra delle nuvole, i protettori del castello si risveglieranno dal loro sonno per proteggere il popolo dal male. Per verificare la veridicità della leggenda, Xanatos fa ricomporre il castello sulla cima di un grattacielo di sua proprietà, a New York.
La leggenda si rivela corretta: al tramonto, le statue dei mostri del castello si sgretolano in superficie, rivelando delle creature racchiuse nella pietra.
I Gargoyle – questo il nome degli esseri – assumono il nome di un luogo della città di New York: Hudson, Brooklin, Bronx e altri due che non ricordo.
Eccetto il loro capo, che si chiama già Goliath.
Ma Xanatos non si rivela la figura amichevole che sembrava essere: ha una serie di piani di dominio che coinvolgono i Gargoyle e il mondo dell’occulto, e ha anche tutti i mezzi per realizzarli!
È solo l’inizio di tante avventure prodigiose in cui i Gargoyle e la loro alleata umana, la poliziotta Elisa, cercano di tenere il passo di una serie di minacce mistiche o tecnologiche, incontrando (e scontrandosi con) fate, divinità, mostri, abomini geneticamente modificati, cyborg e stregonerie di ogni sorta.
Senza che il resto dell’umanità sappia mai di loro.

Continua a leggere “Mi rinfresco la memoria: Gargoyles, la serie animata Disney”

I 5… no, i 3 più grandi menagrami della televisione

Mi sono reso conto solo ora che non ho mai scritto una dot list insulsa, e senza una dot list insulsa non posso proprio essere un blogger sulla cresta dell’onda come si deve!!1!!1!
Al massimo, potrei essere un blogger sulla cresta dell’onTa…
The cold never bothered me anyway, canterebbe Elsa di Frozen.

Così ho deciso di rimediare con questa bella porcata lista dei più grandi menagrami della televisione. Avrei voluto scrivere di cinque di loro, ma la mia memoria ne richiama solo tre: forse perché sono così portasfiga, che tutti gli altri spariscono di fronte alla trinità delle disgrazie?
Mah, chi lo sa, chi lo sa.

E ora, i 3 più grandi menagrami della televisione!

Subito dopo la pubblicità. :^P

Continua a leggere “I 5… no, i 3 più grandi menagrami della televisione”

It’s Grumpy-Gracula Time! DC Night, che ora dovrà chiamarsi “DC Evening, then Night”…

Al mondo ci sono un sacco di cose che non vanno: problemi gravi, decisamente ben peggiori di un palinsesto televisivo capriccioso. Ma questo è un blog leggero, dunque ci si lamenta in leggerezza per questioni leggere, quando qualcosa non va. Le cose serie, per ora, le lascio a gente con le spalle più larghe delle mie.

Comunque, cosa c’è che non va?
C’è che il martedì degli ultimi mesi, fino alla settimana scorsa, venivano trasmessi in prima serata alcuni telefilm dedicati ai supereroi DC: nulla di trascendentale – hanno qualche situazione o dialogo meh, qualche svolta di trama discutibile, ma nel complesso mi piacciono, anche quando vado giù duro a criticarne i difetti – però mi rilassavo a guardarne gli episodi, a commentarli con un’amica su WhatsApp in tempo reale, a leggere i reportage di Johnny Cornerhouse su Flash “the fastest pischello alive”, il giorno dopo o giù di lì.

Così, oggi mi preparo: furbofono carico per la “diretta”, frittatona di cipolle e rutto libero mi siedo e accendo la TV, che mi annuncia – via EPG – che sta per andare in onda Batman Begins.



Guida TV alla mano… sì,  trasmettono Batman Begins. A me il furbofono! Breve ricerca e zacchete, uno dei diversi risultati a riguardo

Il nuovo palinsesto, scrive il blog, vedrà Supergirl alle 19.25, seguita da The Flash alle 20.25 e, dopo la trasmissione del film in prima serata, riprendere con la programmazione di Arrow e Gotham dalle 22.55 in poi.

Dunque, a causa di scarsi ascolti, decidono di tamponare la falla trasmettendo… cosa, un film di più di dieci anni fa (2005) visto mille volte anche dagli imperatori romani? E facendo girare le scatole ai quattro gatti che seguivano le serie spostate… già, quando e a che ora?
Ah, sì, il SABATO  NELLA FASCIA PRESERALE e poi in seconda serata, dove è sicuro che ancora meno persone se li fileranno anche se sono per lo più prime visioni (assolute o in chiaro)!
Chissà che ascoltoni faranno oggi, grazie a Batman Begins, che molti conoscono a memoria! Se avessero scelto di trasmettere, non so, Suicide Squad, che bello o brutto che sia, almeno è nuovo

Fonte: We know memes

Spero che l’inventore della superstizione degli ascolti non se la stia passando molto bene, ammesso che sia ancora vivo. O viva.
Ora: non sono un esperto di palinsesti – chissà che pasticci farei, se le scelte “oculate” compiute dai professionisti col-know-how-in-tasca sono queste – ma dopo la… leggerezza di non trasmettere in chiaro il finale del crossover DC, qualche settimana fa, fare anche questa… sempre leggerezza, và, forse non è un grande sintomo di leggerezza saggezza.
È vero che il mondo non si inchina ai miei bisogni (purtroppo: se lo facesse, non accadrebbero queste cose e neppure altre ben più gravi e tutto sarebbe migliore) ma a me tornava comodo guardare i miei supereroi kitsch il martedì. Avevo il mio “palinsesto nerd”, con le partite di gdr spalmate nel corso della settimana e lo slot DC Night a coprire l’inizio della settimana.
Questo palinsesto nerd mi permetteva di sopportare con meno rabbia le rotture di queste giornate, un bel periodo interessante in stile maledizione cinese, e ora mi servirà un sostituto per l’inizio della settimana. E sabato non credo che riuscirò a vedere queste serie, ho altro da fare – e comunque, se il film che spezza la ex-DC Night non mi piacesse, credo che mi metterei a fare altro e salterei Arrow…
Dovrò confidare nelle repliche, per ora, o darmi allo screaming streaming.

Ora: non scriverò cosa penso di chiunque abbia preso questa bella decisione, perché certe parole non stanno bene sulla tastiera di una gracula ben educata quale io sono. E poi il regolamento che ho scelto per il blog vieta gli insulti alle persone reali, mannaggia a me!
Comunque, i signori e le signore responsabili sappiano che auguro loro i tempi interessanti di poco fa. Non molto interessanti, in fondo si parla solo di intrattenimento mancato, mica di farmaci salvavita negati, di gente che perde la casa o di chissà quali abusi.
Ma un po’ interessanti, questo sì. Come fare una fila di tre ore, le prossime tre volte che dovranno andare alla posta o dal medico.
Per sicurezza, li ricorderò nelle mie preghierine della sera a Hastur.

Un gran bel santino di Hastur, nulla da ridire!
(Fonte: l’utente Deviantart namesjames)

PS: e poi c’è chi piagnucola per lo streaming pirata… e poi, in Mediaset ti spacciano i programmi per gratis, quando spendi il tuo tempo a vedere vagonate di pubblicità… e poi la finisco qui, o questo post scriptum potrebbe diventare davvero molto lungo! Per dire, potrei lamentarmi perché WordPress.com ha fatto sparire il tasto per giustificare il testo e quello per le sottolineature… ops, l’ho appena fatto!